Strategia opzioni binarie – i volumi degli scambi in un trend

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Strategia opzioni binarie – i volumi degli scambi in un trend

Continuando ad osservare i grafici per migliorare le nostre strategie di trading ho individuato un indicatore che potrebbe fare la differenza. Stavo facendo trading con la nostra strategia del retest sulle bande di bollinger supportata dall’indicatore ADX. A un certo punto mi sono trovato in una situazione che per noi che adottiamo questa strategia non è certo delle migliori: l’asset passa da un mercato trasversale ad un trend piccolo ma continuo. Questo comporta che durante la fase di trading ci aspettiamo un rimbalzo che non avviene per troppe volte. È vero che l’ADX è qui per questo, ovvero per segnalarcelo ma è anche vero che a volte entriamo nel mercato anche con ADX superiori a 20 ( 23, 25, 27 ) perchè molto spesso andiamo comunque incontro a investimenti profittevoli. Quando invece ci troviamo in un piccolo ed “orrendo ” trend ( up o down non importa ) ho notato che un altro parametro può diventare un importante indicatore che ci indica quando si sta esaurendo la forza del trend, e quindi quando possiamo attendere un rimbalzo: sto parlando dei volumi di scambio.

Come potete osservare nell’immagine qui sopra ho aggiunto i volumi di scambio al nostro grafico nel quale sono già presenti le bande di bollinger e l’ADX. Ho indicato tre frecce azzurre per indicare tre grandi volumi di scambio. Guardate cosa succede proprio in quei punti. Prendiamo ad esempio in considerazione la freccia centrale. In quel caso il prezzo soddisfa esattamente la nostra strategia del retest e proprio lì i volumi impennano nella candela precedente. Guardate poi in seguito cosa accade, si instaura un trend rialzista che di sicuro manda all’aria almeno un paio di investimenti che avremmo fatto con la strategia del retest. A questo punto cosa facciamo? Insisistiamo? No perchè l’ADX ormai è salito … ma quando ci sarà il prossimo rimbalzo? Come potete vedere il rimbalzo successivo si è avuto dopo un altra impennata dei volumi di scambio come se ciò volesse dirci … tutti i sostenitori del trend rialzista hanno esaurito la loro fiducia nel trend e quindi può iniziare una discesa. Qui addirittura converrebbe non investire a 120 secondi ma a 60 secondi.

Riflettete su questa situazione e analizzate anche Voi i possibili scenari che si possono aprire.

È un peccato seguire senza profitto un prezzo sperando che rimbalzi senza sapere mai quando giungerà questo momento. Questo parametro può esserci di aiuto.

Giusto per precisare, non dimenticate mai una strategia, cercate di completarle di volta in volta con le strategie successive in modo da avere un quadro del mercato sempre più completo.

Trading con gli indicatori di volume

Cosa sono gli indicatori di volume e come usare gli indicatori di volume nel trading online? In questo nostro articolo vogliamo mostrarvi come leggere i segnali degli indicatori di volume e come possiamo interpretarli, per migliorare le nostre performance di successo nel trading online. Gli indicatore di volume infatti, sono degli ottimi alleati sia che si faccia trading CFD oppure con il classico mercato azionario.

�� Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Trading in sicurezza, e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Il volume, che viene ovviamente monitorato dagli indicatori di volume, rappresenta l’ammontare degli scambi che avviene per un particolare asset da noi selezionato, in un determinato intervallo di tempo (indipendentemente dalla variazione del prezzo dell’asset). Gli indicatori di volume ci mostrano quando vi sono importanti variazioni nel volume degli scambi di un asset, per farci comprendere al meglio le intenzioni dei restanti investitori.

Qui di seguito vogliamo mostrarvi alcuni dei più utilizzati indicatori di volume, per capire come utilizzarli al meglio ed integrarli nelle nostre operazioni di trading quotidiane.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Indicatore On Balance Volume: come utilizzare l’indicatore OBV

L’indicatore On Balance Volume è stato introdotto da Joseph Granville nel 1963, e tutt’oggi, viene considerato come uno degli indicatori di volume più affidabili in circolazione. L’indicatore On Balance Volume, spesso abbreviato in indicatore OBV, si occupa di monitorare i volumi di scambio. L’indicatore OBV si basa sul seguente principio:

  • Un aumento dei volumi in entrata rappresenta un movimento rialzista dei prezzi;
  • Una diminuzione dei volumi in uscita rappresenta un movimento ribassista dei prezzi;

L’indicatore On Balance Volume è stato uno dei primi indicatori creati per calcolare il flusso dei volumi in entrata ed in uscita, e sin da allora, viene quotidianamente utilizzata da migliaia e migliaia di trader in tutto il mondo. Ma come utilizzare l’indicatore On Balance Volume nel trading online quotidiano? Vediamolo insieme aiutandoci con delle immagini.

Come possiamo vedere dall’immagine qui sopra, l’indicatore On Balance Volume viene usato per convergenza: ovvero, i prezzi si muovono nella stessa direzione dell’indicatore OBV. Se l’indicatore On Balance Volume è in aumento, lo sono anche i prezzi; viceversa, se l’indicatore On Balance Volume è il calo, come possiamo proprio vedere nel nostro esempio, anche i prezzi sono in calo. Diamo un’occhiata invece all’immagine qui sotto per vedere un altro utilizzo dell’indicatore OBV.

In questo esempio, possiamo vedere come l’indicatore On Balance Volume venga usato sfruttando le divergenze che si vengono a creare tra l’andamento dei prezzi e l’indicatore OBV stesso. Una divergenza avviene ogniqualvolta l’indicatore si muove in una direzione, mentre i prezzi si muovono nella direzione opposta. Perciò, le divergenze dell’indicatore OBV avvengono quando:

  • Divergenza rialzista: viene a formarsi quando l’indicatore OBV forma dei minimi crescenti (perciò è in rialzo), mentre i prezzi formano minimi decrescenti (perciò i prezzi sono in ribasso). Questo è un segnale di potenziale rialzo.
  • Divergenza ribassista: viene a formarsi quando l’indicatore OBV forma dei massimi decrescenti (perciò è in ribasso), mentre i prezzi formano massimi crescenti (perciò i prezzi sono in rialzo). Questo è un segnale di potenziale ribasso.

Indicatore Money Flow Index: come usarlo nel trading online

Un altro indicatore di volume spesso utilizzato è proprio il Money Flow Index, un indicatore che utilizza sia i prezzi che il volume per calcolare i migliori momenti per comprare e vendere. L’indicatore Money Flow Index è stato creato da Gene Quong e Avrum Soudack, ed è conosciuto anche come l’indicatore RSI basato sui volumi. L’indicatore Money Flow Index oscilla tra zero e cento, e viene usato soprattutto per identificare potenziali inversioni di trend.

Uno dei migliori modi per usare l’indicatore Money Flow Index è cercare le zone di ipercomprato e ipervenduto. Diamo un’occhiata al grafico sottostante per capire come.

Qui sopra possiamo vedere due situazioni di ipervenduto mostrate dall’indicatore Money Flow Index, e come i prezzi poi abbiano reagito invertendo il trend proprio in quei punti. Più precisamente, l’indicatore Money Flow Index si trova nelle situazioni di ipervenduto e ipercomprato quando:

  • Ipervenduto: l’indicatore Money Flow Index si trova al di sotto del valore 20. Questo valore può essere ulteriormente abbassato a 10 per ricevere segnali molto più affidabili, ma sicuramente in quantità molto minore. Una situazione di ipervenduto segnala un potenziale imminente rialzo nei prezzi.
  • Ipercomprato: l’indicatore Money Flow Index si trova al di sopra del valore 80. Questo valore può essere ulteriormente alzato a 90 per ricevere segnali molto più affidabili, ma sicuramente in quantità molto minore. Una situazione di ipercomprato segnala un potenziale imminente ribasso nei prezzi.

Investi su eToro e sfrutta il copy trading!

Indicatore Money Flow Chaikin: come usarlo nel trading online

Passiamo adesso a vedere un altro indicatore di volume spesso utilizzato nel trading online: stiamo parlando dell’indicatore Money Flow Chaikin. Questo indicatore è stato inventato da Marc Chaikin e si occupa di misurare il volume totale del flusso di denaro durante uno specifico periodo. Si tratta di un indicatore che oscilla intorno alla linea dello zero, fluttuando tra i massimi valori di +1 e i minimi valori di -1. Diamo un’occhiata al grafico qui sotto per capire come usare l’indicatore Money Flow Chaikin nelle nostre operazioni di trading online.

Di solito quando l’indicatore Money Flow Chaikin si trova al di sopra dello zero, siamo in territorio rialzista; viceversa, se si trova al di sotto dello zero, siamo in territorio ribassista. I segnali di trading dal Money Flow Chaikin possono essere ottenuti aspettando che il Money Flow Chaikin tagli la linea dello zero al rialzo oppure al ribasso. Anche se molto spesso, la maggior parte degli analisti preferisce impostare altri valori rispetto alla linea dello zero.

Nell’immagine qui sopra infatti, vengono usati i valori di +0.5 e -0.5: quando il primo viene superato in rialzo, allora è un segnale rialzista; quando il secondo viene superato in ribasso, allora è un segnale ribassista. Sfruttando questi due valori anziché la linea dello zero, riusciamo ad eliminare moltissimi falsi segnali (come possiamo vedere sempre dall’immagine stessa). Perciò, se volete usare anche voi il Money Flow Chaikin, usate le linee dello +0.05 e -0.05 per essere più sicuri dei segnali ricevuti. Inoltre, consigliamo l’utilizzo del Money Flow Chaikin insieme ad altri indicatori dell’analisi tecnica, come l’indicatore RSI o il MACD.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Indicatore Volume per Opzioni Binarie

L’indicatore Volume dovrebbe indicare il numero di contrattazioni in un certo momento. In realtà le piattaforme danno indicazioni diverse basate sui “tick”. Conosci meglio le informazioni dell’indicatore volume ed impara ad utilizzarle.

Il volume si presenta come un istogramma a diversi colori

Il Volume è l’ideale complemento di ogni strategia per il trading binario. E’ inoltre utile strumento affiancato alla “price action”, cioè all’osservazione dei prezzi attraverso lo studio delle candele.

L‘indicatore Volume fa parte della lista degli strumenti a disposizione sulla piattaforma Metatrader; la MT4 è sicuramente il grafico di riferimento per moltissimi trader.

Tra tanti indicatori a disposizione probabilmente possiamo non averlo notato, invece ha la sua importanza e cerchiamo di capire il perché. D’altra parte un trader che ha una esperienza limitata con le opzioni binarie non può certo conoscere il funzionamento di tutti gli indicatori, ma i più importanti vanno tenuti presenti e magari utilizzati.

Come altri indicatori, anche il Volume può essere di aiuto per individuare l’andamento del mercato.

Tuttavia lo strumento più utile rimane l’osservazione del Prezzo, cioè il comportamento delle candele che viene studiato attraverso l’analisi tecnica. Abbinando l’indicatore di Volume alla valutazione del comportamento del prezzo si possono individuare falsi segnali di trading.

Con le opzioni binarie vi sono numerosi modi per ottenere dei guadagni, ma spesso richiedono una preparazione che un Trader alle prime armi non può avere.

In questo articolo-guida andremo a parlare di un indicatore molto importante che spesso viene ignorato anche dai trader più esperti: il volume.

In questo articolo trovi . . .

Intanto, cosa è l’Indicatore Volume?

Il Volume non e’ un indicatore nel senso proprio del termine. Dà delle informazioni che completano l’osservazione dell’andamento dei prezzi o quale comportamento tenere in funzioni di un segnale della nostra strategia.

Il volume è uno strumento per visualizzare mole degli scambi che vengono fatti in una determinata sessione di trading. Tale quantità viene misurata e visualizzata con un segmento verticale colorato, ad esempio verde per volumi in aumento e rosso per volumi in diminuzione. L’altezza del segmento misura la quantità di scambi.

L’indicatore Volume si presenta dunque come un diagramma costituito da linee verticali. L’altezza della linea rappresenta il valore relativo all’arco di tempo determinato dal time frame scelto. Ad esempio se utilizziamo M5 , la linea rappresenta la quantità delle contrattazioni durante 5 minuti.

Alto volume significa alto numero di investitori, cioè di scambi

Cosa indica il Volume

In breve il Volume nelle opzioni binarie (ed anche nel forex) indica lo stato di salute del trend. Un grande Volume indica la presenza di molti investitori; dunque in caso di trend deciso potremo dedurre che il trend continuerà.

Alti volumi indicano un interesse maggiore per l’asset in osservazione; bassi volumi invece indicano che gli investitori non hanno grande interesse per quelle contrattazioni.

Grande Volume significa insomma un alto interesse da parte degli investitori per un asset oggetto della misurazione. Se il volume diminuisce, è probabile che il trend si stia esaurendo, in quanto stanno diminuendo le richieste di vendita ed acquisto titoli.

Questa informazione è molto preziosa poiché ci permette di capire se un certo andamento del mercato, visualizzato dal trend, ha una certa consistenza o se invece può cambiare tendenza.

Attenzione: un improvviso picco di volume può significare una prossimo cambio di direzione. Si nota infatti che spesso in prossimità di resistenze e supporti i volumi tendono ad aumentare improvvisamente.

Strategia con il Volume

In presenza di un alto Volume, una strategia acquista molto più efficacia.

Nel nostro caso ad esempio, in presenza di un notevole volume di contrattazioni, strategie come le nostre, “6060″ eKingdom“, acquistano una grande validità; questi sistemi sono basati sull’andamento in tempo reale del mercato, sulla “price action”.

E’ importante evitare di utilizzare la nostra strategia in presenza di basso volume. Il segnale diventa meno attendibile.

Poiché è noto che i momenti migliori per il trading sono quelli con alto numero di contrattazioni (ad esempio dopo l’apertura della borsa di Londra o New York), volumi alti significano momenti più adatti al trading.

Viceversa, in fase di andamento cosiddetto “laterale” del mercato, il volume è generalmente ridotto.

Falsi segnali con volume

Il Volume si riferisce al numero dei “tick”

Ora bisogna chiarire una cosa: il numero di contrattazioni non può essere determinato in un mercato come quello a cui ci riferiamo per il trading con le opzioni binarie.

Il segmento non dice quante contrattazioni avvengono in borsa in quel lasso di tempo; i dati che vengono riportati dalla piattaforma nell’indicatore volume si riferiscono semplicemente al numero delle contrattazioni relative a quel specifico broker. Sono il numero dei trader presenti che operano con quel broker in un certo momento.

Il software del broker infatti non è collegato al database delle borse aperte in quel lasso di tempo.

In pratica il Volume si riferisce al numero dei “tick” (cambi del prezzo) nell’intervallo di tempo considerato.

Il valore in figura ( Volume 78) significa dunque 78 tick durante l’attuale intervallo.

Colore delle linee per l’indicatore Volume

Nel caso che con i cambi di ora legale ci si trovi confusi sulla avvenuta apertura o meno delle borse, è sufficiente osservare il Volume per capire se ci troviamo in un momento in cui molti trader sono presenti.

Valori bassi sconsigliano il trading.

Valori alti ci indicano che è il momento di applicare la nostra strategia.

Ricordiamo che le strategie di forzaforex.it sono basate sull’osservazione dei prezzi durante le fasi di maggior traffico di contrattazioni; l’indicatore Volume diventa un loro naturale complemento.

Consigliamo anche di leggere le pagine dedicate a Metatrader 4 per scoprire particolari interessanti tratti dalla nostra esperienza nel trading.

Nota: l’indicatore Volume di metatrader normalmente si presenta a volte come una successione di righe verdi e rosse. Verdi indicano volume in crescita, viceversa le rosse.

Il colore potrebbe creare confusione, in quanto una linea rossa ad esempio, si riferisce ad un volume in diminuzione, ma non ad una direzione in discesa. Il consiglio è quello di cambiare il colore delle linee, come qui in figura.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: