Giornata densa di dati importanti Euro Usd Aud

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Giornata densa di dati importanti Euro Usd Aud

Giornata densa di dati importanti in arrivo da Gran Bretagna sul numero di disoccupati (10:30) e soprattutto i verbali della MPC (10:30) che daranno la dimensione delle operazioni della Bank of England.

Nel pomeriggio i dati sui permessi edilizi (14:30) dati in leggera flessione rispetto al dato precedente, l’indice dei prezzi alla produzione (14:30) e i dati sui nuovi cantieri edilizi (14:30) forniranno una prima fotografia della situazione economica del post Bernanke.

Di fondamentale importanza in serata (20:00) la pubblicazione dei verbali del FOMC di fine gennaio che forniranno la dimensione del dibattito all’interno della Federal Open Market Committee, il braccio decisionale della FED, alla luce del rapido abbattimento del tasso di disoccupazione verso il 6.5% indicato dall’ex governatore Bernanke come la soglia oltre cui sarebbe stato possibile iniziare il tapering.

Prosegue l’ascesa vigorosa della moneta unica contro dollaro statunitense a scapito del dato disastroso sullo ZEW tedesco che fa registrare ieri un pessimo 55.7 contro le attese che lo davano almeno in linea con il dato precedente a 61.7. Anche la fiducia dei consumatori della zona Euro non soddisfa (ZEW EUR 68.5 contro le attese a 73.9). A nulla sono serviti i messaggi rassicuranti provenienti dai governi nazionali sui primi deboli segnali di ripresa.

Tuttavia, le ragioni dell’ascesa inarrestabile dell’Euro vanno ritrovati principalmente nella debolezza del dollaro dovuta ai deludenti dati macro usciti ieri pomeriggio oltre oceano.

Dal punto di vista tecnico il cambio si mantiene all’interno del canale ascendente (grafico) attestandosi nelle prime ore di oggi sulla parte di resistenza. Attenzione quindi ai dati di oggi pomeriggio sui nuovi permessi edilizi e sull’indice dei prezzi di produzione.!

Lo Yen si mantiene laterale in un canale estremamente ridotto tra 101.5 e 102.5 senza riuscire a rompere nè al rialzo nè al ribasso.

Durante la notte l’indice delle attività industriali uscito a -0.1% lievemente al di sotto delle attese non ha dato particolare spinta in nessuna direzione confermando così il comportamento sideways anche per colpa di un indice Nikkei poco vigoroso che dopo i forti rialzi di ieri oggi chiude la sessione asiatica con -0.52%.

Buoni i dati australiani, che senza esagerare con l’entusiasmo, mantiene l’aussie sopra il livello psicologico a 0.90. Laterale quindi anche AUDUSD che si sta appoggiando sul supporto mobile (grafico) in attesa di direzionalità. Anche in questo caso i dati del pomeriggio in arrivo da oltreoceano potranno decisamente muovere il mercato. Attenzione quindi ai supporti in zona 0.90 e 0.9050 nel caso di una rottura al rialzo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Giornata densa di dati in Regno: GBP sotto i riflettori

Market Brief

G10 Advancers and Decliners vs USD
AUD 0.43 CAD -0.12
Global Indexes Current Level % Change
Nikkei 225 Index 14405.76 -0.1364
Hang Seng Index 22586.7 1.0483
Shanghai Index 2049.55 -0.0572
FTSE futures 6850.5 0.1462
DAX futures 9780.5 0.1587
SMI Futures 8558 0.3047
S&P future 1896.6 0.1214
Global Indexes Current Level % Change
Gold 1295.36 0.1357
Silver 19.59 0.2302
Crude wti 101.95 0.2458
VIX 12.13 0.8177
USD Index 80.04 -0.126

Ieri, a New York, l’S&P500 ha segnato il nuovo massimo storico a 1,902.17 USD, con le vendite al dettaglio negli Stati Uniti incapaci di fornire risposte alle stime di mercato. Le convinzioni in merito a un più esteso periodo di liquidità a buon mercato ha amplificato il sentiment legato al rischio negli Stati Uniti dopo che i dati hanno segnalato un andamento piatto-negativo nel mese di aprile: le vendite al dettaglio complessive hanno progredito dello 0,1% (contro lo 0,4% atteso e l’1,1% ultimo dato), stabilizzandosi allo 0,00% ex-auto (contro lo 0,6% atteso), con una contrazione di -0,1% ex-auto e gas (contro il 0,5% atteso).

Notizie al lumicino giungono dall’Asia. I prezzi aziendali di merci giapponesi hanno subito un’accelerazione dal 2,8% m/m, ad aprile, in ragione dell’aumento di 3 ppt dell’imposta sulle vendite nel corso dello stesso mese. I cross del JPY viaggiano in modo altalenante. L’USD/JPY non è riuscito a penetrare oltre la MM a 50 giorni, in scia ai deboli dati dagli Stati Uniti, posizionandosi così tra 102,12/28 a Tokyo. Gli indicatori di tendenza e di momentum restano piatti. Gli ordini degli importatori operano sopra 101,50, gli ordini d’acquisto per opzioni sono di supporto sopra 102,50. Leggeri stop si intravedono all’interno di 102,44/75 (copertura giornaliera di Ichimoku). L’EUR/JPY testa la base della nuvola giornaliera (140,01), nella parte inferiore. L’inclinazione EUR-negativa e il piatto JPY potrebbero mantenere le pressioni al ribasso in vista dei dati per la zona euro di giovedì (PIL e IPC).

Le redini tirate presso la BCE scuotono i cross dell’EUR in tutto il mondo. L’EUR è soggetto a un grande rischio di intervento verbale/legato agli eventi, con i dati e il giudizio dei funzionari della BCE che forgiano le attese della BCE in vista del fondamentale incontro del 5 giugno. I titoli di stato italiani a 10 anni sono scesi al di sotto del 3% per la prima volta. Per un breve periodo l’EUR/USD è stato scambiato al di sotto di 1,3689 e ha recuperato oltre 1,3700. La resistenza è posizionata prima della MM a 100 giorni (1,3741), in scia ai timori relativi alla pubblicazione dell’ICP di giovedì. Sul canale discendente si intravedono miti offerte a 1,3700/25, con il supporto a 1,3673 (minimo di aprile), successivamente a 1,3625 (MM a 200 giorni).

Nel Regno Unito si assisterà a una giornata ricca di eventi: dati sulla disoccupazione a marzo e verbale trimestrale sull’inflazione occuperanno ampiamente i titoli dei giornali a Londra. La coppia GBP/USD ha indietreggiato ai livelli minimi di maggio (ieri 1,6819 a New York), per poi recuperare, all’apertura dei mercati europei, oltre la MM a 21 giorni (1,6847). Non ci aspettiamo cambiamenti significativi in merito alle previsioni economiche della BoE; Carney mostrerà, con tutta probabilità, scarso entusiasmo quanto a un buon recupero del Regno Unito in vista di un orientamento futuro. Tuttavia, qualsiasi notizia favorevole dovrebbe entusiasmare i tori del GBP. Le resistenza chiave permangono a 1,7000 (livello psicologico), poi a 1,7043 (massimo su cinque anni). L’EUR/GBP estende la debolezza a 0,81346 – minimo da gennaio 2020, il momentum ribassista si rafforza. Il prossimo supporto chiave si attesta a 0,80817/55 (minimo gennaio 2020).

Evento chiave di oggi: il verbale trimestrale sull’inflazione pubblicato dalla BoE (alle 09:30 GMT). Gli operatori osservano: l’IPC (finale) tedesco, francese e spagnolo di aprile m/m e a/a, il debito italiano di marzo del governo generale, il cambiamento relativo alle domande di disoccupazione nel Regno Unito e le richieste occupazionali ad aprile, il tasso di disoccupazione ILO nel Regno Unito (3 mesi) e i guadagni settimanali (media su 3 mesi), la produzione industriale nella zona euro a marzo m/m e a/a, l’indagine ZEW del Credit Suisse sulle aspettative di maggio in Svizzera, l’IPP USA di aprile m/m e a/a, Teranet/Banca nazionale canadese ad aprile m/m e a/a.

Today’s Calendar Estimates Previous Country / GMT
GE Apr F CPI MoM -0.20% -0.20% EUR / 06:00
GE Apr F CPI YoY 1.30% 1.30% EUR / 06:00
GE Apr F CPI EU Harmonized MoM -0.30% -0.30% EUR / 06:00
GE Apr F CPI EU Harmonized YoY 1.10% 1.10% EUR / 06:00
SW TNS Sifo Prospera publishes Swedish inflation expectations SEK / 06:00
FR Apr CPI EU Harmonized MoM 0.10% 0.50% EUR / 06:45
FR Apr CPI EU Harmonized YoY 0.90% 0.70% EUR / 06:45
FR Apr CPI MoM 0.10% 0.40% EUR / 06:45
FR Apr CPI YoY 0.90% 0.60% EUR / 06:45
FR Apr CPI Ex-Tobacco Index 126.38 126.29 EUR / 06:45
SP Apr CPI EU Harmonised MoM 0.60% 1.60% EUR / 07:00
SP Apr F CPI EU Harmonised YoY 0.30% 0.30% EUR / 07:00
SP Apr CPI Core MoM 0.50% EUR / 07:00
SP Apr CPI Core YoY 0.30% 0.00% EUR / 07:00
SP Apr CPI MoM 0.90% 0.20% EUR / 07:00
SP Apr F CPI YoY 0.40% 0.40% EUR / 07:00
UK Apr Claimant Count Rate 3.30% 3.40% GBP / 08:30
UK Apr Jobless Claims Change -30.0K -30.4K GBP / 08:30
UK Mar Average Weekly Earnings 3M/YoY 2.10% 1.70% GBP / 08:30
UK Mar Weekly Earnings ex Bonus 3M/YoY 1.50% 1.40% GBP / 08:30
UK Mar ILO Unemployment Rate 3Mths 6.80% 6.90% GBP / 08:30
UK Mar Employment Change 3M/3M 248K 239K GBP / 08:30
IT Mar General Government Debt 2107.2B EUR / 08:30
NO Norway Presents Supplemental 2020 Budget NOK / 08:45
EC Mar Industrial Production SA MoM -0.30% 0.20% EUR / 09:00
EC Mar Industrial Production WDA YoY 0.90% 1.70% EUR / 09:00
SZ May Credit Suisse ZEW Survey Expectations 7 CHF / 09:00
NO Norway’s Jensen Presents Budget in Oslo NOK / 09:00
UK Bank of England’s Mark Carney Releases Inflation Report GBP / 09:30
US May 9th MBA Mortgage Applications 5.30% USD / 11:00
US Apr PPI Final Demand MoM 0.20% 0.50% USD / 12:30
US Apr PPI Ex Food and Energy MoM 0.20% 0.60% USD / 12:30
US Apr PPI Final Demand YoY 1.70% 1.40% USD / 12:30
US Apr PPI Ex Food and Energy YoY 1.40% 1.40% USD / 12:30
CA Apr Teranet/National Bank HPI MoM 0.00% CAD / 13:00
CA Apr Teranet/National Bank HPI YoY 4.60% CAD / 13:00
CA Apr Teranet/National Bank HP Index 160.42 CAD / 13:00
Currency Tech
EURUSD
R 2: 1.3825
R 1: 1.3775
CURRENT: 1.3725
S 1: 1.3700
S 2: 1.3673

GBPUSD
R 2: 1.6996
R 1: 1.6906
CURRENT: 1.6863
S 1: 1.6819
S 2: 1.6763

USDJPY
R 2: 103.02
R 1: 102.75
CURRENT: 102.16
S 1: 102.00
S 2: 101.50

Euro, Calendario Economico del 3 maggio 2020: focus su inflazione europea

La giornata del 3 maggio 2020 si annuncia densa di appuntamenti. Il più importante, come suggerisce il calendario economico, è la pubblicazione del dato sull’inflazione nell’area Euro. Se ne segnalano di importanti anche sul fronte AUD e GBP. Ecco una panoramica degli avvenimenti principali e le stime degli analisti.

Ore 03.30. Saldo della bilancia commerciale in Australia. Australian Trade Balance. La bilancia commerciale è un dato importantissimo in quanto la differenza tra il valore dei beni esportati e il valore dei beni importati influenza direttamente la massa monetaria, che a sua volta influenza i rapporti tra le valute. In linea di massima, e nel breve periodo, un miglioramento della bilancia (aumento del surplus o diminuzione del deficit) impatta positivamente sulla valuta; un peggioramento della bilancia (diminuzione del surplus o aumento del deficit) impatta negativamente. L’Australia è tradizionalmente un paese esportatore di materie prime e dovrebbe confermare questa tendenza anche relativamente a marzo, per cui gli analisti prevedono un surplus di 0,925 miliardi (a febbraio erano 0,825).

Ore 10.30. Indice dei direttori degli acquisti del settore servizi nel Regno Unito. UK Services PMI. L’indice suggerisce il grado di attività espresso dai responsabili delle imprese impegnate nel settore terziario. E’ un dato importante in quanto offre una panoramica di questo settore. Il valore che funge da spartiacque tra recessione ed espansione il 50. Valori superiori alle aspettative generano un impatto positivo sulla valuta. Valori inferiori alle aspettative generano un impatto negativo. Il PMI servizi del Regno Unito dovrebbe performare molto meglio rispetto al PMI manifatturiero. Si prevede, infatti, un discreto 53,3 (valore precedente: 51,7).

Ore 11.00. Indice dei prezzi al consumo nell’area Euro. Euro Zone CPI. L’inflazione è un parametro importantissimo per il Forex, forse il più importante dopo i tassi di interesse, anche perché ad essi strettamente correlato. L’andamento dell’inflazione, infatti, influenza le decisioni di politica monetaria. Ad ogni modo, nel brevissimo periodo, una inflazione che si avvicina all’obiettivo produce un apprezzamento della moneta di riferimento (in questo caso l’euro), mentre una inflazione che si allontana dall’obiettivo produce un deprezzamento. L’inflazione dell’area Euro è anche molto lontana dal suo target. Da aprile 2020 ad aprile 2020, infatti, i prezzi dovrebbero essere aumentati solo dell’1,3% (proprio come nella rilevazione precedente).

Ore 14.30. Saldo della bilancia commerciale negli Stati Uniti. US Trade Balance. La bilancia commerciale degli Stati Uniti è tradizionalmente in deficit, essendo gli USA un paese principalmente importatore, per quanto la nuova amministrazione stia cercando di invertire la rotta. Qualche miglioramento, comunque, è all’orizzonte: gli analisti stimano che a marzo il deficit sia sceso a -55,60 miliardi, contro i -57,60 miliardi di febbraio.

Ore 14.30. Saldo della bilancia commerciale del Canada. Canadian Trade Balance. Discorso simile per il Canada, che analogamente agli Stati Uniti sono un paese a vocazione importatrice. Si segnala una tendenza al miglioramento anche in questo caso. Secondo gli analisti, a marzo la bilancia commerciale avrà fatto segnare -2,24 miliardi, ossia più di 300 milioni in meno rispetto al dato di febbraio.

Ore 16.00. Indice ISM non manifatturiero (USA). US ISM Non Manufacturing PMI. L’indice altro non che è un PMI servizi, per quanto elaboratore da un istituto privato quale è l’Institute for Supply Management. Ad ogni modo, le regole sono le stesse. Il PMI servizi degli Stati Uniti è dato dagli analisti in leggero calo. Dovrebbe infatti passare dal 58,8 di marzo al 58,1 di aprile. La medesima dinamica si è apprezzata nel PMI manifatturiero.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: