Facebook l’Ad ammette la delusione del titolo

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Tag: facebook

Facebook e opzioni binarie: stretta pubblicitaria

Dopo le tante (purtroppo) truffe di piattaforme trading senza licenza, Facebook ha deciso di vietare la pubblicità per gli operatori di opzioni binarie, oltre che alle cripto e alle ICO….

di Daniele Pace – 28 Febbraio 2020

Investire su Facebook con le opzioni binarie

Mark Zuckerberg l’ha definita solamente una “buona trimestrale”. Ma in effetti, i dati finanziari resi noti da Facebook rappresentano molto di più di una buona trimestrale. Sono ciò che investitori…

di Luigi Boggi – 29 Luglio 2020

Broker / di michele – 12 Novembre 2020

Perché investire su Facebook con le Opzioni Binarie

Sono numerose le possibilità offerte dall’universo delle opzioni binarie per investire su Facebook. Tutto sta nel selezionare al meglio gli strumenti attraverso i quali operare. Facebook, insieme a Twitter, è un punto…

di michele – 12 Novembre 2020

Borsa: è ora di puntare a Facebook

Facebook ha debuttato il borsa nel maggio del 2020 ma da allora le azioni del social network più conosciuto del mondo, hanno iniziano a perdere quota. Lo stesso Zuckerberg ha…

di Luigi Boggi – 31 Luglio 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

FB: in corsa grazie all’adv mobile

Chi si occupa di opzioni binarie è abituato a scommettere sul verificarsi di un trend o sul non verificarsi dello stesso. Nel caso di Facebook, non ci si aspettava certo…

di Luigi Boggi – 29 Luglio 2020

ADV: new deal della pubblicità Facebook

Facebook ha attraversato un momento molto burrascoso a livello societario e finanziario, infatti, nell’ultima riunione societaria, lo stesso Zuckerberg ha spiegato che l’esperienza di Wall Street non è stata positiva….

di Luigi Boggi – 30 Giugno 2020

IT: la nuova sfida di FB ha impatto sul titolo?

Per la prima volta dopo tanti anni, il fondatore di Facebook si lamenta pubblicamente, o meglio durante l’assemblea dei soci, di come stanno andando le cose a livello finanziario. In…

di Luigi Boggi – 21 Giugno 2020

Facebook: l’Ad ammette la delusione del titolo

Facebook, fin dal suo debutto nel mercato finanziario, non è mai riuscito a convincere del tutto. Forse il salto nel mercato era da studiare meglio, forse è stato sopravvalutato. Fatto…

di Luigi Boggi – 18 Giugno 2020

Opzioni binarie: Facebook e il rimborso da 62 milioni

Fare trading con le opzioni binarie consente anche di fare delle rapide incursioni in borsa dove le azioni, soprattutto debuttanti, sono accompagnate da un fiume di notizie desiderabili. Peccato che…

di Luigi Boggi – 25 Marzo 2020

Le novità di Facebook non incidono sul mercato

Il CEO di Facebook ha presentato le novità in programma per il 2020 senza accennare al lancio del Facebook Phone o all’introduzione dei messaggi a pagamento, ma annunciando una nuova…

di Luigi Boggi – 16 Gennaio 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Nestlé: dall’anno prossimo un altro avversario

Nestlé è una delle società maggiormente bersagliate dal punto di vista etico dai consumatori finali, eppure i suoi prodotti sono graditissimi da grandi e piccini e proprio questo ha fatto sì che l’azienda crescesse e diventasse leader in alcuni settori. Oggi chi compra una macchina per il caffé che funzioni con le cialde, sicuramente ambisce ad avere in casa una macchina Nespresso che, guarda caso, è proprio prodotta dalla Nestlé. Il fatto che le cialde di questo prodotto fossero uniche, ha consentito all’azienda di acquisire in pochi anni una posizione di rilievo, una vera e propria leadership nel settore.

Adesso, però, qualcuno sta andando a rompere le uova nel paniere della Nestlé. Si tratta di un’altra multinazionale, la statunitense Modelez International che ha deciso di vendere dall’anno prossimo delle cialde monodose compatibili con le macchine Nespresso.

Questa adattabilità, combinata con un buon prezzo dei prodotti, potrebbe minare alla base l’impero della Nestlé. Le nuove cialde compatibili saranno vendute direttamente, all’inizio, soltanto in Austria, Francia, Germania e Svizzera ma i potenti mezzi digitali consentiranno sicuramente una proliferazione dei prodotti anche in Italia.

La distribuzione, almeno all’inizio, sarà curata dai marchi Jacobs e Carte Noir che per Mondelez da diversi anni sono attivi nel settore agroalimentare.

Fiat, Marchionne ammette delusione da area Nafta

Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles ritiene realistici i target 2020, confermati oggi, anche se i dati in America latina sono risultati inferiori rispetto allo scorso anno e anche se l’area Nafta ha deluso a livello di margine. Il gruppo resta aperto a discutere alleanze, ma non c’è nulla che bolle in pentola

di Francesca Gerosa 30/07/2020 15:25

tempo di lettura

Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, ritiene realistici i target 2020, confermati oggi. “Siamo piuttosto a nostro agio con le guidance che abbiamo dato”, ha dichiarato in occasione della conference call di commento ai conti del secondo trimestre del gruppo.

I ricavi di quest’anno sono previsti maggiori o uguali a 93 miliardi di euro, l’ebit è atteso tra circa 3,6 e 4 miliardi di euro, mentre l’utile netto tra 0,6 e 0,8 miliardi di euro, con un utile per azione (eps) in miglioramento da circa 0,10 euro (esclusa gestione atipica) a un intervallo tra circa 0,44 e 0,60 euro. Infine, l’indebitamento netto industriale è atteso tra 9,8 e 10,3 miliardi di euro.

Soffermandosi, invece, sui conti, Marchionne ha riconosciuto che i dati in America latina sono risultati inferiori rispetto allo scorso anno, sottolineando però che il gruppo ha fatto meglio rispetto ai competitor della regione. Inoltre, l’ad si è detto incoraggiato dai progressi fatti nell’area Emea “anche se la situazione in Europa non è fantastica, si sta stabilizzando” e la regione Apac ha continuato a performare bene.

“La vera delusione è arrivata dall’area Nafta a livello di margine, ma è una cosa a cui vogliamo rimediare”, ha ammesso il top manager, spiegando che il gruppo soffre la pressione dei prezzi: “dobbiamo essere più disciplinati sul lato dei prezzi”. Comunque, continua a performare bene a livello di ricavi. L’ebit nel secondo trimestre ha segnato un calo a 598 da 733 milioni nell’area Nafta, un calo a 62 da 224 milioni in America latina, un aumento a 106 da 88 in Asia e Pacifico, mentre la perdita dell’area Emea è scesa a 6 da 69 milioni.

Marchionne ha poi ribadito che Fiat Chrysler resta aperta a discutere alleanze. “Si, ripeto quanto già detto. Siamo aperti a discutere con chiunque. Non è niente di nuovo”, ma a proposito dei recenti rumor che vedono un interesse di Volkswagen e di Peugeot per Lingotto non c’è nulla che bolle in pentola: “non c’è niente da dire. Abbiamo sempre rigettato queste voci. Quando ci sarà qualcosa da dire lo diremo chiaramente”, ha precisato Marchionne, fiducioso che l’esborso massimo per il diritto di recesso che la casa automobilistica ha posto come condizione in occasione della fusione con Chrysler non supererà i 500 milioni di euro.

“Sul mercato”, ha detto, “c’è chi si è chiesto se la cifra possa essere superata. La risposta è no. La cifra non può essere superata per nessuna ragione”. Dichiarazioni che per ora un fanno presa sul titolo Fiat in borsa, ancora in calo dello 0,79% a 7,55 euro, anche se in ripresa dal minimo di giornata a quota 7,415 euro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: