IQ Option demo italiano [2020] Conto + 10 mila euro Qui

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Trading automatico IQ Option come funziona? Forum pareri [2020]

In questo guida ti mostreremo come poter operare con il trading automatico IQ Option 2020.

Per prima cosa, dobbiamo chiarire cosa significa e cosa intendiamo per trading automatico, poiché potresti mal comprendere di cosa stiamo parlando e magari pensare che stiamo per riproporti un programma di trading automatico.

In verità un robot c’è già stato, ma è stato chiuso e per questo motivo vogliamo proporti un metodo per utilizzare il trading automatico IQ Option con delle operazioni da eseguire manualmente e poi altre che possono essere automatizzate come se fossero un robot di trading.

Per prima cosa devi sottoscrivere un conto demo gratis con IQ Option per poi mettere in prativa e provare il trading automatico IQ Option di cui di spiegheremo passo passo in questa guida.

E allora cosa si intende per trading automatico IQ Option?

Come funziona il trading automatico IQ Option?

Da sempre il trading automatico è un metodo molto ricercato e moltissimi trader spendono soldi e tempo alla ricerca del metodo perfetto che possa fargli fare soldi mentre dormono.

Fai attenzione, perchè c’è tanta gente che cerca in Internet e su Facebook metodi miracolosi per aggiungere soldi al proprio stipendio.

Sempre più persone pensano che il trading automatico sia la soluzione ai propri problemi e cade in preda a delle truffe ben architettate che fanno credere loro di aver trovato la soluzione ai loro problemi e una fonte costante di soldi automatico.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Come sempre devi sempre e solo fidarti di broker e intermediari rinomati, dato che le piattaforme di trading truffaldine di solito durano qualche mese e poi vengono chiuse.

IQ Option dal 2020 offre i suoi servizi di trading e puoi fare sia trading manuale che automatico!

Si hai capito bene, ora puoi fare un tipo di trading che ricorda molto la tipologia di robot che ti possono aiutare a chiudere delle operazioni in profitto.

Ma fai sempre attenzione che operare con i CFD, cioè con i derivati e i futures è pur sempre un’attività di rischio e quindi mai investire più di quello che ti sentiresti di perdere senza problemi.

E ovviamente dato che le piattaforme serie offrono sempre delle demp gratis, devi provare e riprovare per prendere confidenza con la piattaforma e capire come funzionano i mercati.

S ommario Indice:

Trading automatico IQ Option è truffa o funziona?

Il trading automatico IQ Option è truffa o no?

Questa è la prima di una serie di domande che un trader principiante ed esperto di fanno prima di aprire un conto di trading.

Ricorda che IQ Option, è un broker autorizzato e regolamentato con licenza a fornire servizi e prodotti di investimento nell’Unione Europea.

IQ Option ha una licenza europea concessa dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySec).

Non è facile avere questa licenza, dato che la CySEC è diventata molto esigente e controlla attivamente tutte le piattaforme che operano con la sua licenza e soprattutto che i clienti non siano presi in giro magari con attività di marketing ai limiti della legalità o peggio ancora per mezzo di pubblicità ingannevoli e con prodotti di arricchimento rapido.

Ricorda che IQ Option è un broker serio con un ottimo servizio di assistenza sempre presente e il denaro della clientela come da regolamentazione ESMA è custodito in primari istituti di credito e banche europee in modo segregato, cioè separato dal capitale dell’azienda.

IQ Option non può andare corto di liquidità e bloccare i pagamenti o i prelievi perchè i conti dei clienti non possono essere toccati e il denaro è depositato al sicuro.

Per di più la CySEC ha adottato un fondo di compensazione che copre fino a 20 mila euro il deposito di ciascun cliente in caso di fallimento dell’azienda.

Questo ti permette di dormire sonni tranquilli, perchè se dovesse accadere qualcosa a IQ Option, il tuo denaro è assicurato fino a 20 mila euro dalle autorità di regolamentazione di Cipro.

La sicurezza poi è assolutamente uno dei primi pensieri del broker e tutte le comunicazioni da e per il broker sono completamente crittografate con AES 256 Bit e difficilmente un hacker potrà mai impossessarsi dei tuoi codici sempre che tu abbia attivato il metodo di sicurezza a 2 fattori collegando il tuo telefono mobile.

Questa opzione è importantissima perchè ti permette di avere un accesso monitorato al tuo conto di trading e sicuro.

Anche il nostro blog è crittografato SSL, cioè vedi un lucchetto in altro a sinistra accanto all’indirizzo internet.

Questo fattore è molto importante, perchè ti permette di scambiare informazioni sempre in massima sicurezza proteggendo il tuo computer da qualsiasi altro sito fraudolento.

Ricorda: non accedere e non leggere mai sito che non abbiano un certificato SSL, perchè potrebbero essere potenzialmente a rischio di attvità di pishing, cioè fraudolente di richieste di dati personali.

Se ancora pensi che il trading automatico su IQ Option sia una truffa, te lo possiamo ancora dire meglio qui: non ti preoccupare, non è una truffa e non è uno scam, come di dice in inglese.

Trading automatico IQ Option opinioni e pareri

Ci sono moltissimi aspetti per cui il trading automatico IQ Option è molto ricercato.

Innanzitutto il broker è uno dei più popolari e ha creato una piattaforma proprietaria che inizialmente era solo per opzioni e ora include il trading Forex, criptovalute con un portafoglio dedicato chiamato Hodly e asset come materie prime, fondi di investimento ETF e valute forex oltre che moltissime azioni e indici di borsa.

Insomma è un broker completo che con un deposito minimo di soli 10 euro è uno tra i più allettanti presenti sul mercato mondiale.

Ricorda che l’operazione minima è di solo 1 euro e puoi pure depositare in Bitcoin, criptovalute oltre che carte di credito, bonifici bancari e portafogli elettronici come Skrill .

La piattaforma demo poi ti permetterà di provare le potenzialità della piattaforma e dei servizi messi a tua disposizione senza rischi perchè il denaro è assolutamente virtuale.

Ci sono poi moltissimi indicatori di trading che sono stati aggiunti di recente e ne abbiamo parlato recentemente nella guida dedicata al trading IQ Option Forex CFD qui >>

Facendo una sintesi questi indicatori sono:

  • Moving Average
  • Bollinger Bands
  • Alligator
  • RSI o indice di forza relativa
  • MACD
  • Parabolic SAR
  • Oscillatore stocastico
  • Awesome Oscillator
  • ATR (Average True Range)
  • ADX (Average Directional Movement Index)
  • Frattale
  • CCI
  • Nuvola di Ichimoku
  • KDJ
  • DPO
  • Belkhayate Timing
  • Momentum
  • Williams’ %R

Qui sotto delle immagini tratte dalla piattaforma con gli ultimi indicatori inseriti e le funzioni widget e modelli personalizzabili.

GTCM recensioni opinioni truffa o funziona [2020] Guida completa

In questa guida parleremo di un GTCM Depaho LTD, una piattaforme con licenza europea, ma con qualche sfumatura grigia.

Molti nostri lettori ci hanno chiesto di fare delle investigazioni e delle analisi sul modo di operare di questa piattaforma e società.

Alle volte, come spesso capita, le licenze non sono sempre sinonimo di affidabilità come è accaduto in passato con ITRADER , che per colpa di consulenti aggressivi, hanno rovinato il mercato del trading.

Prima di aprire un conto e versare del denaro, se proprio sei interessato al trading e magari vuoi capirci un po’ meglio, è importante investigare su chi gestisce una piattaforma e sull’affidabilità dell’operato dei consulenti e leggere tutte le GTCM recensioni e opinioni.

Dopo aver ricevuto molte richieste di informazioni, abbiamo voluto vederci più chiaro.

Nella guida sulle GTCM opinioni e recensioni potrai anche vedere dei paragoni con delle piattaforme popolari come Investous (clicca qui per il sito ufficiale) e Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) .

Se vuoi conoscere i dettagli dell’offerta GTCM e se semplicemente sei curioso di sapere se è GTCM truffa, allora non devi fare altro che continuare a leggere.

Ecco di cosa parleremo in questa guida.

GTCM cos’è? (Depaho LTD)

La storia della società Depaho LTD inizia nel 2020 quando prende la licenza EU.

A parte l’anzianità della licenza, GTCM è un broker poco conosciuto e probabilmente non lo hai visto da nessuna parte e nemmeno nelle recensioni più recenti.

Prima di iniziare a parlare del broker GTCM direttamente è importante farsi uno schema delle cose di cui prenderemo in considerazione per capire se questa o quella piattaforma siano affidabili.

Parleremo ed esamineremo:

  • GTCM chi è, quale società è proprietaria e se ha una licenza valida
  • Quali mercati offre: Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) offre più di 2.000 asset
  • Piattaforme per il trading: che siano una piattaforme web o una piattaforma Metatrader 4 come quella di Investous (clicca qui per il sito ufficiale) è importante capire se sono veloci e affidabili
  • Piattaforma DEMO: è reattiva come al demo di Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) ? Oppure non viene offerta?
  • Commissioni: è senza commissione come Investous (clicca qui per il sito ufficiale) oppure fa pagare dei costi mensili?
  • Truffa? Purtroppo come spesso accade anche dei broker con licenza sono poco trasparenti e hanno dei consulenti troppo aggressivi. È questo il caso di GTCM?

Come hai potuto leggere qui sopra, gli argomenti da trattare sono vari e dopo questa analisi potrai farti un’idea se GTCM è affidabile oppure no.

GTCM CONSOB piattaforma trading

In buona sostanza GTCM è un broker di CFD, cioè di contratti per differenza e ha una licenza cipriota.

La società che gestisce questo sito è la Depaho LTD, già proprietaria di TradeApp e di FXGM, registrata anche in CONSOB.

Il problema principale è che la società Depaho LTD con la piattaforma FXGM è stata oggetto di uno scandalo dovuto a pratiche commerciali non consone e ha ricevuto parecchie multe.

Pare che puntare su nuovi nomi sia la nuova moda del momento.

Cancellare però la brutta nomea e le pratiche scorrette non è sempre facile e molti blog finanziari lo ricordano eccome.

Ovviamente non è detto che la piattaforma GTCM abbia lo stesso modus operandi della piattaforma gemella, ma di certo non pare molto affidabile già guardando solo il passato.

Ci sono delle piattaforme molto più affidabili e senza tanti cambi di nomi o marchi come Investous (clicca qui per il sito ufficiale) e Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) .

Andiamo ora a vedere cosa offre la piattaforma GTCM forex trading e quali sono gli asset che mettono a disposizione per operare sui mercati.

Ricorda che è molto importante avere molti asset a disposizione, proprio perchè è fondamentale diversificare per ridurre il rischio.

Operare solo su pochi asset o addirittura solo su di uno può essere terribilmente rischioso.

In GTCM trading puoi operare in:

  • Forex: il mercato pare abbastanza ristretto in questa piattaforma. Niente valute esotiche a disposizione. Nulla a che vedere con l’offerta ampia e completa di Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale)
  • Azioni: anche in questo settore l’elenco è limitato. Molto meglio operare con Investous (clicca qui per il sito ufficiale) che offre anche bassi spread e niente commissioni
  • Materie prime: metalli, petrolio, tutto pare in linea con i broker più popolari
  • Indici: gli indici offerti sono in linea con gli altri broker, anche se la lista non è completa come quella di Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale)
  • Criptovalute.

Di certo l’offerta è abbastanza in linea con il mercato per i principianti, ma non all’altezza per utenti professionali.

Continuiamo la nostra investigazione.

GTCM login: il conto demo non esiste

Purtroppo pare un fatto assodato che non ci sia la possibilità di operare con un conto demo prima di aprire il conto reale e di inviare un deposito.

Questa di certo è un aspetto negativo e non lo allinea con broker del calibro di IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) , Investous (clicca qui per il sito ufficiale) e Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) che lo offrono a tutti anche ai non clienti di conti reali.

Per noi tutti dovrebbero avere la possibilità di testare una piattaforma prima di diventare dei clienti a tutti gli effetti.

Basta fare un esempio lampante: Instaforex permette di iniziare con un deposito di 1 euro e la demo è sempre gratis.

GTCM pare non all’altezza di questo tipo di offerta.

Senza provare una demo, non potrai mai sapere se gli strumenti o gli asset che stai cercando sono affidabili e funzionali.

Provare la piattaforma e la sua funzionalità è molto importante se non addirittura fondamentale.

Prendi l’esempio di:

  • Conto demo Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) senza limiti e ricaricabile
  • Conto demo IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) con 10 mila euro di capitale virtuale da provare
  • Conto demo Investous (clicca qui per il sito ufficiale) con 100 mila euro di capitale virtuale

Depaho GTCM aduc

Purtroppo i nodi vengono al pettine quando si ricerca il nome della società su internet.

Se immetti su Google il nome Depaho LTD subito ti appaiono in lista delle recensioni negative inserite nel sito web dell’aduc, il sito di riferimento per la difesa del consumatore italiano.

Ecco qui una immagine che ritrae un delle tante recensioni negative sulla piattaforma.

Telefonate di GTCM forex troppo aggressive!

Oltre alle recensioni negative ci sono altri fatti abbastanza negativi che non aiutano di certo a dare un nome pulito a GTCM.

Molti lettori ci hanno segnalato che i consulenti GTCM sono molto aggressivi e che spingono molto sul marketing telefonico.

È importante ricordare e sottolineare che è vietato chiamare dei potenziali clienti soprattutto alle società con licenza, per non parlare poi di quelle truffe la cui lista abbiamo messo online qui .

L’aggressività dei consulenti non è un aspetto positivo.

Molti si sono lamentati nel passato dell’eccessiva pressione fatta sulle persone anche totalmente ignoranti in materia di trading e di mercati finanziari.

Spesso fanno passare anche alcuni principianti nella categoria professionali per offrire una leva più alta, ma questo è contro la legge e la regolamentazione ESMA .

Ricorda bene che tutto quello che ti viene offerto al telefono poi è difficile da dimostrare in giudizio o in caso di contenzioso.

Ricorda che devi sempre farti mettere per iscritto eventuali offerte o promozioni particolari sul tuo conto.

Come dicevano i latini, carta canta, mentre le cose scritte rimangono tali e sono dimostrabili.

GTCM prelievo

Alcuni nostri lettori ci hanno segnalato che spesso non permettono il prelievo e allungano i tempi di ritiro.

Fai attenzione che non puoi prelevare se hai delle operazioni ancora aperte.

Molti consulenti senza scrupoli di molti broker truffa, fanno in modo che tu lasci per giorni e giorni delle operazioni aperte in leva finanziaria molto alta in modo da erodere il tuo capitale con gli interessi negativi overnight che sono addebitati ogni giorno alle 22 GMT orario di Londra.

Evita di lasciare aperte delle operazioni più di un giorno e piuttosto chiudi una operazione in perdita piuttosto di lasciarla correre e magari dover poi addirittura aggiungere altro capitale.

Questo porta sempre ad aggiungere perdite ad altre perdite.

Segnali GTCM accesso: funzionano?

Al contrario di quanto di offre la partnership di Investous (clicca qui per il sito ufficiale) con Trading Central , GTCM non offre nessuna analisi nè segnale di trading.

Anche Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) offre le analisi della società Trading Central.

Parliamo infatti di una tra le più conosciute compagnie che analizzano ogni istante migliaia di mercati e inviano notifiche di opportunità di trading.

Peccato non approfittare di queste opportunità non credi?

GTCM truffa?

Dobbiamo essere molto seri in questo paragrafo della nostra investigazione e dire che GTCM non è una truffa, nel senso che ha una licenza e possiamo chiedere all’ente di regolamentazione di fare pressioni per riavere indietro i nostri soldi.

Ricorda però che il broker è conosciuto per:

  • non offrire un conto demo
  • adottare delle strategie di marketing ad alta pressione e aggressive
  • non ci sono possibilità di utilizzare un copia trading o un servizio di social trading come quello di Instaforex .

Siamo dunque davanti a problemi di una certa importanza che a rigor di logica potrebbero spingere un cliente a cambiare società.

Noi lo faremmo e tu?

Ecco qui sotto delle alternative affidabili.

GTCM Alternative?

Ci sono molti broker che operano nel settore dei mercati emergenti e qui puoi leggere la lista definitiva e completa delle piattaforme regolamentate europee e internazionali.

Andiamo ora a parlare di quelli che sono i siti web tra i più popolari e affidabili oggi sul mercato,

Sono 2 i siti web che danno permettono l’accesso ai mercati con l’utilizzo dello strumento dei contratti per differenza:

Se sei alle prime armi e non hai mai utilizzato delle piattaforme di trading, devi poter accedere a dei corsi con piattaforme dimostrative senza rischi che ti aiutino a comprendere come utilizzarle e a come funzionano al 100%.

Avrai a disposizione:

  • servizi e grafici per leggere i mercati
  • news e reports per essere sempre informato
  • analisi per fare previsioni
  • utilizzare la vendita allo scoperto e cioè potrai operare anche quando i mercati scendono e vanno in ribasso.

Investous

La piattaforma Investous (clicca qui per il sito ufficiale) è una tra le più popolari sui mercati finanziari delle piattaforme online.

Per questo motivo piattaforme autorizzate come Investous (clicca qui per il sito ufficiale) e offrono diversi servizi come quelli forniti dalla società Trading Central che si occupa di analizzare i mercati e inviare notifiche di trading.

Investous è popolare per permettere a tutti i suoi clienti di operare con:

  • Segnali di trading: le notifiche si possono ricevere sia sulla piattaforma sia via email o sul proprio smartphone. Qui i dettagli da non perdere sull’offerta . Ricordiamo che il servizio è gratuito
  • Guide e corsi di trading: per permettere a tutti di accostarsi ai mercati finanziari, hanno creato dei video corsi e dei manuali per spiegare il funzionamento della piattaforma. Scaricalo ora, ricevi il manuale qui .

Trade.com

La piattaforma Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) è molto popolare in Europa e in Italia e offre il trading su più di 2100 asset con i migliori spread sul mercato.

Il broker mette a disposizione molte opzioni e piattaforme a partire da quelle per il web, per tutti coloro che non vogliono scaricare una piattaforme, le famose Metatrader 4 e 5 che ti permettono pure di fare trading dal vivo senza commissioni.

Ha pure le app per smartphone sia iOS che Android.

Apri un conto demo gratis con Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) e prova l’incredibile offerta.

GTCM Forum Italia

Di certo non siamo davanti a una truffa: GTCM è una piattaforma con licenza EU e pare che attualmente non sia sotto esame o abbia ricevuto delle multe da parte di CySEC.

Come hai avuto modo di leggere alle volte avere una licenza, spesso non è sufficiente per far ritenere una piattaforma affidabile.

Riteniamo infatti che ci siano alternative sicuramente più interessanti e più convenienti, come quelle presenti nella lista dei migliori broker qui .

Ti invitiamo nel caso sia un truffato, di segnalarlo nel forum qui sotto.

Scegli fin da oggi di fare investimenti con piattaforme autorizzate.

Trading Online Tasse

Uno degli argomenti più trascurati, per ovvie ragioni, da chi fa trading online è quello relativo alla tassazione del settore. Se da una parte non si vede l’ora di iniziare per vedere i profitti che si riescono ad incamerare, nessuno si preoccupa mai di controllare come, quando e dove bisogna pagare le tasse allo stato.

Questo d’altronde è un “problema” che tutti vorrebbero avere, perché se devi pagare le tasse vuol dire che fai reddito, quindi è comunque una buona notizia.

Forse solo in pochi si interessano al tema, per il semplice fatto che spesso non si è al corrente di quello che comporta fare trading online e dei rendimenti che si possono realizzare.

Proprio per questo capita spesso che i nuovi traders si trovino impreparati quando vedono il loro capitale crescere. Spesso vanno nel panico perché si tratta di guadagni non dichiarati. Molti non sanno come regolarsi per pagare le tasse sui proventi del trading e corrono così il rischio di multe salate da parte delle autorità.

Fare trading online può davvero sorprendere per le entrate che si possono realizzare, a prescindere dagli strumenti finanziari che si sceglie di utilizzare.

Purtroppo non tutto quello che si riesce a guadagnare grazie alla propria abilità di negoziazione può restare in cassa. Non non si può davvero tenere tutto per sé altrimenti, come tutti gli altri rientreresti subito in una famigerata categoria: quella dell’evasore fiscale!

ATTENZIONE: per evitare problemi col fisco risultando evasori la soluzione migliore è quella di affidarsi solo a broker di trading online già organizzati per aiutare i propri utenti a pagare le tasse.

In questa tabella abbiamo riportato solo intermediari professionali e legali pronti a fornire ai loro traders tutte le indicazioni per pagare i tributi una volta accumulati sul conto di trading e spostati sul proprio conto bancario.

Scopri tutti i broker

Trading online: tasse convenienti

Ogni attività che contempla l’acquisizione di redditi e che porta a plusvalenze è soggetta a tassazione. Il trading online in tal senso non fa eccezione, si tratta, tra l’altro, di una delle attività che porta i maggiori introiti in assoluto, specie se si fanno paragoni con gli altri business che si possono trovare online al giorno d’oggi.

Comunque, non c’è da preoccuparsi, qui sei nel posto giusto. Ti parliamo di tutto ciò che riguarda la tassazione del trading online in modo chiaro e preciso in modo tale che tu non possa mai trovarti in difetto nei confronti del fisco italiano.

La fortuna è che le tasse nel trading online sono soggette ad un regime leggermente diverso e più vantaggioso rispetto a quello che accade per altre attività.

Nell’elenco seguente cerchiamo di capire come questo accade e quali sono gli aspetti positivi che puoi sfruttare diventando un professionista nel mondo del trading online:

  • Chi fa trading online non paga tasse alte come quelle di chi svolge altre attività, infatti la pressione fiscale su questo business è nettamente inferiore;
  • Chi pratica il trading online non è soggetto al pagamento di commissioni o tassazione fissa da pagare a scadenze ben precise e prestabilite;
  • Gli operatori finanziari devono pagare le tasse soltanto se hanno fatto realmente dei profitti altrimenti non c’è nulla da pagare;
  • Se fai trading online inoltre non ci sono lungaggini ed obblighi burocratici di alcun tipo, come ad esempio non devi dotarti di una partita IVA e non devi versare i contributi INPS e molto altro ancora.

Insomma da questi 4 punti che abbiamo colto appare subito evidente come fare trading online possa addirittura suscitare invidia per chi è costretto a pagare normalmente le tasse.

I traders possono essere visti quasi come dei privilegiati specie in tempi di crisi molto forte dove pagare le tasse è diventato un enorme problema per tutti. Ma ora scendiamo nei dettagli e cerchiamo di vedere più da vicino come funziona la tassazione del trading online.

Come si calcolano le imposte nel trading ?

Ribadiamo subito il concetto che solo se fai redditi legati all’attività di investimento sui mercati finanziari devi pagare una certa cifra di tasse. Soltanto se arrivi concretamente a guadagnare qualcosa, ossia se ricevi una “plusvalenza” dalla tua attività di investimento, poi verrai tassato.

Se ad esempio nell’anno solare fai un versamento sul tuo conto di 100 € e riesci, con le tue operazioni, a portare il totale sul tuo conto a 2000 € ciò significa che hai realizzato una plusvalenza del valore di 1900 €.

Questo è un guadagno reale e tangibile che hai ottenuto facendo trading, e sarà proprio su questa cifra che poi verrà calcolata l’aliquota per il pagamento delle imposte.

Ovviamente bisogna tenere presente che i 100 € versati inizialmente non erano profitto ma denaro depositato sul conto di un broker di tasca tua come capitale di investimento. Se invece di fare profitti, come può capitare, si registrano soltanto perdite non si deve pagare assolutamente nulla.

Quando si fanno perdite, tecnicamente si dice che si è verificata una minusvalenza. È bene tenere conto anche delle “minusvalenze” perché questo potrebbe rivelarsi un ulteriore grande vantaggio come stai per scoprire.

Quali operazioni di trading si conteggiano?

Per spiegare meglio il concetto vogliamo parlare del mercato forex Forex, disponibile su tutte le principali piattaforme di trading online come quella di eToro (visita il sito ufficiale a questo indirizzo).

Il Forex è una tipologia di mercato e di investimenti che può portare all’apertura di posizioni di trading di lunga durata. Gli eseguiti possono restare aperti per lunghi periodi di tempo, a volte addirittura anni.

Procediamo ora con un esempio realistico per capire meglio quali posizioni alla fine bisognerà conteggiare per procedere al pagamento delle tasse.

A conti fatti, all’interno della tua dichiarazione dei redditi annuale devono rientrare soltanto le operazioni che sono state chiuse nell’arco dell’anno.

Ovvero se viene aperta una posizione il 4 marzo e poi la chiudi il 10 maggio perché è ora di riscuotere i profitti che hai accumulato in quei mesi dello stesso anno, tale operazione va conteggiata.

Ma se si apre una posizione il 15 dicembre ed essa viene chiusa il 5 febbraio dell’anno successivo essa non deve essere messa in conto per la dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, ma varrà per l’anno successivo.

Prima di continuare vorremmo mostrarti questa prova gratuita con Investous – di che cosa si tratta?

Questo innovativo broker mette a disposizione una prova gratuita di segnali trading via SMS.

Cosa fare con le minusvalenze del trading online ?

Se fai trading online nella tua dichiarazione dei redditi devi sempre e comunque farne menzione sia che tu chiuda l’anno con una minusvalenza, e quindi in perdita, sia con una plusvalenza.

Questo fatto è molto importante, vediamo perché. Quando viene dichiarata una minusvalenza nell’anno precedente (ovvero se il bilancio totale delle operazioni effettuate è in negativo) questa può essere sottratta dalle eventuali plusvalenze realizzate successivamente, andando così ad abbattere l’imponibile in tasse.

Facciamo un esempio. Nell’anno 2020 hai chiuso tutte le tue operazioni e il conteggio è in perdita di 100 €, nel 2020 hai chiuso l’annata con una plusvalenza di 200€, ora al momento della dichiarazione dei redditi le tasse le pagherai sui 200 €, meno i 100 € di minusvalenza realizzati l’anno precedente.

Nota importante sui brokers da usare

Fai trading solo su broker regolamentati in Europa come IQ Option – ogni anno ti forniscono una dettagliata rendicontazione di tutte le operazioni che hai effettuato nell’anno cosicchè tu abbia già tutto ciò che ti occorre da presentare in sede di dichiarazione dei redditi.

Tra gli altri broker consigliati abbiamo:

Dopo aver chiarito quali sono le piattaforme che permettono di lavorare nel trading in modo regolamentato e sicuro anche dal punto di vista fiscale, orniamo a parlare di eventuali minusvalenze maturate nell’anno precedente e di come esse possano gravare sulla dichiarazione di eventuale plusvalenza nell’anno dopo.

Si tratta di un espediente davvero importante di cui tenere conto perché ti permette di risparmiare molto denaro, soprattutto se purtroppo le cose non sono andate per il meglio nell’anno precedente.

Va da sé che un simile provvedimento è fondamentale per un principiante. È possibile diminuire di molto il totale da pagare con le minusvalenze sostenute in anni precedenti fino ad un massimo di 4 anni.

Ciò significa che se il totale delle minusvalenze negli ultimi 4 anni è stato di 500 € e la plusvalenza dell’anno in corso è stata di 500 € il totale da versare come tasse sarà di zero euro.

Certo noi non ti auguriamo che si verifichi una situazione simile, ma intanto ricordati che la legge è questa. Meglio essere preparati anche ad ogni evenienza. Infine, ti ricordiamo che attualmente l’aliquota in vigore è del 26 % altro aspetto vantaggioso per chi fa trading online!

Bene, andiamo avanti….

Nel tempo lo stato è andato aumentando questa quota che in passato era ancora più bassa e vantaggiosa ed ammontava soltanto al 12 e mezzo per cento. Quindi a conti fatti se la tua plusvalenza nel corso dell’anno è stata, per esempio, di 100 € tu devi pagare 26 € di tasse e non un centesimo di più.

Ovviamente bisogna ricordarsi di andare a sottrarre le minusvalenze degli anni precedenti se ti sono capitate.

Come si pagano le tasse nel trading online ?

Per procedere poi con il pagamento delle tasse da un punto di vista pratico esistono due modalità:

Ogni trader deve affidarsi ad un broker affidabile per fare trading online e sarà il broker a fornire al trader una piattaforma per fare investimenti.

Tra le molte iniziative che i broker intraprendono in favore dei loro clienti c’è anche la possibilità di fare trading in regime amministrativo. Ciò significa che in questo caso è il broker stesso a preoccuparsi della tua situazione fiscale.

In questo caso svolge il ruolo cosiddetto di “sostituto d’imposta”.Quindi autorizzato a versare direttamente i soldi nelle casse dello stato scaricando di ogni responsabilità il cliente.

L’altro caso è invece quello classico del regime dichiarativo dove il broker non assume il ruolo di sostituto d’imposta ed il dovere di pagare le tasse è demandato direttamente al trader.

Broker di trading organizzati per le tasse

Ricordiamo che in Italia i migliori broker di trading online hanno scelto di comune accordo di non agire da sostituti d’imposta. Ciò significa che i grandi broker legali e autorizzati nel nostro Paese non fanno la dichiarazione al posto dei loro traders.

Tuttavia, ciò non significa che non siano organizzati per aiutare i loro clienti a pagare le tasse. I migliori broker come Investous o IQ Option preparano un report annuale che comprende tutte le operazioni effettuate dal trader e tutti i risultati ottenuti.

Ti basta portare questo documento al tuo consulente commercialista ed è fatta, egli saprà già cosa fare.

Basandosi sul report fornito dal broker, quando si fa la dichiarazione dei redditi vengono riportati tutti i dati necessari. In base ad essi viene calcolata l’aliquota del 26 % che stabilisce quanto bisogna versare.

Per fare la dichiarazione devi avvalerti dei classici documenti come il Modello Unico oppure il 730.

Nel caso in cui tu non ti senza abbastanza bravo con queste faccende ti basta contattare il un commercialista. Sarà lui a darti tutte le indicazioni e le dritte del caso, non è necessario che egli sia esperto in materia di trading.

Conclusioni sulle Tasse nel Trading

Nella nostra guida abbiamo affrontato il tema delle tasse nel trading. Abbiamo visto come pagarle sia conveniente e non rappresenti un problema grazie al supporto del giusto broker di trading online.

Se hai altri dubbi relativi alla tassazione nel campo del trading, contattaci! Saremo lieti di aiutarti ulteriormente e risolvere ogni tuo dubbio e curiosità. Gli esperti di GuidaTradingOnline.net sono sempre a tua disposizione:

Facebook: Pagina Ufficiale Guidatradingonline.net

Ricorda: fare trading in modo sicuro non deve essere un lusso ma una tua assoluta priorità !

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: