Robo advisor italiani cosa sono a cosa servono ROBOADVISOR

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Robo advisor italiani: cosa sono a cosa servono: truffa o funzionano [2020]

In questa guida parleremo dei Robo Advisor italiani.

Un robo advisor cos’è?

È un servizio di gestione del portafoglio automatizzato online con le sembianze di un robot .

E ci sono delle aziende che utilizzano algoritmi informatici – una serie di regole per scegliere investimenti appropriati in base al rischio e periodo di riferimento e possono offrire servizi di robo advisor per una frazione del costo di un consulente finanziario umano.

Questa gestione a costi inferiori, combinata con funzionalità come il ribilanciamento automatico del portafoglio, può tradursi in maggiori rendimenti netti per gli investitori.

Un robo advisor è adatto a te se preferisci che qualcun altro o un robot segua i tuoi investimenti, lasciando che altri lavorino per costruire e ottimizzare il tuo portafoglio e magari non hai il tipo di situazione finanziaria complessa che richiede una relazione diretta con un consulente finanziario umano. (Se preferisci essere pratico, leggi come investire in azioni per conto tuo.)

Continua a leggere e scopri se i robo advisor italiani sono fatti per te.

Pare proprio che i robo advisor siano il futuro della finanza, dal momento che pare che portino risultati più affidabili negli investimenti di uno specialista in carne e ossa.

Questi programmi permettono infatti di gestire un portafogli finanziario, eliminando un problema di non poco conto: l’emotività.

Ogni operazione eseguita dai robo advisor viene effettuata attuando calcoli matematici e algoritmi che eliminano ogni tipo di errore umano.

Robo advisor cosa sono e come funzionano

Partiamo parlando del funzionamento di questi robot e spiegando come possono essere un vantaggio nella gestione di un portafoglio.

Ma cos’è allora un robo advisor?

È un programma creato per sostituire il profilo del promotore finanziario e del consulente e ottimizzati in base al tuo personale profilo di rischio.

Questo algoritmo o programma in codice gestisce anche il tuo portafoglio e cerca di contenere le perdite dovute ad una gestione “umana” non corretta.

Il portafoglio del cliente viene ottimizzato sulla base di un rapporto rischio-rendimento che è appropriato al profilo dell’investitore.

Ma come fa un programma a fare tutto questo?

Questi software prendono tutti i dati a loro disposizione e analizzano l’andamento del mercato negli ultimi periodi, prendono in considerazione la volatilità delle azioni e propongono delle correzioni.

Ma non si diceva che i rendimenti passati non possono essere la certezza dei rendimenti futuri?

Si, certo, il futuro è sempre incerto!

Ma analizzando i dati degli ultimi anni si può comprendere il loro andamento nel tempo.

Questo tipo di gestione attraverso l’attività di robo advisor è molto utilizzato negli Stati Uniti, mentre in Italia i servizi di consulenza robo advisor non hanno ancora preso piede, ma lentamente cominciano a trovare la fiducia degli investitori.

Poi con l’applicazione della direttiva MIFID II , molti grossi investitori con capitale e grandi aziende hanno iniziato a utilizzarli.

Scopri quali sono i broker e le piattaforme regolamentate che offrono il trading automatico in Italia:

Vantaggi Licenza Deposito minimo ETF + copia trading MiFID, CySEC, CONSOB 200$ ETF + Fondi + azioni live MiFID, CySEC, CONSOB 100€ ETF + Fondi MiFID, CySEC, CONSOB 250€ Trading ETF MiFID, CySEC, CONSOB 10€ Mirror Trading e copia trading MiFID, Banca d’Irlanda, CONSOB 100€

ETF + demo gratis MiFID, CySEC, CONSOB 250€

Robo advisor italiani: vantaggi e svantaggi Moneyfarm video

Credits Filippo Angeloni Moneyfarm.

Quali sono i vantaggi di utilizzare dei Robo Advisor?

Tra i vantaggi dei robo advisor c’è ovviamente il risparmio di tempo, dato che il consulente finanziario viene tagliato fuori.

Difatti il programma aiuta nella costruzione di un portafoglio ottimizzato per il cliente, cercando di creare un tipo di strumento il più vicino possibile alle esigenze della persona considerando il suo profilo di rischio.

Quello che faceva il vecchio consulente di banca che ti chiamava magari la sera per farti presente che c’era un’ottima opportunità su un certo mercato o ti invogliava a comprare azioni emergenti.

Un esempio sono le IPO azionarie che da sempre sono momenti di grande speculazione.

Come Uber o Xiaomi solo per citarne alcune.

Approfondisci il significato di mercato grigio.

Ma come funziona un robo advisor?

I robo advisor caricano il profilo dell’investitore dall’inizio e lo portano all’ottimizzazione del suo portafoglio, adeguando il tipo di investimenti al tipo di rischio che il cliente è disposto a sostenere.

DI certo avere a che fare con un robot non è la stessa cosa di avere a che fare con un uomo o donna in carne e ossa.

E con chi te la prenderai quando le cose andranno male o con chi ti complimenterai per i risultati raggiunti?

Di certo il robo advisor vuole eliminare l’emotività cioè evitare i sentimentalismi e rendere la scelta del gli elementi del proprio portafoglio solo un insieme di numeri matematici.

Sempre più banche vogliono offrire il trading automatico anche perchè il loro obiettivo è il risparmio del costo del personale, parliamoci chiaro.

I robo advisor sono un buona scelta per chi entra quindi per la prima volta sul mercato e vuole provare a far fruttare un piccolo capitale nel modo più automatico possibile.

Di certo questo sistema non è fatto per gli esperti che continueranno ad “annusare” il mercato con la loro esperienza e con un bagaglio culturale che di certo un robot non avrà mai.

Per di più un trading automatico come il Mirror Trading non permette di entrare a mercato con grandi posizioni, dal momento che la sua principale funzione è quella di ridurre al minimo il rischio per il portafoglio del cliente.

Per coloro che sono abituati a scommettere su grandi eventi come le IPO e a rischiare e speculare, questo tipo di strumento non è la scelta migliore.

Per il momento non ci sono ancora molti robo advisor Italiani e sono poche le banche che offrono questo tipo di sistema automatico.

Invece il trading online è da molto tempo che offre gli automatismi e ci sono molti broker che ti aiutano ad automatizzare le tue posizioni a mercato.

Siamo nell’era digitale e lo smartphone, il tablet, il tuo PC sono la tua interfaccia con il mondo circostante.

Si vuole risparmiare sul costo del personale, si vuole un controllo di tipo statistico e matematico oltre che algoritmico.

Queste sono le motivazioni per cui in molti cercano un robot automatico che legga il nostro profilo e che gestisca per noi gli investimenti in modo semi-automatico.

Robo advisor contro Consulente finanziario le differenze

Quindi come funziona?

Dopo aver compilato il proprio profilo ed aver risposto a delle domande, si inseriscono le proprie informazioni patrimoniali, il profilo di rischio e vengono proposti uno o più portafogli di investimento che si adattano alle tue caratteristiche personali.

Dopo aver caricato i soldi in un conto creato per lo scopo, sarai pronto per iniziare a investire in modalità automatica.

Di certo è una modalità di investimento che può andar bene a tutti, ma solo per un determinato profilo di persone.

Vale la pena mettere tutto in mano ad un robot algoritmico piuttosto che parlare con un consulente in carne ed ossa?

Di seguito andremo a vedere quali sono le caratteristiche e i lati più importanti della questione se scegliere un consulente umano o un robo advisor, il tutto filtrato con le tue ovvie esigenze.

Imparzialità: gestione oggettiva del proprio portafoglio

L’essere umano da sempre condisce le sue scelte con il fiuto, l’istinto e questo ha fatto di investitori con talento, dei grandi uomini di successo.

Basta pensare ai più ricchi del mondo e a come hanno fatto i soldi e come li amministrano.

Ovvio che anche loro si lasciano trasportare dai sentimenti e dagli stati d’animo, e fanno errori, magari perdono soldi.

I robo advisor puntano ad eliminare il fattore umano.

L’aspetto forse negativo è che non filtrano le notizie e vengono guidati solo da algoritmi che sono programmati sulle tendenze del passato.

Per questo motivo è sempre meglio scegliere una gestione di tipo umano-algoritmico.

L’impostazione di un robot richiede anche un certo tipo di conoscenza dei mercati e una buona dose di programmazione finanziaria.

Essi infatti tramite una serie di domande, sono in grado di ricreare il profilo di investitore e offrire un portafoglio adatto alle esigenze della clientela che lo richiede.

Non creano portafogli da zero per ogni cliente, ma selezionano per il cliente 5 o 10 opzioni che dovrebbero essere adatte ai diversi profili degli investitori.

Commissioni basse

Secondo un recente rapporto della Consob, le commissioni applicate dai robo advisor al patrimonio under advice oscillano dallo 0,3% allo 0,7% annuo; a queste possono aggiungersi altre componenti di costo quali performance fee e/o commissioni di sottoscrizione dei prodotti consigliati.

Si tratta di valori contenuti rispetto ai prezzi di un consulente fisico che rendono il robo advisor potenzialmente molto competitivo soprattutto in Italia, caratterizzato da una bassa disponibilità da parte degli investitori a remunerare la consulenza.

Normativa su robo advisor italiani

A spiegare e disciplinare il fenomeno del robo-advisor dal punto di vista legale ci ha pensato la regolamentazione MiFiD 2 di cui abbiamo parlato qui e che prevede espressamente la possibilità di fornire consulenze nel campo degli investimenti attraverso sistemi automatizzati o semi automatizzati.

Questo particolare tipo di consulenza rientra nella categoria delle “consulenze in materia di investimenti” e come tale viene riconosciuta dalla legge. ( Link al documento Consob )

I robo advisor Italiani Moneyfarm, Robobox, SelfieWealth e CheBanca funzionano?

Ora che hi capito di certo qualcosa in più di come funzionano questi programmi andiamo a vedere quali possono essere i programmi che possono essere usati in Italia e che sono regolamentati.

Moneyfarm è uno dei più noti nel nostro Paese con oltre 31 mila clienti in Italia e nel Regno Unito.

Per creare dei portafogli vengono utilizzati gli ETF, fondi comuni d’investimento passivi quotati in Borsa.

Un altro robot è Euclidea, molto simile come strategia di investimento ma che comprende anche fondi istituzionali.Ricordiamo che Euclidea è una SIM e quindi può sottoscrivere anche questo tipo di fondi.

Poi c’è Robobox è la piattaforma italiana che offre multi opzioni di scegliere tra più robo advisor in base alle proprie esigenze, in modo da avere un servizio esclusivo di consulenza finanziaria automatizzato e personalizzato.

Infine, SelfieWealth utilizza i dati delle serie temporali e le funzionalità offerte dall’apprendimento automatico per eliminare qualsiasi possibilità di pregiudizio o comportamento umano. È un servizio che da molti anni produce ottimi risultati proprio contenendo quelle che sono le cattive gestioni dovute all’emotività.

Ci sono poi alcune banche che lo hanno introdotto e facendo alcuni esempi sono sono Yellow Advice di CheBanca e Sella Evolution offerto da Banca Sella in collaborazione sempre con Moneyfarm (per la spiegazione dettagliata vedi il video qui) .

Alternative ai robo advisor

Quando si apere un robo advisor lo si fa principalmente per due motivi:

  • Mancanza di tempo
  • Mancanza di conoscenza (o tempo per imparare!)

Pensiamo che se questi sono due problemi principali per te, allora una robo advisor o un pianificatore di investimenti automatico potrebbero essere la soluzione migliore, dato che puoi impostarla e non seguirlo ogni istante.

Tuttavia, molti dei nuovi robot ti offrono ottimi strumenti per regolare la tua propensione al rischio e ottenere un servizio 1-a-1 con il loro team.

Nota che alcuni robot sono completamente automatizzati.

E alcuni hanno gestori di fondi di persone e un team di assistenza clienti (come Moneyfarm, ecc.).

Quindi forse c’è una via di mezzo?

Recentemente alcuni esperti hanno scritto su famosi blog che hanno spostato tutto dai robo advisor

. Soprattutto perché credevano di avere una conoscenza efficace e sufficiente per investire loro stessi e del temp per cercare delle altre alternative. (Sì, ci vuole tempo per la ricerca).

Quello che ti possiamo consigliare è di esaminare:

La parola magica è sempre diversificare il proprio portafoglio e studiare quelle che possono essere le alternative che offre il mercato.

Non lasciare tutto in mano a degli algoritmi e soprattutto magari a degli algoritmi non regolamentati.

Cerca nuove alternative e fai dei test e prove prima di metterci il tuo capitale.

Scopri quali sono i broker e le piattaforme regolamentate che offrono il trading automatico in Italia:

Robo Advisor: Cosa sono, come funzionano e la lista dei migliori

Cos’è e come funziona un Robo Advisor? Quali sono i migliori in Italia? Guida, confronto e opinioni.

Frutto dell’avvento dell’Era Fintech, i Robo-Advisor sono dei software, o meglio dei consulenti finanziari “virtuali”, che consentono di costruire portafogli di investimento ad hoc in base alle diverse esigenze dei risparmiatori e degli investitori.

I Robo Advisors rappresentano l’ultima generazione di consulenti finanziari nati nel 2008 negli Stati Uniti d’America (robo advisory), a seguito della rivoluzione digitale che sta interessando tutta l’industria del risparmio ed il mercato dei servizi di gestione del risparmio.

Stanno cambiando il modo di fare investimenti sul mercato finanziario, perché (come vedremo) offrono opportunità innovative molto interessanti.

In questa guida, oltre a capire meglio cosa sono e come funzionano i Robo-Advisor, analizzeremo quali sono i migliori robo advisor in Italia, i costi e il capitale minimo che richiedono.

Robo Advisor: Guida Indice

Cos’è un Robo-Advisor: definizione

I Robo Advisor sono un servizio web per la gestione di un portafoglio finanziario che semplificano la creazione di un portafogli di investimenti, personalizzato e adattato al contesto di ogni persona mediante un semplice test.

Per mezzo del robo advisor, ogni utente ha la possibilità di gestire i risparmi senza l’aiuto di un consulente finanziario. La consulenza digitale offerta si basa su algoritmi, il servizio è diretto e usufruibile da qualsiasi dispositivo h24, in qualsiasi luogo, purché si disponga di una connessione internet.

In questi servizi online di gestione finanziaria, la elaborazione e/o gestione del portafoglio del cliente avviene quindi in forma completamente automatizzata, anche se le compagnie fintech dietro a questi robot monitorano sempre l’intelligenza artificiale con degli esperti finanziari.

In base al risultato di mercato, questi tool riequilibrano periodicamente gli attivi del portafoglio per mantenerli secondo le proporzioni definite in un primo momento. Questo permette di garantire che i limiti di rischio previsti per l’investitore non siano alterati dalle fluttuazioni di mercato.

Quindi, definita la soglia di rischio da parte dell’investitore, il software gestisce la compravendita dei vari assets in modo tale da non causare mai delle perdite superiori al limite impostato.

Robo Advisor: tipologie di piattaforme

In sostanza, i Robo-Advisor sono piattaforme sofisticate che svolgono un ruolo di consulenza nella creazione e nella gestione di un portafoglio. Si tratta di una rivoluzione importante nel mondo dell’investimento, che da fisico e one-to-one con la banca diventa online e più indipendente (nonostante molti robot vengano offerti dalle banche stesse, come il vecchio robo advisor Fineco o Tinaba).

Fino a oggi i prodotti offerti dalle banche e dagli intermediari finanziari sono tradizionalmente sempre stati venduti e collocati sul mercato attraverso la rete di consulenti finanziari, dislocati territorialmente mediante punti di vendita fisici.

Come funziona un Robo Advisor

La creazione di un portafoglio di investimento redditizio richiede tempo e risorse umane per pianificare ad hoc gli asset su cui puntare per massimizzare il proprio rendimento. Inoltre, il soggetto risparmiatore deve sopportare commissioni di brokeraggio piuttosto onerose che possono, a volte, rendere antieconomico l’investimento stesso.

Per riassumere, i Robo-Advisors, mediante l’implementazione di algoritmi matematici, permettono ai soggetti risparmiatori di investire automaticamente sulla base delle proprie preferenze e possibilità. Non parliamo più di “contesti standard” in cui il promotore finanziario fa visita al cliente o il risparmiatore si sposta per recarsi in filiale.

Con l’avvento dei Robo-Advisor è possibile gestire i propri risparmi mediante l’accesso da un portale online che consente al risparmiatore di avere il controllo continuo sull’investimento. Grazie al livello raggiunto, non sono pochi coloro che si domandano se i Robo-Advisor costituiscano nel prossimo avvenire una seria minaccia per tutti gli addetti dell’industria globale della gestione patrimoniale.

Robo Advisor: Cosa dice la Consob?

Nei suoi “quaderni FinTech” la Consob ha affrontato ampiamente l’argomento Robo Advisor, analizzando ogni singolo punto a riguardo. Nel documento pubblicato, “Digitalizzazione della consulenza in materia di investimenti finanziari“, è possibile evidenziare alcune informazioni positive riguardanti i Robo advisor e gli investitori italiani che scelgono questa soluzione per gestire i propri investimenti.

Secondo la Consob, infatti, la consulenza automatizzata messa in atto dai robo advisors è un vero e proprio servizio di consulenza in materia di investimenti e deve essere erogato da un sito, piattaforma o broker che sia stato autorizzato da Consob ad operare con gli investitori italiani.

Ovviamente, la modalità di erogazione del servizio (tramite piattaforma o software) devono rispettare le regole di base affinché l’investitore/consumatore possa registrarsi e accedere alla piattaforma di investimento senza alcuna difficoltà.

Inoltre, Consob stabilisce che i robo advisors sono comunque responsabili alla stessa stregua di un intermediario finanziario, della qualità del servizio erogato e di un’eventuale “consulenza difettosa“. E’ necessario dunque, che dietro ad un robo advisor vi sia comunque la presenza di risorse umane che possano supervisionare gli algoritmi e gli eventuali “errori” sulle consulenze erogate.

Robo Advisor di Primo Livello

Ecco alcuni esempi di robo advisor di primo livello, apprezzati dalla maggior parte degli investitori nel nostro Paese e nel mondo.

  • Vanguard;
  • Blackrock;
  • Betterment;
  • Moneyfarm;
  • Tinaba.

Robo advisor italiani

In Italia il robo advisor sta gradualmente diventando una realtà per gli investitori, soprattutto per le fasce più giovani. Autonomia, efficienza e abbattimento dei costi sono le tre chiavi con cui le società fintech stanno creando il proprio mercato,

Diverse imprese si sono mosse per acquistare società di gestione, principalmente perché entro una certa cifra (circa 100.000 euro) non è conveniente impegnare un consulente finanziario in carne ed ossa per gestire l’investimento di un cliente. Di conseguenza tali implementazioni rese possibili utilizzando queste tecnologie, non sono passate inosservate. In concreto il robo-advisor ha un’applicazione sia nel b2b sia nel b2c, offrendo dei miglioramenti di sistema a 360°.

Vediamo quali sono i robo advisor italiani più conosciuti e apprezzati dagli investitori tech.

  • Leggi la Recensione

    Robo Advisor Deposito Minimo Commissioni Vai al sito
    • 5.000$ CopyPortfolios
    • 200$ CopyTrader
    Commissioni 0
    Spread variabili a seconda del sottostante acquistato nel “CopyPortfolio Partner” (robo advisor di eToro)
    • 5.000€
    da 1,33% a 0,63% (decrescenti all’aumentare della somma investita) Leggi la Recensione
    • 50.000€

    0,50% a 0,90% Leggi la Recensione
    • 2.000€
    da 1,00% a 0,40% (decrescenti all’aumentare della somma investita) Leggi la Recensione
    • 20.000€

    0,3% annuo (max 2.000€) Leggi la Recensione
    • 5.000€ piano Smart
    • 250.000€ piano Wealth
    0,60% piano Smart, 1,20% piano Wealth

    Moneyfarm

    Moneyfarm è uno dei robo-advisor più conosciuti per il risparmio gestito in Italia e uno dei primi ad essere nati. La società offre agli investitori 7 portafogli diversificati, gestiti da un’intelligenza artificiale sotto la supervisione di un team di esperti finanziari.

    I rendimenti sono promettenti e i costi di gestione chiari e senza sorprese. Aprire un conto in Moneyfarm è gratis, come anche la cancellazione, ma richiede un deposito minimo pari a 5.000 euro.

    La società è sicura e regolamentata, con sede a Milano, Cagliari e Londra, e dal 2020 al 2020 è stata premiata come Miglior servizio finanziario.

    Online Sim

    Online Sim è una delle piattaforme italiane più apprezzate per la gestione del risparmio. Tra i vari servizi di investimento (oltre 4.000 fondi comuni e Sicav), la società si avvale di RoboBox, un servizio di robot advisory premiato per il terzo anno come migliore in Italia dall’Istituto Tedesco Qualità e Finanza.

    Attraverso i suoi algoritmi, questo consulente virtuale crea il portafogli d’investimento che più si addice al cliente, ribilanciandolo in modo automatico in caso di bisogno.

    Ecco come funziona Online Sim. L’investitore apre un conto RoboBox e una volta accreditato può selezionare due robo advisor differenti:

    • Alfa SCF, con un algoritmo più speculativo e volatile che segue i trend del mercato;
    • Ambrosetti AM, più conservativo e votato a un ritorno di denaro (anche più basso).

    A seconda del robo advisor Online Sim scelto e alla cifra investita variano i costi e le commissioni annuali. Il deposito minimo Online Sim scegliendo il robo advisor è di 50.000 euro.

    Roboadvisor Tinaba

    Tinaba (this is not a bank) è il robor advisor di Banca Profilo. Si tratta di un’app fintech che permette di gestire tutto da smartphone: investire, pagare, condividere il denaro con amici e molto altro.

    Miglior broker di opzioni binarie 2020:
    • BINARIUM
      BINARIUM

      Il miglior broker di opzioni binarie!
      Allenamento gratuito!
      Ideale per i principianti!
      Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

    Il robo advisor gestisce gli investimenti in autonomia, ma lascia la libertà a ciascun cliente di modificare il proprio portafogli, in base al proprio profilo di rischio o ai rendimenti che vuole ottenere.

    Conta otto portafogli, tutti in ETF. Ha una soglia minima di ingresso pari a 2.000 euro. È previsto anche un piano di accumulo, versando importi mensili a partire già da 50 euro.

    Robo Advisor CheBanca!

    Nel caso di Che banca! l’istituto di credito ha provveduto alla creazione di una piattaforma innovativa che fa dell’approccio sinergico tra consulenza umana e robotica della cyborg advisory il suo punto di forza. Parliamo di Yellow Advice.

    Come già anticipato, questo è probabilmente uno degli approcci più efficaci nel contesto italiano che permette di bypassare alcuni limiti legati ad un approccio troppo dipendente dalla consulenza robotica.

    Yellow Advice è uno di quei progetti che può aiutare a migliorare il nostro sistema e quella cultura finanziaria italiana, di cui abbiamo fatto cenno poc’anzi, che “diffida” ancora delle potenzialità di questi software.

    Qui sotto il video tutorial dal sito ufficiale di Che Banca!

    A chi è rivolto un Robo Advisor

    Un robo advice è un servizio finanziario rivolto ad un utenza domestica, cioè a un profilo di investitore poco esperto del mercato e poco incline alla gestione dei suoi investimenti, ma comunque desideroso di entrare sul mercato.

    I robo advisor si adattano anche a un investitore che ha scarsa disponibilità economica (o non è intenzionato) a remunerare un consulente finanziario “tradizionale”.

    Infatti, costi e commissioni applicate per acquisti sotto “consiglio virtuale” possono variare da 0,3% allo 0,7% annuo. Non rientrano in queste percentuali quei robo advisor che aggiungono delle fee “a performance” o in base al prodotto finanziario acquistato (Etf, titoli azionari etc..).

    La questione dei costi del robo advisor è fondamentale, perché riduce all’osso tutte quelle commissioni (spesso invisibili) applicate degli intermediari finanziari. Perché “invisibili”?

    Da un grafico estratto dal report di Consob sulla consulenza virtuale, è interessante notare come l’investitore medio sia del tutto all’oscuro dei costi di gestione dei propri investimenti in mano ad un consulente finanziario tradizionale:

    In questi grafici si può notare come l’investitore medio non sia conoscenza del costo del proprio consulente finanziario (Grafico 1) e sarebbe ben felice di pagare il proprio consulente in base al rendimento ottenuto (Grafico 2).

    Secondo BlackRock la fee richiesta da un robo advisor è addirittura di 130/180 punti base più bassa rispetto a quella che un intermediario tradizionale richiederebbe per un fondo bilanciato.

    Robo Advisor e ETF

    Come fanno la maggior parte dei robo advisor a chiedere commissioni così basse rispetto alle alternative di investimento?

    In breve, i Robo Advisor utilizzano gli ETF (Exchange-Traded Fund) per costruire i portafogli dei clienti, ovvero dei fondi di investimento a gestione passiva.

    Ma qual è il punto?

    Mediante l’utilizzo degli ETF è possibile mantenere i costi bassi. Il modello passivo permette di ottenere un profitto senza che vi sia la necessità di ulteriori risorse per analizzare il mercato.

    Viceversa, il modello di investimento attivo sollecita coloro che lo gestiscono a ricercare il maggior numero possibile di informazioni per poter fare degli investimenti che avranno delle performance sul mercato il più soddisfacenti possibili.

    I modelli tradizionali di investimento, oltre ad offrire dei costi in più, implicano anche delle commissioni che possono concorrere a ridurre il profitto. Oltre ai più banali costi di commissioni relativi all’acquisto o alla vendita di un prodotto o servizio di investimento, i costi di gestione o alle commissioni sui profitti raggiunti.

    Che commissioni hanno i robo advisor?

    Come abbiamo visto, grazie all’utilizzo della tecnologie e ricorrendo agli ETF, questi software riescono a ridurre i costi, anche se dobbiamo comunque registrare delle commissioni, da ricondurre principalmente ai costi di gestioni del capitale investito.

    Tra i costi di commissione si considerano:

    • commissioni alle imprese di robo advisor (in base all’azienda, si tratta generalmente di una tariffa fissa oppure di una percentuale sul capitale investito),
    • commissioni incassate dalla compagnia ETF.

    Le commissioni ETF variano generalmente dallo 0,3% allo 0,7%. Ad ogni modo, pur valutando questi costi, grazie all’implementazione tecnologica, i robo advisor offrono al cliente l’opportunità di investire un capitale sostenendo dei costi concretamente ridotti e non pensabili fino qualche anno fa.

    Robo-Advisor: opinioni

    Grazie alla facilità d’uso, i Robo-Advisors offriranno ai risparmiatori la possibilità di gestire e di controllare — sempre di più — il rendimento dei propri investimenti direttamente da casa sul proprio PC o ovunque si trovino, anche direttamente dai dispositivi elettronici (mobile).

    Ma quali sono i vantaggi offerti dai robo Advisor?

    Per quanto concerne le opinioni sui robo advisor consultando sia il pensiero degli “addetti ai lavori” sia leggendo i forum specializzati, possiamo affermare che l’opinione più diffusa è che, rispetto ai tradizionali consulenti finanziari umani, i Robo-Advisors consentono ai risparmiatori di beneficiare di un’esperienza user-friendly e smart. Inoltre le commissioni di intermediazione sono percepite come significativamente inferiori rispetto a quelle applicate dai consulenti “umani”, pur mantenendo lo stesso ritorno in termini economici sull’investimento.

    Tutto questo consente all’industria del risparmio di collocare maggiori prodotti sul mercato e di iniziare a fidelizzare un nuovo segmento di investitori: i nativi digitali o i c.d. Millennials che si dimostrano avversi nell’affidare i propri risparmi nelle mani di un consulente finanziario “umano”.

    Sempre seguendo le opinioni di chi ha usufruito di questi servizi, bisogna segnalare che i Robo-Advisor offrono un “bundle” di prodotti e di servizi di gestione del risparmio piuttosto limitati rispetto a quelli che un consulente finanziario umano è in grado di promuovere e collocare sul mercato.

    Robo-Advisor: Quale modello prevarrà per il prossimo futuro?

    In ogni caso, una ricerca condotta dalla BI Intelligence ha convalidato la tesi che i Robo Advisors gestiranno circa il 10% di tutti gli asset globali entro il prossimo 2020: ciò equivale a circa 8 trilioni di dollari.

    La loro popolarità sarà sempre più crescente per il prossimo futuro, grazie anche allo sviluppo dell’Era Fintech. Rimane da chiedersi “Quale sarà il modello che prevarrà per il prossimo futuro nell’industria del risparmio?”.

    Dalle previsioni degli analisti e dalle ricerche ed indagini condotte ad oggi, il modello che avrà maggiore successo sarà quello “ibrido”. Si tratta di una soluzione che integra l’implementazione di sistemi tecnologici con l’intervento del fattore umano. L’affiancamento dei consulenti finanziari “umani” all’uso dei software sarà la vera chiave di successo dei Robo-Advisors per il futuro avvenire dell’industria del risparmio. Questo approccio ibrido risponde generalmente al nome di: cyborg advisory

    Grazie ai modelli “ibridi” ogni soggetto risparmiatore ha la possibilità di iniziare ad investire tramite un portale online dopo aver perfezionato l’iscrizione iscritto al sito.

    In sede di iscrizione al portale si deve rispondere a una serie di domande che servono a creare il proprio profilo di investitore: tutte le informazioni inserite sono utilizzabili per suggerire all’algoritmo la soluzione di investimento più adatta alle necessità del risparmiatore.

    In aggiunta, ogni consulente “digitale” viene affiancato da un team di esperti umani con cui l’investitore ha un contatto diretto (telefonico o via mail) sia in fase di creazione del portafoglio, che durante l’intero processo di gestione del risparmio.

    Grazie a questo modello “ibrido” ogni soggetto risparmiatore può controllare, tramite il sito o tramite l’app, l’andamento del proprio investimento, scegliendo di aggiungere ulteriori fondi al portafoglio e/o di disinvestire in ogni momento. Grazie all’automazione, ogni risparmiatore ha la possibilità di controllare e tenere sotto controllo l’asset allocation in ogni momento della giornata.

    Per il prossimo futuro avvenire dell’industria del risparmio il modello ibrido rappresenterà il punto di incontro tra le nuove start up dell’era Fintech e i player tradizionali, i quali stanno implementando sempre di più soluzioni tecnologiche ad hoc per offrire un servizio innovativo ed altamente sofisticato.

    L’evoluzione dell’industria del risparmio sarò sempre più caratterizzata dall’introduzione di servizi più trasparenti e più in linea con le loro nuove esigenze dei cyber-investitori. Questo risulta essere in linea con l’entrata in vigore (a partire da gennaio 2020) della MIFID II, il cui obiettivo è quello di assicurare una maggior protezione degli investitori grazie ad una consulenza più indipendente e trasparente.

    Investire con AdviseOnly: perché fidarsi di un roboadvisor?

    Sfatiamo qualche mito sull’uso dei roboadvisor e sul loro funzionamento. L’era dei robot che investono per noi è ancora lontana.

    La rivoluzione digitale

    Chi è nato dopo gli anni ’90 il mondo non-digitale manco se lo ricorda: per parlare al telefono servivano le monete o una carta telefonica, alla meglio; i biglietti aerei si compravano (e si ritiravano) in agenzia di viaggio; i film si guardavano al cinema, altrimenti si aspettava il VHS qualche mese dopo. Sarà anche un cliché, ma in quanto tale è depositario di verità: l’avvento di internet e del digitale ha profondamente influito sulle nostre vite e ha modificato, sostanzialmente, il nostro modo di approcciare ogni attività.

    Uno degli ambiti che ha subito meno l’onda della digitalizzazione è quello del risparmio. Fatta eccezione per la consultazione dell’estratto conto e qualche bonifico, la gestione degli investimenti viene ancora effettuata per lo più offline con l’aiuto di bancari e consulenti in carne ed ossa. Eppure qualcosa sta cambiando.

    L’avvento dei roboadvisor

    Sono molte ormai le realtà finanziarie che si definiscono “digitali”. Ma oltre ad una bella interfaccia e qualche processo semplificato, di veramente digitale c’è ben poco. Alcune società stanno però scommettendo su qualcosa che in altri mercati (USA e UK su tutti) è già realtà: i roboadvisor.

    Cosa si intende con roboadvisory? Con questo termine facciamo riferimento alla consulenza finanziaria – personalizzata o generica che sia – gestita ed erogata esclusivamente online. Non si parla necessariamente di un fantomatico computer che decide dove, come e quando investire, quanto piuttosto di una modalità di fruizione della consulenza.

    Al contrario di quello che pensa la maggior parte delle persone, l’innovazione dei roboadvisor non è tanto nel metodo di gestione dell’investimento, bensì nel modo con cui i roboadvior si interfacciano con il risparmiatore Infatti, al di là del nome, i roboadvisor di solito non sfruttano alcun tipo di Intelligenza artificiale

    Recentemente si parla spesso di intelligenza artificiale e di automatizzazione del lavoro, ma non dimentichiamo che gli algoritmi su cui si basano i roboadvisor per interagire con gli utenti servono solo ad offrire un servizio migliore, non si sostituiscono mai completamente alle persone. Dietro ad ogni roboadvisor (solitamente) c’è un team di persone.

    La roboadvisory di AdviseOnly

    Orgogliosamente possiamo dire di essere il primo roboadvisor nato in Italia e sicuramente tra i primi in Europa: sono ormai più di 5 anni che il nostro servizio è attivo sul mercato e da allora sono molti i clienti che ci hanno scelto per la gestione dei loro risparmi.

    Il nostro servizio di consulenza generica non è gestito da una macchina che decide sulla base di qualche strano algoritmo: dietro ai Portafogli AO c’è un team di persone in carne ed ossa con decine di anni di esperienza nel campo della gestione dei risparmi che applica con disciplina un metodo sistematico.

    Partiamo dalle persone: il Team Financial&Data di AdviseOnly è guidato da Raffaele Zenti, che ha maturato una decennale esperienza come risk manager e gestore quantitativo, con il supporto di:

    • Jacopo Caretta Mussa – Senior financial analyst;
    • Filippo Oliviero – Financial analyst;
    • Daniele D’Avino – Junior financial analyst;
    • David La Guardia – Junior financial analyst;

    La nostra filosofia d’investimento si può riassumere in due parole: metodo e semplicità.

    Per quanto riguarda il metodo: riteniamo che l’Asset allocation

    L’analisi quantitativa, basata su indicatori Value, Momentum

    Per noi semplicità significa costruire dei portafogli con il numero minimo di strumenti finanziari, generalmente (ma non necessariamente) ETF

    Perché dovresti scegliere i PortafogliAO?

    Se siete arrivati fino a questo punto immaginiamo che abbiate ben presente quanto sia importante gestire i propri risparmi in modo attivo, quindi passeremo direttamente al punto successivo: quali sono i vantaggi dei Portafogli AO rispetto agli altri servizi simili?

    • Convenienti: con soli 49€ all’anno ottieni un portafoglio professionale e un efficace servizio di guida alla gestione dell’investimento (non a caso lo abbiamo chiamato AO Tutor). Oppure con soli 9€ puoi acquistare un portafoglio con il Servizio Base, per una gestione in totale autonomia.
    • Semplici: abbiamo messo a punto la nostra piattaforma e il nostro servizio in modo che tutto sia gestito tramite email e notifiche sul sito. Ogni comunicazione è intuitiva e l’esecuzione degli ordini richiede il minimo sforzo.
    • Professionali: dietro al servizio c’è un team con decine di anni di esperienza nel campo della gestione del risparmio, non con computer e algoritmi che decidono in autonomia. I nostri portafogli vengono creati (e modificati) a partire da una metodologia solida, che pone al centro dell’attenzione la gestione dei rischi.
    • Indipendenti: il nostro team non ha nessun conflitto d’interesse con le case che producono strumenti finanziari, quindi le scelte che facciamo sui portafogli sono solo nell’interesse dei clienti.
    • Trasparenti: finalmente con i Portafogli AO saprai esattamente come sono composti i tuoi investimenti e sarai sempre tu a prendere la decisione finale su ogni proposta avanzata dal nostro team.

    Investire con i Portafogli AO è semplice e conveniente

    La tecnologia al servizio dei tuoi risparmi

    Ecco dunque perché abbiamo deciso di sfruttare le ultime tecnologie che internet ci ha messo a disposizione per migliorare la tua gestione dei risparmi. Una tecnologia “umana”, come detto prima, resa disponibile ad un prezzo altrettanto umano per chiunque voglia avere maggior controllo sui propri investimenti e voglia essere veramente sicuro di non subire nessun tipo di conflitto d’interesse. Questi sono i Portafogli AO, questa è la nostra mission.

    Miglior broker di opzioni binarie 2020:
    • BINARIUM
      BINARIUM

      Il miglior broker di opzioni binarie!
      Allenamento gratuito!
      Ideale per i principianti!
      Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

    Like this post? Please share to your friends:
    Enciclopedia delle opzioni binarie
    Lascia un commento

    ;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: