Strategia opzioni binarie macd adx

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Strategia opzioni binarie macd adx

Le opzioni binarie, l’ultimo ed innovativo strumento finanziario per il trading online, è diventato il metodo di guadagno definitivo per fare soldi veri lavorando da casa su internet. Se anche tu vuoi sfruttarlo puoi farlo, infatti si tratta di una possibilità aperta a tutti che anche tu puoi sfruttare facilmente se solo lo desideri. Utilizzare le opzioni binarie infatti è semplicissimo e può diventarlo ancora di più se solo si utilizza una strategia. Forse è proprio questo quello che sfugge ai traders principianti, ossia il fatto che il trading online con le opzioni binarie è una attività professionale che richiede metodo.

Se disponi di un capitale da investire anche piccolo (bastano 100€) puoi iniziare a fare trading e noi ti consigliamo di farlo utilizzando la strategia opzioni binarie macd + adx, che oggi ti proponiamo. Se pensi che utilizzare una strategia sia complicato, va bene così perchè in questo articolo stiamo per farti ricredere. Questa strategia si basa su 2 indicatori tecnici come il macd e l’adx, anche se non ne hai mai sentito parlare non c’è problema perchè noi ti spieghiamo solo l’essenziale per mettere in pratica la strategia e per mettere in pratica i segnali operativi che ti offrono i due indicatori

>>> NON PERDERE IL VIDEO-CORSO

UNICO BROKER CONSIGLIATO PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE

Deposito minimo: 10€
✅Prova Live la Demo
✅ Conto VIP / Zero spese / Tornei / 200+ assets
Regolatore: CySEC ✔Recensione IQ Option
✔Opinioni IQ Option ►Vai al sito
APRI UN CONTO

Strategia opzioni binarie macd adx: guadagnare è semplice

La prima cosa che ogni trader deve fare è diventare un discreto analista. Il modo più veloce per farlo è andare a studiarsi il funzionamento di 2 o 3 indicatori tecnici che permettono di leggere i grafici e di riuscire a comprendere sempre con ottima approssimazione in che direzione si muoveranno i prezzi. La prima cosa da fare quando osservi il tuo grafico è capire in che direzione si stanno dirigengo i prezzi, ovvero se ti trovi in una fase rialzista, ribassista o laterale sul mercato.

Fortunatamente esiste un indicatore tecnico studiato apposta per farti capire in che direzione si muove il prezzo e con quale forza gli investitori lo stanno spingendo in quella direizone. Questo indicatore prende il nome di ADX, Average Directional Index. Questo indicatore è stato sviluppato da un famoso analista di nome Welles Wilder ad oggi è uno degli indicatori più utilizzati per analizzare l’andamento di qualsiasi strumento sottostante o asset. Inizialmente tramite l’adx era possibile individuare solo la forza del trend e non la sua direzione, poi è stato migliorato ed oggi puoi conoscere anche la fase in cui si trova il mercato osservando semplicemente l’adx.

Come è strutturato l’adx

L’adx si compone soltanto di 3 linee ed è molto semplice da osservare ed utilizzare, inoltre essendo molto famoso puoi trovarlo già pronto all’uso nella stragrande maggioranza delle piattaforme di trading, ma vediamo cosa sono le 3 linee che noti sul grafico:

  • ADX, la prima linea prende il nome dell’indicatore stesso ed è quello che indica con quale forza si stanno muovendo i prezzi
  • +DI, che ti mostra con quale forza i prezzi si muovono al rialzo
  • -DI, che mostra con quale forza invece i prezzi si stanno muovendo al ribasso

Come dicevamo l’adx si compone di 3 linee, ma fai attenzione perchè su certe piattaforme viene visualizzata soltanto una linea, tuttavia puoi aggiungere le altre 2 manualmente, non è difficile. Le 3 linee dell’adx si muovono oscillando tra i valori di 0 e 100. Se osservi il comportamento della linea ADX essa ti fornisce utili indicazioni sulla forza relativa con cui il prezzo viene spinto al rialzo o al ribasso, quando la linea si trova oltre il valore di 30 il mercato è da ritenersi fortemente in trend, quando invece la linea ADX si trova al di sotto del valore di 20 significa che il trend in atto sta decisamente esaurendo la sua forza.

Vediamo i segnali opzioni binarie offerti dall’adx

Per ottenere affidabili segnali di entrata a mercato però è necessario osservare il comportamento di tutte e 3 le linee sul grafico. Facciamo ora degli esempi che ti permettano di capire come investire con l’adx:

  • Segnale di acquisto opzioni Call: puoi ottenere un segnale rialzista dall’indicatore quando l’adx si trova sopra quota 25 e la linea +DI supera la linea -DI dal basso verso l’alto. Questo è un chiaro segnale che di li a breve si verificherà un rialzo dei prezzi con buona decisione.
  • Segnale di acquisto opzioni Put: puoi ottenere un segnale ribassista dall’indicatore quando l’adx si trova al di sopra della quota di 25 e la linea -DI supera dall’alto verso il basso, la sua controparte ovvero la linea +DI, in questo momento il segnale è chiaro vi sarà presto un ribasso del titolo corrente.

Strategia opzioni binarie macd adx: come usare il macd

Macd è una sigla che sta per Moving average convergence divergence, ma al di la di questo nome complicato il macd è molto semplice da usare e per questo estremamente apprezzato dai traders di ogni ordine e grado. Questo indicatore è usato nelle opzioni binarie per capire quando è il caso di comprare opzioni put o call, anche su brevi e brevissime scadenze. Il macd si compone di 2 medie mobili una a 12 periodi l’altra a 26 periodi.

La prima, quella a 12 periodi è conosciuta anche come media mobile veloce, mentre la seconda a 26 periodi è detta lenta. Il calcolo della linea principale detta propriamente macd si effettua facendo la differenza dei valori della media mobile lenta con quello della media mobile veloce. In seguito è necessario calcolare la cosiddetta signal line o linea di segnale sulla base di una media mobile a 9 periodi, ma non preccuparti perchè sulle piattaforme trovi il macd già pronto per l’utilizzo. Dall’interazione delle due linee del macd puoi ottenere importanti segnali operativi.

Quando un mercato è fortemente in tendenza le due linee diverfono fortemente e si portano a distanza tra di loro, in questo modo vanno a formare quella che viene considerata per l’appunto una divergenza. Se sul mercato vi sono pochi operatori e la volatilità è bassa allora le due linee tenderanno a convergere. Il macd da il meglio di se proprio quando i mercati si trovano in trend, quando le condizioni sono favorevoli si possono ottenere molti segnali dati dall’incrocio della signal line con la linea macd.

Segnali operativi del macd

  • Segnale rialzista: quando la linea macd attraversa la signal line dal basso verso l’alto allora bisogna acquistare opzioni binarie Call.
  • Segnale ribassista: quando la linea macd attraversa la signal line dall’alto verso il basso si ottiene un segnale di acquisto opzioni Put.

Se ambedue gli indicatori offrono segnali di trading ben precisi, perchè allora si rende necessario prendere spunto da ambedue per investire? La domanda sorge spontanea, ma anche la risposta è molto diretta. Come saprai l’analisi di mercato può essere fallace ed i traders si arrovellano per cercare metodi di analisi che non li inducano in trappole del mercato, ciò significherebbe perdere il denaro investito.

Grazie però all’utilizzo di due indicatori molto compatibili e complementari come il macd e l’adx l’analisi si fa molto più precisa e si possono evitare la stragrande maggioranza dei falsi segnali dal mercato. Con questa strategia puoi fare una analisi corretta nella maggior parte dei casi, è stato stimato che in 8 casi su 10 risulta vincente. Ma quali segnali si hanno se combiniamo i due indicatori?

  • Segnale di acquisto opzioni Call: quando l’adx si trova sopra quota 25 e la linea +DI supera la linea -DI dal basso verso l’alto ed insieme la signal line viene superata dal basso verso l’alto dal macd, allora il mercato si muoverà certamente al rialzo: puoi acquistare una opzione Call.
  • Segnale di acquisto opzioni Put: quando l’adx si trova al di sopra della quota di 25 e la linea -DI supera dall’alto verso il basso la linea +DI ed al contempo il macd supera dall’alto verso il basso la signal line allora hai un segnale ribassista, è il momento di acqustare una opzione Put.

I segnali della strategia che ti abbiamo presentato, come hai visto, sono estremamente semplici da cogliere, puoi utilizzarne molti, molte volte al giorno, se ogni volta sei in grado di entrare a mercato con il giusto tempismo i guadagni che puoi intascare sono daccero notevoli contando che le opzioni binarie Call/Put contemplano sempre ritorni superiori al 75%. Puoi sfruttare la strategia sia con opzioni binarie di breve sia di medio termine la cosa più importante è che ti ricordi di non investire mai più del 5% del capitale totale a tua disposizione per trade!

Strategia ADX: un efficace sistema di trading

Impariamo a sfruttare l’indicatore ADX, presente di default su MT4 e sui maggiori broker.

Aprendo per la prima vlta la MT4, cliccando sui template, appare ADX. Un grafico a prima vista poco comprensibile, ma poi scopriamo quell’abbinamento di due grafici non è casuale, ma serve proprio come strategia di ingresso completa!

Pensa all’indicatore ADX come al contagiri dell’auto (non al contachilometri!)

L’indicatore ADX (Average Directional Index ) non ti dice quando entrare, ma ti indica la forza del trend, proprio come il contagiri, che non ti dà la velocità, ma la potenza del motore.

Impariamo ad usarlo in modo da utilizzarlo per il nostro sistema di trading. La spiegazione dell’indicatore ADX, viene completata con una utile Strategia ADX

L’ADX è il primo template di default della piattaforma Metatrader, ed in questo tutorial abbiamo tenuto i grafici nel colore originale della popolare Metatrader, candele verdi e nere.

Spesso non ci si sofferma a causa dell’aspetto apparentemente poco comprensibile del grafico, invece è il caso di capirne il meccanismo e sfruttarlo per il nostro trading. Ecco il grafico che ti è sicuramente familiare:

E’ il primo template di metatrader 4 che contiene in basso l’indicatore ADX.

Presenta già inserita anche una media mobile semplice (curva gialla) di periodo 21.

3 linee che scorrono spesso intersecandosi tra di loro. L’ADX vero e proprio è la linea bianca (nera nei grafici chiari):

In questo articolo trovi . . .

Indicatore ADX

L’indicatore è stato sviluppato da J. Welles Wilder per mostrare la forza di un trend. La linea bianca è quella che indica per l’appunto la forza del trend.

Se seguiamo le indicazioni dell’autore, siamo in presenza di un trend quando la linea bianca è sopra il valore 25.

Poichè metatrader non ci visualizza tale livello, lo aggiungiamo agendo sui settaggi dell’indicatore:

Naturalmente salveremo il nuovo template per richiamarlo quando necessita.

Le tre linee che compongono l’indicatore sono: ADX, DI+ (linea verde) e DI- (linea rossa).

Maggiore è l’ADX più forte è il trend.

DI+ (Plus Direction Indicator, colore verde) come il nome suggerisce mostra l’attuale direzione del trend, positivo rialzista

DI- (Minus Direction Indicator, colore rosso) indica al contrario un trend negativo, ribassista.

Come utilizzare l’indicatore ADX

ADX sopra la linea 25

Questo è un caso di deciso trend positivo.

ADX sopra la linea 25

Deciso trend negativo.

Notare che ADX può trovarsi ancora sopra la linea 25 quando avviene un cambio di trend .

Poichè l’ADX non indica alcuna direzione, ciò significa che il nuovo trend si mantiene forte come il precedente.

Strategia ADX

Conosciamo dunque la direzione del trend e sappiamo che tale trend è consistente quando ci troviamo con la linea bianca sopra il livello 25.

Questa informazione è utile con qualunque strategia, ovvero niente trading nel caso che ci trovassimo sotto la linea 25.

Al cambio di trend le linee verde e rossa (DI+ e DI-) si invertono di posizione ed in teoria, se ADX è sopra 25, dovremmo poter entrare nel trade.

Metatrader, come già detto sopra, ci dà di default una media mobile già inserita nel grafico (curva gialla). La utilizzeremo come ulteriore conferma del segnale di ingresso.

Regole Acquisto CALL

  1. ADX sopra 25
  2. Curva verde sopra rossa
  3. Attendi che una candela si chiuda sopra la media mobile

Regole Acquisto PUT

  1. ADX sopra 25
  2. Curva verde sotto rossa
  3. Attendi che una candela si chiuda sotto la media mobile

La Strategia ADX dovrebbe essere ormai chiara. Vediamo qualche esempio (Metatrader attiva).

Esempio 1.

Ingresso in CALL in corrispondenza della chiusura della candela rialzista. Infatti tale candela è sopra la media mobile, l’ADX è sopra 25, la linea DI- è sotto la linea DI+.

Esempio 2.

Due ingressi, il primo Put in corrispondenza della chiusura della candela ribassista (linea tratteggiata rossa). Infatti tale candela è sotto la media mobile, l’ADX è sopra 25, la linea DI- è sopra la linea DI+.

Il secondo Call in corrispondenza della chiusura della candela rialzista (linea tratteggiata verde). Infatti tale candela è sopra la media mobile, l’ADX è sopra 25, la linea DI- è sotto la linea DI+.

Esempio 3. Niente trading (ADX sotto 25).

Scadenze, time frame, valute, orari, money management, broker per la Strategia ADX

Chi ci segue conosce già come comportarsi con tali scelte e rimandiamo ai numerosi articoli sul sito.

In ogni caso, brevemente:

Scadenza in base alla durata complessiva di 5 o 6 candele.

Qualunque time frame, quelli più alti sono più affidabili ma permettono meno trade.

Valute tutte, ma preferibili quelle più scambiate (vedi Eur/Usd).

Orari di maggior traffico con borse aperte relative alle valute che si stanno usando.

Massimo 5% del capitale a disposizione per ogni investimento, oppure utilizzo del Metodo Money Management Masaniello

ADX può essere un complemento ad altri sistemi di trading, come quello che si basa su swing e livelli S/R

Strategia MACD e ADX nel trading forex

Utilizzare una buona strategia di trading è sicuramente il primo passo che ogni trader che opera nel mercato forex (ma non solo) dovrebbe compiere.

Solamente grazie ad una strategia Forex ed un piano di money management è infatti possibile pianificare la propria operatività nel mercato del Forex, puntando così ad ottenere profitti per il lungo termine (e non magari solo qualche vincita nel breve).

Per questo motivo, in questo nostro post andremo a trattare la strategia MACD e ADX per il mercato forex, una strategia che può dare buoni segnali di trading.

Questa strategia, è composta da 2 differenti strumenti dell’analisi tecnica. Stiamo parlando dell’indicatore MACD e dell’indicatore ADX. Indicatori che proprio in questa strategia vengono usati in sinergia, per riuscire ad ottenere segnali per acquistare e vendere sul mercato Fforex.

Nell’utilizzo della strategia MACD e ADX, andremo ad impostare i 2 indicatori in questione seguendo i loro valori standard, come vi mostreremo nei prossimi paragrafi.

Prima di tutto vi spiegheremo come funzionano i 2 indicatori dell’analisi tecnica soffermandoci sull’indicatore MACD e poi sull’indicatore ADX. Solamente dopo le relative spiegazioni, ci dedicheremo alla spiegazione dettagliata di come utilizzare la strategia MACD e ADX per il trading Forex.

Come utilizzare l’indicatore MACD

Esempio grafico di come utilizzare l’indicatore MACD

L’indicatore MACD è uno strumento dell’analisi tecnica e rientra nella categoria degli oscillatori. Gli oscillatori sono indicatori dell’analisi tecnica che oscillano (da qui il nome) attorno a dei valori prefissati.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

A seconda dell’oscillazione dell’indicatore si ottengono dei segnali di vendita o di acquisto.

Gli oscillatori dell’analisi tecnica di solito non vengono applicati direttamente sul grafico, bensì vengono inseriti in un grafico a pare posizionato al di sotto del grafico dei prezzi principale.

L’indicatore MACD si basa completamente sull’utilizzo delle medie mobili esponenziali. Per maggiori approfondimenti in merito alla media mobile, fondamentale strumento dell’analisi tecnica, vi consigliamo di leggere il nostro articolo: Tecniche di trading fondamentali: Le medie mobili ed il loro funzionamento.

Il nome MACD è l’acronimo di “Moving Average Convergence-Divergence” (Moving average è l’equivalente inglese per media mobile).

Per costruire l’indicatore MACD vengono utilizzate 3 medie esponenziale, ma alla fine sul grafico verranno riportate solamente 2 linee. Questo per il semplice fatto che una delle 3 medie mobili esponenziali viene unicamente utilizzata per calcolare la differenza tra le altre 2 medie mobili esponenziali.

Nell’immagine del grafico finanziario qui sotto, avete un esempio di indicatore MACD applicato ad un grafico finanziario. Come potete già immaginare, i segnali di trading dell’indicatore MACD provengono proprio dalla convergenza e divergenza delle 2 linee che lo compongono, ovvero dalle 2 medie mobili esponenziali che si avvicinano incrociandosi e poi si allontanano.

Esempio di indicatore MACD applicato ad un grafico finanziario

L’indicatore MACD risulta essere un ottimo strumento dell’analisi tecnica per seguire e confermare l’andamento di un trend in corso nel grafico dei prezzi, ma anche per individuare la possibilità di una inversione di trend (da rialzista a ribassista o da ribassista a rialzista).

Spieghiamo i 3 importanti componenti dell’indicatore MACD:

  • MACD line: Si tratta di una media mobile esponenziale che è il risultato della differenza tra una media mobile esponenziale a 26 periodi ed una media mobile esponenziale a 12 periodi.
  • Signal line: Si tratta di una media mobile esponenziale relativa alla MACD line, impostata a 9 periodi.
  • Central line o linea dello zero: linea che rappresenta il valore dello zero attorno a cui le 2 precedentemente menzionate medie mobili esponenziali (MACD line e Signal line) oscillano in continuazione.

Passiamo ora a mostrarvi come riconoscere i segnali di trading che l’indicatore MACD ci offre.

Il concetto base dietro al funzionamento dell’indicatore MACD è facile:

  1. vi è una media mobile esponenziale a breve periodo che serve per riscontrare i trend nel breve termine;
  2. vi è una media mobile esponenziale a lungo periodo che serve per riscontrare trend a medio e lungo termine.

L’utilizzo di queste 2 medie mobili esponenziali contemporaneamente (come avviene nell’indicatore MACD), ci andrà a mostrare se il trend di breve termine trova conferma in quello a medio-lungo termine oppure no. Questo ci permette di trovare potenziali punti di inversione del trend.

Esempio di come l’indicatore MACD incrocia la media mobile

Dall’immagine del grafico finanziario qui sopra, possiamo riscontrare i seguenti tipi di segnali:

  • Incrocio rialzista: avviene quando la MACD line taglia dal basso verso l’alto la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend rialzista e quindi un segnale di acquisto.
  • Incrocio ribassista: avviene quando la MACD line taglia dall’alto verso il basso la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend ribassista e quindi un segnale di vendita.

Ma non bisogna scordarsi anche della Linea dello zero o “central line“, la linea attorno a cui la MACD line e la Signal line oscillano.

A seconda di dove oscillano e muovono le 2 linee (MACD line e Signal line) è possibile farsi un’idea generale del trend corrente. Movimenti che puntano verso l’alto e avvengono al di sopra della linea dello zero, segnalano la presenza di un trend rialzista in corso; viceversa, movimenti che puntano verso il basso e avvengono al di sotto della linea dello zero, segnalano la presenza di un trend ribassista in corso.

Da tenere sotto controllo anche gli incroci e tagli con la linea dello zero.

Quando le 2 medie mobili esponenziali (MACD Line e Signal line) tagliano dal basso verso l’alto la linea dello zero, si ottiene un segnale di trend rialzista. Viceversa, quando le 2 medie mobili esponenziali (MACD line e Signal line) tagliano dall’alto verso il basso la linea dello zero, si ottiene un segnale di trend ribassista.

Come utilizzare l’indicatore ADX

Passiamo adesso al secondo componente della strategia MACD e ADX, ovvero l’indicatore ADX.

L’indicatore ADX, acronimo di “Average Directional Movement”, è un indicatore dell’analisi tecnica creato da Welles Wilder, inizialmente pensato per il trading su materie prime. Anche se ci si è subito accorti che l’ADX poteva essere comodamente utilizzato sia nel mercato azionario che nel mercato degli indici e futures.

L’ADX ha come scopo quello di misurare la forza del trend in corso su un grafico finanziario, senza però dire nulla sulla sua direzione (rialzista o ribassista).

Proprio per ovviare a questa mancanza dell’ADX, sono stati aggiunti altri 2 indicatori. Il DI- (Minus Directional Indicator) e il DI+ (Plus Directional Indicator), questi sono i 2 indicatori aggiunti all’indicatore ADX per completarlo.

In tal modo, utilizzando questi 3 indicatori in sinergia risulta possibile determinare sia la direzione del trend, ma anche la sua forza corrente.

Qui di seguito abbiamo riportato un esempio dell’indicatore ADX e DI applicati ad un grafico finanziario.

Esempio dell’indicatore ADX e DI applicati ad un grafico finanziario

Come potete facilmente vedere, il valore dell’indicatore ADX e DI può essere compreso tra 0 e 100. Per comprendere la forza di un trend attualmente in corso, bisogna sempre controllare il valore di 25.

Infatti, secondo l’ideatore dell’ADX, quando l’indicatore oscilla intorno a valori superiori a 25, ci si trova in presenza di un trend (rialzista o ribassista).

Viceversa, se l’ADX si trova al di sotto del valore 20 non ci si trova in un trend, ovvero l’andamento dei prezzi non ha preso una direzione certa. Per questo motivo la zona tra il valore 20 e il valore 25 può essere considerata una zona neutra. Mentre un valore eccessivamente alto, vicino al valore 40 (se non oltre), sta ad indicare un trend molto forte attualmente in corso nel grafico dei prezzi.

Per quanto riguarda i segnali che si possono ottenere dall’indicatore ADX e DI, si seguono generalmente le seguenti regole:

  • Segnale rialzista: se l’ADX si trova al di sopra del valore 25 (quindi vi è presenza di un trend), mentre la linea del +DI taglia in rialzo la linea del -DI.
  • Segnale ribassista: se l’ADX si trova al di sopra del valore 25 (quindi vi è presenza di un trend), mentre la linea del -DI taglia in rialzo quella del +DI.

Impostare la strategia MACD e ADX nel trading forex

Ora che abbiamo compreso i 2 strumenti dell’analisi tecnica che fanno parte della strategia MACD e ADX, possiamo parlare di come impiegare questa strategia nel trading e come interpretarne i segnali.

Iniziamo con il vedere il settaggio per i differenti indicatori della strategia:

  • Indicatore MACD: setting normale, con periodi a 12, 26 e 9.
  • Indicatore ADX: setting normale, con periodo a 14.

Per ottenere un segnale rialzista dalla strategia MACD e ADX bisogna riscontrare la seguente situazione (esempio nell’immagine sottostante):

  1. Incrocio rialzista da parte della MACD: avviene quando la MACD line taglia dal basso verso l’alto la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend rialzista e quindi un segnale di acquisto.
  2. Indicatore ADX: la linea del ADX deve essere in aumento, mentre la linea +DI taglia in rialzo la linea -DI.

Per ottenere un segnale ribassista dalla strategia MACD e ADX bisogna riscontrare la seguente situazione (esempio nell’immagine sottostante):

  1. Incrocio ribassista del MACD: avviene quando la MACD line taglia dall’alto verso il basso la Signal line. In questo caso otteniamo un segnale di trend ribassista e quindi un segnale di vendita.
  2. Indicatore ADX: la linea del ADX deve essere in diminuzione, mentre la linea D- taglia in rialzo la linea +DI.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: