Cosa sono le candele giapponesi

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Candele giapponesi Cosa sono e Come leggerle

Le candele giapponesi sono uno strumento di analisi tecnica.

Le candele giapponesi sono delle figure tecniche usate per rappresentare graficamente l’andamento dei prezzi.

Questa rappresentazione è nata in Oriente precisamente in Giappone nel 1800.

In Europa e nell’Occidente questa tecnica è arrivata molto più tardi soltanto negli anni 90, portata soprattutto da Stewe Nightson che è andato in Oriente ad imparare questa tecnica e poi l’ha esportata in Occidente.

A riguardo i libri di Stewe Nightson sulle candele giapponese (ne ha scritti un paio) sono tra i migliori in questa materia.

Una citazione di John Keats afferma:

Non c’è nulla di più disastroso di una politica di investimento razionale in un mondo irrazionale

Questo significa che i mercati hanno si una componente razionale ma soprattutto una componente irrazionale.

Quindi una componente emotiva che spinge i prezzi lontano dai suoi valori razionali e dai loro valori intrinsechi.

Ecco che dato un valore intrinseco i mercati spingono i prezzi verso gli eccessi sia verso l’alto sia verso il basso.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Da una parte spinti dall’euforia dall’altra spinti dalla paura.

Tali eccessi sono appunto generati dalla parte irrazionale dei mercati, ovverosia dalla parte irrazionale dell’essere umano che è governata dalle emozioni.

Ho preparato anche un video che ti potrebbe essere utile.

COME RISOLVERE QUESTA IRRAZIONALITÀ’ DEI MERCATI?

L’analisi tecnica è l’unico meccanismo per misurare la componente irrazionale e quindi l’emotività presente all’interni dei mercati.

Ricorda sempre che nel momento in cui vai a fare trading sai che i prezzi si muovono perchè ci sono delle persone che comprano e vendono.

Di conseguenza il mercato è composto da persone.

Per questo si dice che vai a lavorare non solo sulla singola candela ma su un insieme di componenti, come per esempio un movimento grafico su un indicatore.

Nello specifico vai a lavorare insieme a tantissimi altri operatori che stanno facendo le stesse medesime cose con strumenti diversi.

In pratica la loro operatività è influenzata dalla loro psicologia e dalla loro emotività.

CANDELE GIAPPONESI: COSA SONO?

Le candele giapponesi sono uno strumento nato in Oriente precisamente in Giappone alla fine del 1800.

In Giappone inizialmente erano rappresentati da candele bianche e nere.

Una volta importate in Occidente sono state modificate e adattate alla nostra rappresentazione grafica tipo, sostituendo il bianco con il verde e il nero con il rosso.

Oggi in Occidente sono lo strumento più utilizzato in assoluto, mentre precedentemente non erano così diffuse come ora.

Adesso, anche grazie allo sviluppo dei computer e dei software, le candele giapponesi sono utilizzate dalla maggioranza dei trader.

Il motivo dell’utilizzo delle candele giapponesi è che rispetto a tanti altri grafici permettono di avere una visione immediata del mercato e di cosa sta succedendo sul mercato.

Ovverosia danno subito un’ampia panoramica di quello che sta succedendo sul mercato e di chi ha il controllo in quel momento del movimento se i tori o gli orsi.

I tori sarebbero gli operatori rialzisti, gli orsi gli operatori ribassisti.

COME LEGGERE IL REAL BODY DELLE CANDELE GIAPPONESI

I Giapponesi dicono che il real body (il corpo della candela) è l’essenza del movimento del prezzo.

Cioè guardando il colore dell’altezza (puoi anche chiamarla lunghezza) del real body puoi già avere un indizio visivo immediato su chi ha il controllo del mercato.

Vedendo una candela con un lungo real body verde capisci immediatamente, a livello visivo, che ci sono i tori che hanno preso il controllo del mercato.

Ma lo stesso lo percepisci di fronte una candela rossa in un trend ribassista, cioè che gli orsi stanno dissipando il loro potere e quindi stanno perdendo la loro forza.

Poi le candele come molti strumenti di analisi tecnica possono essere utilizzati su qualsiasi time frame, anche se io le utilizzo principalmente su un time frame daily perchè le ritengo più affidabili.

APPLICAZIONI PRATICHE DELLE CANDELE GIAPPONESI

Un’altra applicazione pratica delle candele giapponesi (real body) è quella di usare l’altezza della candela come parametro del momento del mercato.

Cosa significa?

Man mano che il real body diventa più piccolo hai un’indizio che il mercato sta perdendo momentum cioè sta perdendo forza.

Viceversa quando i real body diventano sempre più grandi hai un’immediata indicazione che il mercato sta guadagnando momentum e quindi sta guadagnando forza.

In sostanza le candele permettono un’analisi più veloce e soprattutto più efficiente.

Un altro vantaggio è che alcune informazioni grafiche, fornite dalle candele giapponesi, non vengono date con altre rappresentazioni grafiche come ad esempio un grafico lineare o un grafico a barre.

I VANTAGGI DELLE CANDELE GIAPPONESI

  • Semplici da analizzare
  • Immediato impatto visivo
  • Sono efficaci
  • Danno un’immediata lettura del mercato
  • Fanno percepire immediatamente chi ha il controllo del mercato e se gli operatori (i tori e gli orsi) stanno guadagnando o perdendo forza
  • Sono semplici da capire e chiunque può capire il loro funzionamento senza particolari difficoltà
  • Ci sono un numero limitato di pattern facili da capire ma è importante non utilizzarli in maniera superficiale: tutti i pattern vanno analizzati in maniera professionale ed accurata.
  • Forniscono indicazioni tempestive sulle inversioni del mercato, quindi permettono di entrare e di uscire con un migliore timing (soprattutto quelli di inversione riescono a cogliere anche la fine dei trend che possono essere più o meno lunghi, fornendo un buon timing di ingresso e di uscita)
  • Danno una versione unica del mercato, perchè non solo mostrano il trend di un movimento, cosa che magari fanno i grafici a barre, ma mostrano anche la forza che è sottostante a quel movimento attraverso appunto della lunghezza del real body

ATTENZIONE A NON FARE CONFUSIONE CON LE CANDELE GIAPPONESI

Le candele giapponesi, a volte, possono creare più confusione e quindi in alcune situazioni per eliminare il “rumore” delle candele giapponesi conviene cambiare grafico e passare a un grafico lineare.

Questo passaggio è consigliato farlo quando non c’è bisogno di avere tante informazioni e si vuole filtrare il movimento dei prezzi.

TERMINOLOGIA DELLE CANDELE GIAPPONESI

La formazione classica delle candele giapponesi sono: real body e shadows.

Il real body (il corpo delle candele) è la parte che viene colorata di verde o di rosso ( si possono trovare anche rispettivamente bianche e nere).

Il real body rappresenta la distanza tra l’apertura, che è la base del rettangolo, e la chiusura, che è il tetto del rettangolo, nel caso di candele verdi.

Le shadow, dette upper shadow, e lower shadow definiscono la distanza tra la chiusura ed il massimo dei prezzi e tra l’apertura e il minimo dei prezzi.

Quindi la lower shadow misura il minimo

L’ upper shadow misura il massimo.

Quando la candela è rossa invece si invertono le chiusure e aperture.

Ovverosia il tetto del rettangolo è l’apertura, mentre la base del rettangolo è la chiusura.

I massimi e minimi rimangono sempre uguali:

La parte più alta dell’upper shadow misura il massimo

La parte più bassa della lower shadow misura il minimo.

Poi può succedere che alcune candele non abbiano il real body e quindi apertura e chiusura coincidano o sono molto vicini in questo caso le candele vengono chiamate Doji.

Spero che questo pattern delle candele giapponesi ti sia piaciuto e soprattutto ti sia utile nella tua strategia di trading.

Lezione 8 – Candele Giapponesi

In questa lezione del corso CFD ci soffermiamo sulle candele giapponesi. Si tratta di una tipologia di visualizzazione del grafico dei prezzi molto utilizzata dai trader e soprattutto dagli analisti.

Sebbene il trading online sia una pratica moderna, le candele giapponesi in realtà sono un metodo antichissimo, che risale a più di 500 anni fa, nato in Giappone.

Ecco come appaiono sulla piattaforma di trading eToro, a cui si può accedere gratuitamente e utilizzarla anche in modalità demo senza deposito.

Vantaggi delle candele giapponesi

Rappresentare graficamente l’andamento dei mercati attraverso l’utilizzo delle candele giapponesi comporta diversi vantaggi, anche per i principianti:

  • Una visione immediata e di insieme dell’andamento del mercato, poiché visivamente si percepisce subito lo sbilanciamento di mercato tra acquisti e vendite, per ogni singola sessione di contrattazioni
  • La registrazione dei punti di minimo e massimo toccati per ogni timeframe, ovvero per ogni periodo in cui è stata attiva una candela
  • Una perfetta integrazione con gli indicatori tecnici
  • Dei modelli che aiutano nell’interpretazione tecnica dell’andamento dei prezzi

A proposito di sbilanciamento del mercato, vi consigliamo di leggere la lezione sui gap e lap.

Come si leggono le candlesticks?

Dalle candlesticks è possibile leggere in modo riassuntivo le fasi di apertura, chiusura, massimo e minimo di un determinato titolo in un determinato periodo di tempo. Infatti, ognuna di esse è formata da:

  • Corpo: parte dal prezzo di apertura e arriva al prezzo di chiusura, può essere verde/bianco per i rialzi e rosso/nero per i ribassi
  • Coda: mette in relazione il massimo e minimo della seduta con il corpo della candela (vedremo meglio nel paragrafo successivo)

Ecco un esempio di candele giapponesi.

Come si può evincere dalla figura, le candele giapponesi sono molto semplici da leggere. Il passo successivo è quello di interpretare i dati e le variazioni nel dettaglio. Nel prossimo paragrafo quindi elencheremo le candele più comuni che possono portare a situazioni di mercato potenzialmente pronostiscabili.

Analisi delle candele giapponesi

Ogni candela giapponese può presentarsi in modi differenti, con delle piccole variazioni che consentono di derivarne vari tipi di analisi.

Long White Body: lo troviamo in situazioni fortemente rialziste. Il mercato che osserviamo in presenza di questa particolare conformazione di candela, si muove praticamente in una sola direzione, verso l’alto. Nei casi in cui c’è talmente tanto rialzo che la seduta si chiude col suo massimo, non vi sono ombre e si parla di “marubozu”. Si tratta di un forte squilibrio a favore degli acquisti, che promette uno scenario potenzialmente rialzista anche per la seduta di contrattazioni successiva (ad esempio, il giorno dopo, a meno che non arrivino fattori che influenzino tale movimento, come dichiarazioni di politici, avvenimenti importanti, smentite ecc.).

Long Black Body: è la candela che si trova in una condizione perfettamente opposta a quella con gli White. Perciò abbiamo uno scenario ribassista e la probabile continuazione dello stesso trend nelle sedute seguenti, partendo da quella immediatamente successiva.

Spinning Top: queste candele si trovano in un mercato stabile, senza particolari indizi per individuare trend di mercato e squilibri tra acquisti e vendite. Per quanto riguarda le previsioni, la candela verde/bianca potrebbe portare a rialzi, la candela nera/rossa a ribassi.

Candela Long Upper Shadow: queste linee d’ombra al di sopra implicano un mercato al ribasso, ma solo ad una condizione, ovvero che devono situarsi dopo un trend rialzista abbastanza forte.
In questo caso, l’ombra ci indica che sebbene gli acquirenti abbiano provato ad ottenere ulteriori rialzi, ma che gli stessi hanno dovuto cedere al ritorno dei venditori, i quali hanno “respinto” le quotazioni. Ciò facendo, si è creata una ombra superiore pronunciata. Si tratta di una candela importante poiché vicino ai massimi di questa candela si può identificare un’area di resistenza. Nel percorso di contrattazione rappresenta un segnale di ribasso per la seduta successiva.

Candela Long Lower Shadow: si ha una situazione diametralmente opposta a quella delle Upper Shadow Lines. Queste linee d’ombra al di sopra implicano un mercato al rialzo, ma solo ad una condizione, ovvero che devono situarsi dopo un trend ribassista abbastanza forte. In questo caso, l’ombra ci indica che sebbene i venditori abbiano provato ad ottenere ulteriori ribassi, ma che gli stessi hanno dovuto cedere al ritorno degli acquirenti, i quali hanno “respinto” le quotazioni. Ciò facendo, si è creata una ombra inferiore pronunciata. Si tratta di una candela importante poiché vicino ai minimi di questa candela si può identificare un’area di supporto. Nel percorso di contrattazione rappresenta un segnale di rialzo per la seduta successiva.

Doji: si tratta di una candela che si ha in una situazione di equilibrio perfetto, tra acquirenti e venditori. Tuttavia, non è assolutamente un momento di “pace interiore”, bensì di situazione pronta a cambiare, una situazione di incertezza. Il Doji infatti rappresenta un bivio.
In un’ottica di previsioni, si può leggere al rialzo una violazione del massimo, al ribasso una violazione del minimo.

Vai alla lezione 9 sui Doppi Massimi e Minimi

Preferisci copiare i TOP Trader?

Da oggi è possibile copiare automaticamente i migliori trader al mondo con la piattaforma di eToro. Scelgi i trader più performanti che vuoi copiare e replica con facilità le operazioni. Scopri come funziona

Candele Giapponesi: cosa sono e quali cercare

Quando si analizzano i grafici delle azioni si avrà per forza di cose a che fare con le candele giapponesi, ovvero con delle linee verdi e rosse che compongono il grafico stesso e che danno una serie di informazioni maggiori rispetto ad un semplice grafico che tenga conto solo della chiusura del prezzo.

Per capire meglio, basta guardare l’immagine qui sotto che mette a confronto il semplice grafico delle azioni Apple che riporta solo il prezzo di chiusura e il grafico a candele giapponesi della stessa azione. La differenza è palese, ed è chiaro che avremo molte più informazioni nel secondo.

Cosa sono le Candele Giapponesi

Infatti, le candele giapponesi descrivono al loro interno sia il prezzo di apertura che di chiusura, più la stessa oscillazione che ha avuto il prezzo durante la giornata, la settimana o il mese per rimanere sui timeframe che generalmente utilizziamo per l’analisi tecnica.

Le candele giapponesi iniziarono ad essere usate nel paese del sol levante verso il XVII secolo per le contrattazioni del mercato del riso e del pesce, e solo molti secoli dopo, diciamo verso gli anni 70 si è incominciato ad usarle nel trading.

Si è visto infatti che le candele giapponesi generano dei pattern ripetitivi che, in teoria, se analizzati correttamente, potrebbero riuscire ad interpretare il movimento del mercato nel prossimo futuro e la crescita o il calo del prezzo di una singola azione. Da questo si è sviluppata tutta quelle che viene definita analisi tecnica.

Candele Giapponesi Rialziste e Ribassiste

Ma è davvero così? Studiando le candele giapponesi si può prevedere il mercato? Magari fosse così facile, in realtà possiamo dire che ci sono delle candele particolari che potrebbero darci delle indicazioni importanti sul prezzo, ma dobbiamo prima fare delle considerazioni importanti.

Anzitutto su quale timeframe stiamo operando? Intendo dire che un movimento o un pattern sul grafico settimanale ha una forza e un valore molto maggiore rispetto allo stesso pattern o candela su un grafico a 4 ore.

Inoltre, dobbiamo considerare che gli investitori istituzionali, ovvero coloro che muovono miliardi di dollari e di conseguenza riescono a far oscillare i prezzi sanno esattamente dove vengono posizionati gli ordini di acquisto basati sui pattern delle candele giapponesi perché hanno l’accesso diretto al mercato. Ed è proprio per questo motivo che anche un pattern perfetto può rivelarsi sbagliato, così come un segnale di breakout può fallire e chiudere in stop loss.

Dunque, va bene conoscere le candele giapponesi, ma dobbiamo capire che l’analisi tecnica non è assolutamente infallibile e che da sola non può certo bastare per diventare profittevoli negli investimenti finanziari.

Secondo le diverse enciclopedie, ci sono ben 103 modelli di candele (rialziste e ribassiste), ma non volendo studiarcele tutte analizzeremo solamente quelle principali.

La candela Doji sembra una croce, con gli stessi prezzi di apertura e chiusura.

In pratica in una candela Doji il prezzo è sostanzialmente rimasto invariato. Quindi, rappresenta l’indecisione del mercato: è come se fosse un’area di congestione compressa in un’unica candela.

Quando siamo davanti ad una candela Doji dobbiamo interpretarla come un segnale di inversione se riscontriamo una tendenza che va verso l’inversione, oppure lo trattiamo come un segnale di indecisione se non vediamo nessuna tendenza di inversione del trend.

Marubozu

Una candela Marubozu è l’esatto opposto di una candela Doji. Il suo prezzo di apertura e il suo prezzo di chiusura sono ai limiti estremi della candela stessa, quindi il prezzo ha fatto una bella modifica sostanziale. Dal punto di vista grafico è un rettangolo pieno.

Un Marubozu che si chiude in alto indica una forte spinta rialzista, mentre uno che si chiude in basso mostra un forte orientamento del mercato al ribasso su quel titolo in quel particolare timeframe.

Il Marubozu potrebbe rappresentare uno schema di continuazione dopo un breakout.

Harami

Harami significa incinta in giapponese e in questo caso il pattern fa riferimento alla prima candela (madre) che tiene in grembo la seconda (figlio).

Il corpo della candela figlio deve essere inglobato per interno in quello della madre.

Tipicamente in un Harami di tipo rialzista, la prima barra si chiude più in basso di quando si apre mentre la seconda barra si chiude più in alto. Allo stesso modo, in un Harami ribassista, la prima barra si chiude più in alto di quanto si apre mentre la seconda barra si chiude più in basso.

L’immagine qui sotto fa riferimento ad un Harami di tipo rialzista, cosiddetto Bullish.

Significa che il mercato ha subito in qualche modo un’inversione di trend con una diminuzione della volatilità.

Rispetto alla candela Engulfing è un modello di inversione più debole: se siamo in una tendenza rialzista potremmo usare l’Harami per individuare la fine del ritracciamento al ribasso.

Engulfing

Se si capovolge un Harami orizzontalmente si otterrà un pattern Engulfing, dove il corpo della seconda candela include il corpo del primo.

L’Engulfing rialzista viene identificato al termine di un trend ribassista, ben definito, senza fasi laterali.

Hammer

L’Hammer è considerato un forte segnale rialzista, ed è una candela costituita da un corpo piccolo e vicino alla cima superiore della candela, con un’ombra lunga il doppio del corpo della candela stessa.

Shooting Star

Lo Shooting Star è semplicemente un Hammer inverso, con la differenza che un Hammer si trova alla fine di una tendenza al ribasso mentre una Shooting Star si trova alla fine di una tendenza al rialzo.

Morning Star

QUesto è un pattern molto difficile da trovare su intraday, più probabile su timeframe lunghi, e comprende: una lunga candela ribassista, una piccola candela ribassista o rialzista, e per finire una candela rialzista.

La forza dell’ultima candela conferma (sempre in teoria) il bullish.

Three White Soldiers

Ciascuna delle tre candele dei Three White Soldiers dovrebbe aprirsi all’interno del precedente corpo di candela e chiudere vicino al suo massimo, in una specia di scaletta ascendente.

Ciascuna barra si apre all’interno del corpo della precedente e potrebbe suggerire un potenziale calo del prezzo ma poi sale e chiude superando la candela precedente. Dopo la terza candela, il trend rialzista è decisamente avviato.

Come utilizzare le Candele Giapponesi

Diciamo subito che nel mio Modello di Trading non mi baso eccessivamente sui pattern delle candele giapponesi: le conosco ma valuto le azioni in maniera trasversale e non compro di certo un’azione solo perché vedo un Hammer o una candela rialzista ci mancherebbe altro.

Conoscere le candele giapponesi può aiutare a decifrare meglio un grafico ma non devono diventare il centro della strategia di trading, perché sono spesso ingannatrici proprio per i motivi legati agli istituzionali di cui parlavamo all’inizio dell’articolo.

Vuoi sapere di più sulle azioni da comprare? Iscriviti alla newsletter settimanale:

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: