Come si usa la “commerciale doppia” nel trading in opzioni binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Contents

Come si usa la “commerciale doppia” nel trading in opzioni binarie

I traders che investono in opzioni binarie vogliono a tutti i costi cercare di conoscere il più possibile gli andamenti delle Borse finanziarie, dal corso delle azioni e dalla previsione del trend. La comprensione, infatti, è uno degli strumenti più validi in questo particolare segmento del trading online. Tuttavia comprendere quel che succede sul mercato, dal rame, al platino , ad una valuta non risulta essere abbastanza per fare acquisti che comportano una monetizzazione accettabile dell’investimento prestabilito. Quel che spesso non è presente è proprio una strategia valida e testata a tavolino o su carta come si usa dire. Per fare trading con le opzioni binarie, gli specialisti ne propongono molte. Oggi cerchiamo di approfondire la strategia commerciale doppia.

La premessa è di tipo temporale: chi fa trading online deve essere svelto nell’intuizione del trend e deve rendere immediatamente operativo il proprio investimento. In questo è fondamentale la scelta di un broker che fornisca assistenza 24 ore su 24 e traduzione immediata degli ordini d’acquisto.

Per quanto riguarda la strategia, come spiega bene il nome, consiste nel raddoppiare l’investimento di fronte ad un trend che sta per consolidarsi. Facciamo un esempio un po’ più pratico. Se credete che il prezzo del grano sia in crescita per via delle previsioni del documento sulla produzione di grano in America e per questo, dopo la diffusione d’agenzia avete comperato già opzioni binarie put sul grano, se il trend vi dà ragione, dovete insistere subito nell’acquisto, raddoppiando le opzioni binarie vincenti nel vostro portafoglio.

Tag: opzioni binarie broker

Perché le opzioni binarie sono sicure?

L’opinione degli esperti per coloro i quali aderiscono a questo strumento finanziaro con il dovuto timore.

di Luigi Boggi – 23 Agosto 2020

Come si usa la “commerciale doppia” nel trading in opzioni binarie

I traders che investono in opzioni binarie vogliono a tutti i costi cercare di conoscere il più possibile gli andamenti delle Borse finanziarie, dal corso delle azioni e dalla previsione…

di Luigi Boggi – 21 Maggio 2020

Opzioni binarie: quali opportunità per i trader?

Alcuni consigli per utilizzare al meglio questo strumento finanziario.

di Luigi Boggi – 2 Luglio 2020

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Opzioni binarie: l’apertura di un conto e le sue funzioni

Tutto quello che c’è da sapere sulle piattaforme.

di Luigi Boggi – 21 Aprile 2020

Quali bonus offrono broker di opzioni binarie

Nel momento in cui si inizia a conoscere il mondo delle opzioni, e nello specifico delle opzioni binarie, il Bonus è un importo in denaro che può essere riconosciuta a…

di Luigi Boggi – 22 Gennaio 2020

Quali sono gli orari per fare trading con le opzioni binarie

Il trading richiede molta pazienza e soprattutto avere un orario di contrattazione molto lungo, per poter operare anche quando si è in assoluta tranquillità. Ad esempio su TopOption, i trader hanno…

di Luigi Boggi – 7 Gennaio 2020

2020, mercato UE meglio di Wall Street

I maggiori broker mondiali sono concordi nel considerare che l’Europa, o meglio, i mercati europei, l’anno prossimo, andranno meglio di Wall Street. Una breve analisi delle previsioni più interessanti.

di Luigi Boggi – 10 Dicembre 2020

Le altre caratteristiche di una piattaforma

Scegliere una piattaforma di trading affidabile, dove si possono diversificare gli investimenti e dove si rischia quasi tutto il capitale, è importante, prima ancora di procedere con l’analisi delle tendenze…

di Luigi Boggi – 1 Agosto 2020

Quale piattaforma per il trading

Fare trading nelle opzioni binarie, oggi, è diventato importante per tamponare le perdite economiche registrate durante la crisi. Investire utilizzando questi strumenti, infatti, vuol dire essere sicuri dei rischi e…

di Luigi Boggi – 1 Agosto 2020

Con le opzioni binarie rischi contenuti

Si capisce che i risparmiatori attirati dal trading online hanno paura di sperperare i risparmi di una vita in un’attività d’investimento poco cauta. Per loro le opzioni binarie possono rappresentare…

di Luigi Boggi – 3 Luglio 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Categoria: Strategie di trading

Opzioni binarie e strategia, quando conviene fare copertura

Sappiamo che una delle strategie che si possono usare per guadagnare denaro nel mercato delle opzioni binarie e per limitare al minimo i rischi, è sicuramente quella della copertura, ovvero l’acquisto di una opzione binaria inversa a quella già aperta.

Perché si dovrebbe voler operare in questa maniera? Ipotizziamo di aver acquistato una opzione binarie put perché abbiamo previsto il calo di prezzo dell’asset su cui stiamo investendo. Considerando che nessuno può prevedere con certezza l’andamento dei prezzi, anche noi possiamo sbagliare e dunque potremmo aver previsto una direzione errata. In questo caso l’unica cosa che si è portati a fare sarebbe quella di rimanere fermi in attesa della chiusura dell’opzione binaria, che ci porterebbe a perdere terreno.

Se invece si agisse e si acquistasse una opzione binaria call, sullo stesso asset, si potrebbe riuscire a guadagnare una parte di quello che si è perso, addirittura di più. Immaginiamo infatti di aver investito 100 euro nell’opzione binaria put e di averne investiti altri 100 in quella call. In questo caso, il guadagno derivante dalla call sarebbe di circa 65 – 80 euro, a seconda del grado di remunerazione, il che porterebbe la perdita complessiva a circa 20 – 35 euro. Se invece l’opzione binaria call fosse stata di 200 euro, dunque il doppio, ecco come alla fine il guadagno sarebbe stato di circa 130 – 160 euro, il che avrebbe permesso di avere una remunerazione netta di circa 30 – 60 euro.

Ecco come con una semplice strategia di copertura si possono riparare le perdite fatte. Ovviamente attenzione ad ulteriori inversioni del mercato che potrebbero portare a perdite ancora più elevate se le previsioni sono fatte in maniera approssimativa.

Prima di investire nella direzione opposta, infatti, bisognerebbe sempre fare delle previsioni precise circa l’andamento futuro e continuativo del mercato in cui si opera.

Opzioni binarie, le migliori strategie di trading

Le opzioni binarie presentano dei grandi vantaggi in termini di investimenti, dato che permettono di entrare facilmente in diversi mercati, tra cui quello delle valute, delle azioni, degli indici azionari o delle commodities. Vediamo in che maniera è possibile, più facimente, investire in questo settore, iniziando dall’acquisto di opzioni binarie call o put. Il vantaggio di operare in questa maniera è molto semplice: se si investono, ad esempio, 500 euro in una opzione put per la coppia di valute EUR / USD acquistando una opzione della durata di un’ora, è possibile ricevere un ritorno fino a 800 euro ed oltre, a seconda del rendimento offerto dal broker. Inoltre, se l’opzione dovesse farci perdere denaro, sempre a seconda del broker, sarà possibile avere un ritorno pari al 15% circa dell’investimento.

Acquistare una opzione binarie call o put è uno dei modi di operare più vantaggiosi di chi opera nel mercato delle opzioni binarie. Una delle strategie più comuni di negoziazione di opzioni binarie è quella di comprare un’opzione put e una call per lo stesso valore, ad esempio 100 euro, cosa che permetterà di ridurre al minimo eventuali perdite.

Se invece si volesse rafforzare l’investimento fatto, si possono acquistare due opzioni binarie nella stessa direzione. In questo caso la seconda è acquistabile solo dal momento in cui si vede che la prima sta andando più che bene. Il vantaggio sarebbe quello di ottenere degli alti profitti dagli investimenti fatti, ma attenzione dato che anche il livello di rischio potrebbe essere più elevato.

Infine possiamo vedere una strategia basata sulle news, il cui concetto è quello di investire in una opzione call o put che sta avendo dei profondi cambiamenti nei mercati finanziari. Se ad esempio, in seguito ad una speculazione, il valore del dollaro potrebbe cadere, allora si potrebbe decidere di vendere dollari e acquistare qualche altra valuta.

Come investire nelle opzioni binarie, la strategia del raddoppio

La negoziazione in opzioni binarie sta rapidamente diventando un molto sempre più diffuso di fare soldi, oltre che molto veloce. E’ un metodo molto semplice ma decisamente intuitivo con cui poter investire denaro, ottimo anche per chi non ha molta esperienza di trading. Con questo questo tipo di trading la posta in gioco è tutto o niente, il che significa che con ogni opzione binaria o si guadagna l’intero importo previsto o si perde tutto.

Nella negoziazione in opzioni binarie, l’obiettivo finale è quello di riuscire a prevedere correttamente la direzione del mercato, ovvero se il prezzo si muoverà in rialzo o in ribasso entro la data di scadenza. Se il contratto dovesse scadere out of the money, ovvero se la previsione è stata sbagliata, allora il trader ha una perdita pari alla somma investita. Con il trading in opzioni binarie, gli investitori devono essere in grado di monitorare i cambiamenti del mercato e i fattori che influenzano i prezzi delle materie prime e fare delle previsioni di conseguenza.

Oltre a fare delle previsioni corrette i trader possono fare uso di diverse strategie di trading, che rendono più facile ottenere dei profitti. Una strategia di trading tra le più usate è quella che porta a raddoppiare l’investimento iniziale prima della scadenza del contratto originario. Questa strategia del raddoppio funziona solo a condizione che l’investimento iniziale sia già in movimento nella direzione prevista dal trader. Se l’aumento è notevole e tutti i fattori indicano un ulteriore aumento, allora si può raddoppiare se non anche triplicare la somma investita.

Ad esempio, se l’investitore investe 100 euro sull’aumento del prezzo dell’argento, entro il termine stabilito di tempo, se il prezzo dovesse essere ben al di sopra di quello obiettivo si potrebbe raddoppiare la somma investita con un’altra opzione binarie. Ovvio che tale strategia espone il trader ad un maggiore rischio di perdita, quindi richiede una grande sicurezza.

Consigli per avere successo nel mercato delle opzioni binarie

C’è un sacco di strada da fare per avere successo nel mercato delle opzioni binarie. Non tutti gli operatori saranno disposti a condividere i loro segreti di successo, per questo motivo vediamo insieme alcuni consigli utili per poter guadagnare con il mercato delle opzioni binarie.

Scegliere un broker che dia ritorni elevati ed ottimi bonus. Prima ancora di aprire una posizione e di acquistare una opzione binaria, la cosa migliore è quella di scegliere un broker perfetto pee sé. Bisogna assicurarsi di prendere in considerazione tutti i vari broker on line che ci sono sul mercato e cercare il migliore per sé.

Commerciare opzioni con durata di un’ora. Ci sono tante opzioni di investimento che possono essere messe in pratica relativamente alla durata di vita dell’opzion stessa, partendo da un anno fino anche a pochi minuti, passando per durate di un mese, di un giorno ed anche di un’ora. Sapendo che l’opzione da scegliere è tutto se si vuole guadagnare denaro in maniera più o meno veloce, dato che è in genere molto impegnativo determinare come i mercati potranno reagire entro un anno, un mese o anche entro una settimana, assicurandosi di fare trading su una piattaforma che permetta di acquistare delle opzioni in maniera più veloce.

Leggere le news è decisamente importante, dato che a seconda delle notizie economiche e non, i mercati potrebbero reagire in maniera più o meno forte e più o meno veloce.

Pianificare il programma di trading è un altro aspetto fondamentale. Ad esempio, al mattino si può andare su internet e leggere le notizie finanziarie, in maniera tale da capire come, nel corso della giornata, potrebbero muoversi le azioni o le commodities, ed agire di conseguenza. Le informazioni sono un aspetto decisamente fondamentale per poter fare trading con obiettivi di guadagno, anche nel breve termine.

Metodologie di analisi tecnica

Per tutti coloro che vogliono imparare il forex e vogliono farlo usando l’analisi dei grafici, ovvero l’analisi tecnica, possiamo dire che due concetti importanti da approfondire ulteriormente sono quelli delle analisi dei pattern e della teoria delle onde di Elliott.

Nel primo caso, l‘analisi dei pattern, ovvero l’analisi dei grafici, implica lo studio dei grafici per poter individuare le tendenze dei prezzi, oltre che i livelli di supporto e di resistenza. Gli operatori possono anche valutare se ci sono dei pattern grafici classici, ovvero quelli che riflettono gli stati psicologici chiave del mercato, che si stanno verificando esattamente nei momenti in cui si analizza il mercato. Per poter studiare i grafici ci sono una vasta gamma di indicatori tecnici che sono stati creati e studiati nel corso del tempo, che aiutano a quantificare le condizioni di mercato e a generare dei segnali di trading. Questi indicatori sono generalmente calcolati osservando il mercato delle valute forex e il volume di trading.

La teoria delle onde di Elliott è un metodo avanzato che si basa sull’idea che i mercati si muovono in cicli ripetibili di tendenze che sono seguite da correzioni. Tali cicli e tali correzioni consistono rispettivamente in cicli di cinque e tre onde. Un’applicazione dettagliata di questa teoria può aiutare a sviluppare un senso migliore della tempistica del mercato, al fine di valutare le probabilità di un movimento particolare dei prezzi.

La cosa fondamentale che un nuovo operatore del mercato delle valute dovrebbe fare è quella di iniziare a prendere i grafici dell’analisi tecnica, in maniera da potervi applicare gli indicatori del forex, andando ovviamente alla ricerca del trend in corso e alla ricerca dei livelli di supporto e di resistenza. Infine si potrebbero studiare le forme più avanzate di trading, come quelle legate alla teoria delle Onde di Elliott, che possono aiutare a cogliere un quadro più ampio del mercato.

L’evoluzione delle strategie di trading

Ci sono tanti trader che si trovano, oggi, ad operare nel settore delle opzioni binarie. Per poterlo fare usano varie strategie con cui cercare di prevedere il mercato. Le migliori strategie sono di solito messe a punto da esperti, sia persone fisiche che società di broker, ognuna di esse, se usata bene, può avere un grande tasso di successo. La cosa fondamentale da sapere è che fare trading senza una strategia adeguata non è adatto, altrimenti si corre il rischio di non sapere dove si va e come rispondere ai movimenti del mercato.

Non si può negare che con il tempo le strategie commerciali da usare con le opzioni binarie si siano evolute. Con la grande moltitudine di strategie che si potrebbero mettere in pratica oggi, scegliere quella giusta per sé è una cosa che è diventata più difficile. Agli inizi il trading in opzioni binarie era fatto usando poche strategie, le solite, seguite da persone di tutto il mondo. Con la rivoluzione del trading e l’arrivo dell’operatività anche on line, l’atmosfera che si respira oggi non è più la stessa. Le piattaforme di trading oggi permettono di applicare numerose strategie, oltre che tanti suggerimenti e diversi metodi di trading.

Far fronte ai rapidi cambiamenti del mercato è una cosa importante, sinonimo di intelligenza di trading. Ogni attività è differente, quindi la strategia da usare per ognuna di esse è generalmente differente. E’ sempre bene capire l’importanza che ogni strategia ha prima ancora di iniziare ad operare.

E’ facile capire se la strategia che si è pensata possa essere quella corretta o meno. Il tipo di ritorno che ci si potrebbe attendere dipende dalla strategia da usare, dunque occorre valutare una strategia anche in base al ritorno che permette di avere e ai rischi del mercato che si possono correre.

L’importanza di sviluppare una strategia di trading

Quando si investe è importante prendersi il tempo necessario per capire le varie tattiche che si possono attuare al fine di massimizzare i profitti. Prima che un individuo inizi a fare trading vale la pena capire le varie strategie di trading di opzioni binarie che sono disponibili. La maggior parte delle piattaforme di opzioni binarie forniscono tutta una serie di informazioni sui dati storici, oltre che consigli su come avere successo. Con queste informazioni è possibile individuare una serie di strategie utili per avere successo e per accrescere i guadagni finanziari.

Le strategie di trading comportano lo sviluppo di un insieme di regole che aiutano l’investitore a prendere delle decisioni di trading importanti. Sebbene le opzioni binarie offrano un modo di fare trading veramente semplice, lo sviluppo di strategie di trading è ancora una cosa importante. Prendersi tempo per capire i diversi metodi di trading disponibili con cui poter raggiungere gli obiettivi finanziari che si hanno è una cosa che aiuta ad identificare e ad ottimizzare la strategia operativa.

Ad un primo sguardo può essere un bene concentrarsi su una strategia più complessa, dato che teoricamente sembra più completa, ma a volte la semplicità può portare ad una maggiore efficienza. Ecco dunque che scegliere sempre delle strategie semplici permette di operare meglio e di guadagnare di più. La cosa fondamentale da fare, oltre a quella di rimanere semplici, è anche quella di prendersi il giusto tempo per identificare e per sviluppare una chiara strategia di trading nel mercato delle opzioni binarie, che abbia la capacità di farci guadagnare delle somme significative nel lungo termine.

Il trading in opzioni binarie permette di fare degli enormi profitti in un breve lasso di tempo, per cui è sempre interessante poterlo sfruttare fino in fondo, con delle strategie ad hoc e pensate appositamente per questo mercato.

Usare gli stop loss con le opzioni binarie

Sappiamo che il concetto di stop loss è molto famoso ed usato nel Forex, ma non solo, anche in altri settori di investimenti. E’ possibile usare lo stop loss anche nelle opzioni binarie? Certamente si, ma si tratta di un procedimento abbastanza difficile da mettere in pratica, che può essere fatta solo dai trader esperti. Questo modo di operare prevede infatti la chiusura anticipata della posizione in seguito alla valutazione precisa del mercato. Usare lo stop loss in questo settore dipende da molti fattori.

Per prima cosa la tolleranza al rischio. Essa dipende esclusivamente dalla preferenza personale del trader, in quanto vi sono diversi operatori di mercato e il fattore di rischio dipende dalla strategia di stop loss del trader.

Questo modo di operare dipende inoltre anche dal fatto se si opera con un asset forex o con un asset azionario. A seconda del mercato in cui si investe cambia infatti il concetto di stop loss e bisogna per forza di cose adattarsi, al fine di operare al meglio.

Infine, l’uso dello stop loss dipende anche dallo stile di trading che si usa: dobbiamo infatti ricordare che gli stili di trading che i trader fanno possono essere molto diversi l’uno dall’altro. Un trader potrebbe aprire, ad esempio, fino a 5 operazioni commerciali in un giorno, un altro potrebbe fare solo uno scambio al giorno. Questa strategia dipende molto dallo stile di trading, dato che uno stop loss potrebbe essere stretto per un operatore e largo per un altro.

La gran parte dei modi con cui commerciare opera dipendono esclusivamente dal comportamento del mercato. Un mercato tranquillo significa la possibilità di mettere in pratica diverse modalità di trading, mentre durante le fasi di mercato altamente volatile occorre necessariamente mettere operare in maniera più flessibile.

Usare gli stop loss come riferimento nel mercato delle opzioni binarie è una cosa complessa, in cui ogni operatore se un trader imposta il limite, lo fa anche in base alla sua esperienza.

Strategie per investire nelle opzioni binarie, parte 2

Abbiamo iniziato a parlare, nello scorso articolo, delle strategie che si possono mettere in pratica nel mercato delle opzioni binarie quando si acquistano degli asset sul mercato delle valute Forex. Lo scorso articolo abbiamo visto la strategia Long shot, ora vediamo invece una strategia time vault.

L’opzione binarie Time Vault permette di acquistare un’opzione con la speranza che la coppia di valute rimarrà all’interno della zona di prezzi definita. Con questa strategia il tempo lavorerà sempre in nostro favore e si potrà ricevere un guadagno dall’investimento anche molto interessante. Ovviamente, minori sono le probabilità di avere successo è più alto è il guadagno. In linea generale possiamo dire che questa strategia è molto buona e andrebbe assolutamente considerata dal momento in cui si cerca un modo vantaggioso e veloce per investire denaro.

Per poter abbassare la probabilità di una perdita, un trader potrebbe usare questa strategia di investimento, che si rivela utile per tutti gli operatori, quando il mercato si muove in maniera laterale e il prezzo a pronti sarà molto probabilmente ancora per molto compreso tra due valori stabiliti del broker.

Bisogna ricordare che nessuna strategia è completamente sicura o assolutamente rischiosa a primo impatto, dato che molto dipende da come viene usata all’interno della strategia generale di trading che il commerciante usa. In linea generale possiamo dire che le strategie che possono essere usate sul mercato delle opzioni binarie possono permeettere di realizzare degli enormi profitti, anche in breve tempo. La cosa che fa la differenza tra il successo e la sconfitta è l’esperienza e il metodo di trading che si usa, il quale, unito ad una giusta strategia commerciale, ci può permettere di avere dei grandi ritorni se si opera in maniera giusta e con cognizione di causa, ovvero sapendo quello che si fa e come lo si fa.

Strategie per investire nelle opzioni binarie

Per garantirsi dei buoni rendimenti nel mercato delle opzioni binarie è necessario seguire alcune interessanti strategie di trading. Vediamo alcune possibilità di operatività che potrebbero mettere in pratica coloro che sono appena agli inizi.

La strategia associazione è in grado di produrre dei rendimenti elevati se il prezzo si trova tra due prezzi e si muove in maniera laterale. Praticamente consiste nell’operare con un’opzione binaria range, in cui il prezzo deve trovarsi tra due valori definiti dal broker.

La strategia della doppia posizione permette di realizzare dei profitti enormi e consiste nell’abbinare un’opzione put ad una call, cosa utile anche per proteggersi da eventuali inversioni di tendenza o da previsioni errate.

Una interessante strategia è quella di acquistare un’opzione binaria, pull o call, quando vi è una grande ed inaspettata mossa del mercato. Ad esempio, è utile quando vengono rilasciate delle grandi notizie in grado di influenzare notevolmente l’andamento del mercato stesso.

In maniera specifica per chi acquista opzioni binarie aventi come asset delle coppie di valute, possiamo vedere delle strategie apposite: long shot e time vault. Per capire come funzionano, basta ricordare che le opzioni binarie sono “tutto o niente”.

La prima strategia, la long shot, consiste nell’acquistare un’opzione che si trova out of the money, nella speranza che la coppia di valute si possa muovere verso la previsione e ci faccia realizzare un certo profitto. Con questa strategia si rischia solo una piccola quantità di denaro con la prospettiva di avere un payout più grande. Qualora le previsioni dovessero essere corrette, i guadagni saranno di grandi dimensioni mentre le perdite saranno molto più piccole. L’unico inconveniente di questa strategia è che ha una bassa probabilità di successo, d’altra parte basta avere successo, ad esempio, una sola volta su 5 per rimanere in ogni caso profittevoli ed avere un guadagno interessante. Vedremo nel corso del prossimo articolo la strategia del time vault.

Come utilizzare l’indicatore indice RSI

Nel 1978 James Welles Wilder ha sviluppato l’indicatore RSI, noto anche come indice di forza relativa, è uno degli indicatori più famosi in assoluto. Si tratta di un indicatore oscillatore, perché oscilla tra i limiti di livello inferiore e superiore. L’RSI viene utilizzato per leggere lo slancio dei prezzi nel mercato delle valute, dunque è ottimo anche per investire nelle opzioni binarie. L’oscillatore ha un valore che può andare da 0 a 100. Proprio come tutti gli altri indicatori ed oscillatori, mostra dei segnali di ipervenduto e di ipercomprato.

Come utilizzare l’indicatore RSI? Usare l’indicatore RSI è una cosa molto semplice. Bisognerebbe acquistare delle opzioni put se i livelli di RSI sono uguali o maggiori di 70, dato che il mercato si trova in una condizione di ipercomprato. Al contrario, bisognerebbe acquistare delle opzioni call se i livelli di RSI si trovano al di sotto del valore di 30, dato che il mercato si trova in una condizione di ipervenduto.

Il prezzo di mercato è considerato in una posizione di ipervenduto se l’indicatore RSI raggiunge un livello di 30 o anche meno, dunque si dovrebbe considerare l’acquisto di una opzione call. Quando il mercato è fortemente “orso”, ovvero quando il livello dell’RSI scende addirittura sotto il valore di 20, potremmo avere delle indicazioni ancora più chiare. Il prezzo è considerato invece in una posizione di ipercomprato se l’indicatore RSI raggiunge un livello di 70 o anche di più, dunque si dovrebbe considerare l’acquisto di una opzione put. Quando il mercato è fortemente “toro”, ovvero quando il livello dell’RSI sale anche al di sopra del valore di 80, potremmo avere delle indicazioni ancora più chiare.

L’indicatore RSI è dunque uno dei migliori indicatori per poter prevedere il valore delle valute, può aiutare in maniera concreta il trader a fare un profitto, a patto di fare grande attenzione ai falsi segnali.

Il principio delle onde di Elliott

Nel 1930, Ralph Nelson Elliott, un contabile di professione, ha studiato i movimenti dei prezzi nei mercati finanziari e ha osservato che certi schemi si ripetono. Egli ha messo di fronte a tutti la sua scoperta facendo un certo numero di previsioni accurate nel mercato azionario. Ciò che appare casuale e non correlato, secondo Elliott, è in realtà tracciabile secondo uno schema ben riconoscibile, una volta che si sa che cosa cercare.

Elliott chiamato la sua scoperta “Principio delle onde” e le sue implicazioni sono enormi. Egli aveva individuato il legame comune che spinge le tendenze e le umane. Alla fine del 1970, con un sentimento di tristezza nei mercati molto diffuso, grazie al Principio delle Onde di Elliott è stato possibile prevedere che presto ci sarebbe stato un forte mercato toro, dopo un forte mercato orso.

Con il mercato azionario che è salito, anche la conoscenza di questo principio da parte degli investitori privati ​​e di quelli professionali è andata salendo in maniera veloce. Quando gli investitori e gli operatori hanno scoperto per la prima volta il Principio delle Onde di Elliott, hanno avuto delle reazioni diverse. L’incredulità circa il fatto che i mercati operano secondo dei modelli ben precisi e in gran parte prevedibili ha creato una sensazione di gioia per aver trovato una sorta di “sfera di cristallo” per poter predire il futuro.

Il primo passo per l’analisi delle onde di Elliott è quello di identificare i modelli dei prezzi di mercato. Al loro interno, i modelli di onde sono molto semplici, dato che ci sono solo due tipi di onde, quelle d’impulso e quelle correttive. Ogni onda è composta da cinque sotto-onde, che si muovono nella stessa direzione della tendenza maggiore.

L’onda correttiva che segue è composta da tre sotto-onde che si muovono contro l’andamento del trend principale. Le onde correttive compiono solo un ritracciamento parziale del prezzo globale-.

Un’onda completa risulta dunque composta d otto onde in totali, tra cui possiamo vedere due fasi: la prima da cinque onde, nota come fase di impulso, e la seconda da tre onde, nota come fase correttiva.

Opzioni binarie, la strategia della candela interna

La strategia per le opzioni binarie nota come Inside Bar è decisamente interessante e ci permette di trovare una direzione in cui poter operare quando il mercato si trova in una fase di indecisione. Questa strategia di treading può essere usata solitamente alla fine di un trend in salita o in discesa, quando ci sono dei punti di forte supporto o di forte resistenza.

Avendo capito dunque il presupposto in cui operare con questa strategia di trading, cos’è una barra interna? Praticamente si tratta di una barra o di una serie di barre che sono completamente all’interno della gamma di barre precedenti. Su un arco di tempo più piccolo, questa strategia sarà simile ad un triangolo, il che ci permette di riconoscere l’andamento di questa strategia in modo veloce e semplice.

Per poter fare trading con questa strategia bisogna attendere dunque una barra interna in un trend verso l’alto o verso il basso. Una volta che abbiamo una barra interna sul nostro grafico, non dobbiamo fare altro che tracciare una linea orizzontale sulla candela madre, che è la candela che contiene la nostra barra interna. Questa linea orizzontale dovrà essere tracciata sia come livello di supporto che di resistenza.

Una volta fatto questo non dobbiamo fare altro che attendere la rottura di uno di questi due livelli per avere la possibilità di andare call se ad essere rotto è il livello di resistenza, mentre andremo put se a rompersi è la linea di supporto.

Si tratta di una strategia per le opzioni binarie molto interessante da mettere in pratica, che si basa in maniera specifica sull’analisi tecnica, dunque sullo studio dei grafici forex e delle candele che si formano nel nostro mercato valutario. Operare con una precisa strategia di trading ci dà il vantaggio di poter acquistare delle opzioni binarie con maggior precisione.

6 strategie per le opzioni binarie, parte 2

Eccoci alla seconda parte delle strategie da usare per vincere alle opzioni binarie. Dopo le strategie viste nello scorso articolo, possiamo dire che si può usare anche una strategia di copertura, ovvero di chiusura degli utili. Per questa strategia bisogna essere a poca distanza dalla scadenza dell’obbligazione e bisogna essere in the money. In questo caso è possibile massimizzare i profitti vendendo una porzione della propria opzione e mantenendo solo una parte di essa ancora aperta, cosa che protegge da eventuali inversioni del trend e permette, allo stesso tempo, di avere dei profitti più elevati nel caso di chiusura in the money.

La strategia di associazione è in grado di produrre dei rendimenti elevati sia con le opzioni put che call. Quando scade un’opzione, solitamente, il prezzo può ancora muoversi nella direzione precedentemente assunta, dunque si potrebbe decidere di acquistare una nuova opzione binaria, per guadagnare ulteriore denaro.

Un concetto fondamentale che bisogna conoscere è quello di imparare a riconoscere i segnali di ingresso di un trend. Scegliere il momento ideale per acquistare una opzione ci permette di avere maggior sicurezza di essere in the money.

Un’altra delle strategie di investimenti in opzioni binarie potenzialmente redditizie è quella che si basa sull’inversione del trend. In questo caso si “gioca” su uno dei concetti di base del trading, ovvero quello che dice che il trend è nostro amico. A seconda dell’andamento del mercato, infatti, il trend potrebbe muoversi in una direzione ma potrebbe anche iniziare a muoversi nella direzione opposta, ad esempio per un ritracciamento. Pertanto, usando la giusta strategia e riconoscendo in maniera esatta il momento in cui il trend inverte, si possono fare dei grandi profitti in maniera veloce.

Possiamo concludere dicendo che nessuna strategia di trading è realmente sicura al 100%, nel senso che bisogna essere sempre pronti a perdere denaro, ma non a perdere la fiducia.

6 strategie per le opzioni binarie, parte 1

Le opzioni binarie sono degli investimenti in cui è possibile guadagnare in pochissimo tempo delle interessanti somme di denaro, mantenendo al tempo stesso un rischio assolutamente controllato. Gli investitori che seguono da vicino le tendenze del mercato finanziario possono essere in grado di investire con maggior certezza in questo settore. Prima di poter entrare nel mercato delle opzioni binarie bisogna conoscere le diverse strategie con cui poter operare. Ci sono molte ragioni per cui occorre impiegare delle strategie quando si fa trading in opzioni binari, sicuramente la prima è che esse possono contribuire a massimizzare il tuo potenziale di guadagno. Se usate correttamente e con disciplina, è posisbile anche ridurre i rischi di trading.

Questo è un concetto importante, perché quando si fa trading è normale avere degli alti e dei bassi, e bisogna assolutamente far loro fronte. Se si punta troppo in alto quando si fa trading, si può operare in maniera arrogante e si perde denaro, mentre se si opera in maniera troppo bassa, allora si rischia di non fare trading in maniera troppo efficace e di guadagnare troppo poco.

Vediamo dunque le 6 migliori strategie per le opzioni binarie. La prima è nota come strategia commerciale Doppia. Se un commercio si sta muovendo in favore della nostra previsione, bisogna acquistare altre opzioni binarie in quella direzione, cosa che ci permetterà di aumentare il potenziale di guadagno. Questa strategia di opzioni binarie è utile per fare enormi profitti, ma bisogna stare attenti nel caso di inversione del trend, cosa che potrebbe sempre accadere.

Un’altra strategia è nota come strategia Bungee, che può essere effettuata in maniera diversa da operatore a operatore, anche se il concetto di base e il funzionamento sono gli stessi. Nell’ambito di tale strategia si presume che, poiché nel trading di opzioni binarie ci possono essere solo due possibili esiti, il guadagno è molto veloce. Il richiamo di rendimenti elevati in tempi rapidi è quello che spinge gli investitori a questa strategia operativa. In alcuni casi le operazioni di trading sono così veloci da permettere di avere degli enormi profitti in pochissimo tempo :si parla anche del 75 per cento in pochi minuti.

Al prossimo articolo con altre strategie.

Opzioni binarie, investire partendo dalla coppia di valute EUR / USD

Quando si opera nel mercato delle opzioni binarie è importante operare con una precisa strategia operativa. Sappiamo che, operando con le opzioni binarie, bisogna sapere che vi è una forte correlazione tra il mercato delle valute e gli altri mercati, come ad esempio quello delle materie prime o quello degli indici. Vediamo dunque una strategia operativa molto semplice che richiede solo pochi pochi minuti di controllo del mercato ogni mattina. Per poter operare con successo occorre inoltre limitarsi ad investire non oltre il 5% del nostro account su ogni posizione binaria.

Per poter operare andiamo a guardare il grafico della coppia di valute EUR / USD. Non andremo a scambiare questa coppia di valute, ma vogliamo solo guardare se il giorno precedente ha chiuso al rialzo o al ribasso. Il modo più semplice per poterlo controllare è quello di usare le candele e scegliere come timeframe quello con durata un giorno. Dato che i mercati valutari sono aperti 24 ore al giorno e le valute sono scambiate in diversi fusi orari, esse possono essere un buon indicatore per capire in che direzione potrebbero muoversi gli indici, come ad esempio l’S & P 500.

Quindi, se la coppia di valute EUR / USD ha chiuso al ribasso nelle 24 ore precedente, c’è una buona possibilità che anche l’S & P 500 scenda nel corso delle prime ore di trading. Possiamo quindi aprire un’opzione put sullo S & P 500, con scadenza 1 ora. Non bisogna essere tentati di aprire una posizione per più tempo, dato che le notizie della giornata potrebbero causare un aumento del prezzo.

Un’altra cosa da evitare è quella di fare trading nei giorni in cui sono rilasciati i principali dati economici. I mercati di solito rimangono contenuti mentre si è in attesa di questi dati.

Questa strategia è in grado di darci una buona comprensione di base del mercato delle opzioni binarie, cosa che possiamo poi far venire a nostro completo vantaggio.

Controllare il rischio nelle opzioni binarie

Quando si fa trading in opzioni binarie bisogna sempre controllare il rischio che si corre. E’ un concetto che vale non solo per le opzioni binarie, ma per tutti gli investimenti che si possono fare. Sicuramente il controllo del rischio è una cosa fondamentale da mettere in atto, altrimenti si potrebbero perdere tutti i soldi investiti e, per poterlo continuare a fare, bisognerebbe pagare ancora.

Come si può controllare il rischio nelle opzioni binarie? Sappiamo che nel Forex la cosa è possibile usando gli stop loss, che pongono un paletto alla perdita massima che si può avere da una sola posizione, ma nelle opzioni binarie? In questo mercato possiamo praticare la strategia dell’hedging. Praticamente, si tratta di acquistare due opzioni binarie sullo stesso asset, una call e una put. In questa maniera si riesce a controllare il rischio che si corre e si può avere un controllo maggiore sui propri investimenti.

Il vantaggio dell’hedging è che si hanno due opzioni binarie, in direzioni opposte, dunque da un si guadagnerà sicuramente. Il trucco per poter avere successo è quello di attendere prima di fare hedging. Se si nota che la prima opzione binaria che si è acquistato si muove in maniera contraria rispetto alla nostra previsione, allora si può acquistare un’opzione in direzione contraria e limitare il rischio, diminuendo anche la perdita che si ha. Se invece ci si accorge che il prezzo si sta muovendo esattamente nella direzione prevista, in questo caso si può rimanere fuori dal mercato per la seconda posizione, dato che si ha già il guadagno e si andrebbe solo a perdere denaro.

In questo secondo caso, si potrebbe aprire una nuova opzione nella stessa direzione? La risposta è si, ma bisogna farlo con cautela, dato che se il mercato dovesse improvvisamente girare, si avrebbe una doppia perdita.

Utilizzare l’analisi tecnica per operare con le opzioni binarie

Considerando che l’analisi fondamentale esamina come le influenze esterne possono influenzare i prezzi, l’analisi tecnica si concentra su come il prezzo si è mosso in passato. La convinzione alla base di questo concetto è che i movimenti storici possono aiutare a prevedere cosa accadrà in futuro. Così, l’analisi tecnica è uno strumento essenziale per molti trader di opzioni binarie.

Per la maggior parte del tempo lo sforzo principale dell’analisi tecnica è quello di studiare i grafici. Chi opera nel mercato ritiene che i fattori che influenzano i prezzi, come ad esempio gli effetti della domanda e dell’offerta, le tendenze consolidate ed altri elementi, sono chiaramente visibili in qualsiasi grafico. Di conseguenza, guardare qualsiasi altra cosa che possa influenzare il sentiment del mercato, come ad esempio le notizie e gli annunci aziendali, non è una cosa necessaria.

L’analisi tecnica utilizza una serie di metodologie diverse per poter operare, come ad esempio:

  • trend following, il quale stabilisce che, guardando i dati storici, se si ha un movimento continuo in una direzione particolare, allora siamo in un trend e tale trend continuerà. Questo comporta usare una media mobile per periodi diversi, come ad esempio a 2 e a 7 giorni. Se la media mobile per il periodo più breve attraversa significativamente al di sopra o al di sotto quella legata al periodo più lungo, allora si ha la possibilità di avere un trend al rialzo o al ribasso
  • momentum, ovvero l’andamento attuale del trend, che si può calcolare usando il Moving Average Convergence Divergence, noto anche come MACD, che aiuta a determinare se la quantità di movimento del prezzo dell’asset sottostante la nostra opzione sia in aumento o in diminuzione. Il MACD viene utilizzato con successo per poter tenere traccia delle variazioni giornaliere medie, sia a breve che a lungo termine. Se i movimenti medi a breve termine sono più grandi, allora il momentum è in aumento e il trend potrebbe andare avanti, al contrario se il momentum rallenta, allora il trend si può invertire.

Analisi fondamentale e opzioni binarie

Quando si decide di investire in opzioni binarie è fondamentale prevedere correttamente la direzione del mercato. Occorre infatti capire se il prezzo dell’asset sottostante salirà o scenderà entro la data di scadenza, il che ci permetterà di essere “in the money” oppure “out of the money”. L’obiettivo finale, ovviamente, è quello di guadagnare denaro, considerando anche che il mercato delle opzioni binarie ci permette di avere degli ottimi rendimenti, che partono da un minimo del 65% e, a seconda del broker e del tipo di investimento che si fa, possono arrivare anche al 300% ed oltre.

Quando si investe nel mercato delle opzioni binarie è importante prendere in considerazione il concetto di analisi fondamentale, ovvero studiare tutte le condizioni del mercato in maniera da poter conoscere quali sono le notizie che potranno influenzare l’asset sottostante.

Facciamo un esempio per poter chiarire questa situazione. Supponiamo di voler acquistare delle opzioni binarie e che l’asset sottostante sia la coppia di valute EUR / USD. E’ importante andare a vedere se, nel corso delle prossime ore e in ogni caso prima della scadenza dell’opzione binaria stessa, ci saranno delle notizie o verranno rilasciati dei dati che possono avere un’influenza più o meno forte su questa coppia di valute. Dobbiamo controllare, tra gli altri, il rilascio di dati come il PIL, la disoccupazione o i dati degli acquisti delle famiglie. Sono tutti dati che possono avere una grande influenza sul mercato delle valute e, di conseguenza, anche sul risultato finale della nostra opzione binaria.

Quello dell’analisi fondamentale è un concetto molto importante nel Forex e lo è anche nel mercato delle opzioni binarie. Sicuramente occorrerà fare la scelta giusta anche in virtù delle notizie che verranno immesse nel mercato, è una cosa dalla quale non si può prescindere. Ecco perché conoscere l’analisi fondamentale farà di noi dei trader migliori.

Strategie per operare nelle opzioni binarie

Acquistare un opzione call o put è il più semplice modo di agire con le opzioni binarie. Il vantaggio di operare in questa maniera è che si tratta di un modo di fare molto semplice. Ad esempio, se si investono 500 euro in un’opzione Put relativamente alla coppia di valute EUR / USD, se entro la data di scadenza dell’opzione, il prezzo della coppia di valute si trova al sotto di quello di apertura, si ottiene una certa somma di denaro, dato che ci si trova “in the money”. Al contrario, non si otterrebbe alcuna somma di denaro, ma si perderebbero solo i 500 euro investiti, dato che ci si troverebbe out of the money.

Le opzioni binarie call e put sono sicuramente le più usate in assoluto nel mondo delle opzioni, sia per la loro semplicità che per la velocità con cui è possibile arrivare alla scadenza dell’opzione stessa. Queste opzioni binarie possono anche essere acquistate all’interno di una strategia più grande e complessa. Ad esempio, se si investono 100 euro in un’opzione call sull’indice Nasdaq, con scadenza a fine giornata, nel caso dopo poche ore si nota che il prezzo del Nasdaq non si muove come previsto, si potrebbe pensare di acquistare un’opzione Put dello stesso valore, ovvero altri 100 euro, in maniera da pareggiare in qualche modo la prima perdita. Operando in questa maniera si possono ridurre al minimo le potenziali perdite.

Una delle più popolari strategie di trading in opzioni binarie, che però possono mettere in pratica solo coloro che sono esperti del settore, è quella di raddoppiare le posizioni. Diciamo di aver acquistato una opzione Put per il valore di 100 euro sul Dow Jones. Se la posizione sta andando come previsto, allora si può pensare all’acquisto di un’altra opzione Put come parte di una interessante strategia commerciale. Il vantaggio è che si può realizzare un profitto molto elevato sugli investimenti iniziali.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: