Borsa scossa dal preoccupazione del debito USA

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Tag: opzioni binarie usa

America: il rapporto tra Fed e QE

La Federal Reserve e il programma di Quantitative Easing sono i capisaldi della stagione monetaria estiva nel senso che le evoluzioni della politica economica americana e le decisioni prese dall’organismo…

di Luigi Boggi – 21 Maggio 2020

Economia: Krugman su USA e Lettonia

L’austerity è praticamente passata di moda, o meglio, in questi ultimi mesi sono state pubblicate delle relazioni che confutano l’algoritmo che per anni ha giustificato l’applicazione dell’austerità. Si nota invece…

di Luigi Boggi – 15 Maggio 2020

USA: torna la fiducia dei consumatori

Negli Stati Uniti i dati sulle vendite al dettaglio sono stati migliori del previsto e questo vuol dire che l’economia americana è in ripresa. Ma è davvero così? Proviamo a…

di Luigi Boggi – 15 Maggio 2020

Immobiliare: da Wall Street segnali positivi

Gli ultimi “guadagni” del mese della borsa americana hanno deluso le aspettative degli investitori, tanto che l’indomani Wall Street ha aperto timidamente.

di Luigi Boggi – 30 Aprile 2020

USA: crollo di Wall Street dopo Boston

Un attentato terroristico, di qualsiasi matrice, in genere, getta scompiglio nella società che a distanza di diversi giorni non riesce a capire come mai sia successo quello che è successo….

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

di Luigi Boggi – 26 Aprile 2020

I problemi occupazionali degli USA

Gli Stati Uniti stanno combattendo con il fiscal cliff da dicembre ma sotto gli occhi degli analisti ci sono finiti anche i dati sull’occupazione, o meglio, i dati sulla disoccupazione…

di Luigi Boggi – 5 Febbraio 2020

Borsa scossa dal preoccupazione del debito USA

Il debito americano preoccupa le borse, in generale, ma Piazza Affari sembra molto più concentrata sull’erogazione dei titoli di Stato e reagisce con entusiasmo alla novità relativa al BTp.

di Luigi Boggi – 16 Gennaio 2020

Supermoneta per salvare il debito USA

Obama si trova a fare i conti con una situazione economica disastrosa, o meglio appena al di fuori del rischio fiscal cliff ma secondo gli analisti e secondo la FED,…

di Luigi Boggi – 9 Gennaio 2020

Tetto debito USA: una soglia pericolosa

La situazione economica americana è ancora tutta da capire. Per il momento le borse hanno reagito con entusiasmo al raggiungimento dell’accordo sul fiscal cliff ma poi hanno dovuto “accettare” la…

di Luigi Boggi – 7 Gennaio 2020

Buoni i dati sul mercato USA del lavoro

Il mercato del lavoro USA si sta riprendendo, lo si apprende da uno dei documenti più interessanti e più attesi nel settore economico e finanziario: il rapporto NFP. Il mercato…

di Luigi Boggi – 12 Dicembre 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Tag: debito pubblico

In Italia il debito pubblico corre veloce

Si è toccato un nuovo record assoluto per il debito pubblico italiano che nel mese di maggio è aumentato di 20 miliardi rispetto al mese di aprile e è arrivato…

di Luigi Boggi – 16 Luglio 2020

Giappone: a quanto ammonta il debito

Un paese che abbia un debito pubblico troppo elevato, non è da considerare attendibile e tanto meno degno di qualche investimento. Eppure, una politica monetaria rigorosa, potrebbe sovvertire il senso…

di Luigi Boggi – 12 Agosto 2020

Italia: nuovo record per il debito pubblico

Se il debito pubblico fosse un indicatore della salute dei paesi, allora per l’Italia le cose si metterebbero davvero male, visto che è stato raggiunto un altro record storico, dopo…

di Luigi Boggi – 15 Maggio 2020

Borsa scossa dal preoccupazione del debito USA

Il debito americano preoccupa le borse, in generale, ma Piazza Affari sembra molto più concentrata sull’erogazione dei titoli di Stato e reagisce con entusiasmo alla novità relativa al BTp.

di Luigi Boggi – 16 Gennaio 2020

Il caso del debito dell’Ecuador

Il presidente dell’Ecuador Correa è intervenuto in Convegno organizzato a Milano dall’Università Bicocca ed ha spiegato come il suo paese abbia superato la crisi: adottando il metodo più semplice, non…

di Luigi Boggi – 19 Novembre 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Sale preoccupazione per il debito Usa ma a Piazza Affari piace il nuovo piano Mps: Milano in rialzo

Il mercato apprezza la stretta di Profumo e Viola sul nuovo piano Mps: meno 8mila dipendenti, 550 filiali da chiudere, tagli ai compensi dei top manager per rimborsare i Monti bond entro il 2020 e poi far partire la ricapitalizzazione da 2,5 miliardi – Piazza Affari parte in rialzo – Scintille Finmeccanica, ma debolezza del lusso e di Telecom

DA CINA E GIAPPONE ULTIMTUM SUL DEBITO USA
A PIAZZA AFFARI PIACE LA STRETTA SUL PIANO MPS

I listini asiatici, dopo una perdita iniziale, recuperano e si avviano a chiudere in terreno positivo: Tokyo + 0,4%, Hong Kong +1% circa.

L’Oriente, dunque, scommette sull’accordo in extremis tra Congresso e Casa Bianca. Meno ottimismo traspare dai giornali Usa: per il Washington Post c’è spazio per per un accordo temporaneo, per evitare il default del 17 ottobre. Ma per la”pace” nonc ‘è più tempo.

Wall Street ha preso atto che la situazione è seria: Dow Jones -0,9%, stessa varazione per lo Standard &Poor’s, Nasdaq -1%.

In questa cornice parte stanotte la stagine delle trimestrali: debutterà, al solito, Alcoa, ma i primi test signidicativi ci saranno venerdì con JP Morgan e Wells Fargo. Le attese di crescita degli utili per hanno subito un massiccio ridimensionamento, passando dal 5.7% di crescita degli utili al 2% (dati Citigroup).

BANCA MONDIALE: L’ASIA FRENA

Cina e Giappone, i due maggiori creditori del Tesoro Usa, non nascondono le loro preoccupazioni. Il vice ministro delle Finanze di Pechino Zhu Guangyao ha avvetito che “il tempo sta scadendo” e che Washington dovrà garantire “il rispetto per gli investimenti cinesi”. Analogo nervosismo a Tokyo, già irritata per la mancata presenza di Obama al vertice dell’Apec: un default, ha detto il ministro delle Finanze, avrebbe effetti devastanti sul dollaro e, di riflesso, sul rafforzamento dello yen. Il ministro del governo Abe ha anche ricordato che il precedente braccio di ferro sul debito è costato al debito Usa la perdita della tripla A.

Intanto l’ Asia rallenta. Secondo la Banca Mondiale la crescita dell’area “Asia Orientale” è prevista a +7,1% nel 2020 e a 7,2% nel 2020 contro rispettivamente con +7,8% e +7,6% indicati ad aprile. Per quanto riguarda la Cina, la Banca Mondiale stima una crescita del 7,5% nel 2020 e del 7,7% nel 2020. Dati che si confrontano rispettivamente con +8,3% e +8% indicati ad aprile.

MA PIAZZA AFFARI IL RALLY VA AVANTI

In Europa hanno chiuso in rosso il Dax 30 tedesco arretrato dello 0,36%, il Ftse 100 dello 0,26% e l’Ibex 35 dello 0,41%. Quasi invariato il parigino Cac +0,03%.

La magnifica eccezione, ancora una volta, è Piazza Affari, in fuga solitaria nonostante le difficoltà dell’economia e della finanza pubblica. Ieri la Borsa di Milano si è confermata la maglia rosa nella corsa dei listini dell’area Ocse. Il Ftse Mib ha invertito la rotta nella seconda parte della seduta e ha chiuso in rialzo dello 0,66% a 18.425 punti dopo essere riuscito a sfondare quota 18.300 punti.

Quanto può durare il rally? Dal punto di vista tecnico il finale in rialzo lascia prevedere che il rialzo possa proseguire anche stamane: il primo ostacolo sarà a quota 18.600, poi il Toro potrebbe arrivare a 19.500.

Intanto, nella settimana delle aste del Tesoro, il differenziale Btp/Bund è rimasto stabile lungo tutta la giornata a 249 punti base con un rendimento del decennale italiano al 4,29%

A MILANO E’ L’ORA DEL BIG BANK

Il rally della Borsa italiana si spiega, in buona parte, con l’ascesa dei titoli bancari: otto istituti di credito italiani figurano ai primi dieci posti dell’indice Stoxx delle banche europee. Oltre a Montepaschi, Unicredit, Banco Popolare, Pop, Emilila Romagna, Intesa Sanpaolo, Mediobanca, Ubi, Pop. Milano.

A guidare la corsa, finalmente, c’è Monte Paschi +6,26% nell’attesa del piano che è stato illustrato nel tardo pomeriggio, a Borsa chiusa.

L’istituto tagliera’ circa 8.000 dipendenti entro il 2020 per ridurre il costo del personale per circa 500 milioni. L’obiettivo precedente al 2020 era di 4.600 dipendenti. Aumenta anche il numero di filiali da chiudere: da 400 salgono a 550. Tagliati gli emolumenti del top management: il tetto concordato con Bruxelles e’ di 500mila euro (l’a.d. Viola lo scorso hanno ha incassato circa 1,5 milioni). Il piano stima un utile di circa 900 milioni al 2020 con una redditivita’ misurata dal rote del 9%. Il piano prevede l’impegno a rimborsare 3 miliardi di euro di Monti Bond (il 70% del totale di 4,1 miliardi) entro il 2020, anno in cui dovra’ scattare la ricapitalizzazione da 2,5 miliardi.

In grande evidenza le Popolari.

il Governatore di Bankitalia, Ignazio Visco ha ribadito ieri che per le banche popolari di grandi dimensioni la forma giuridica più adeguata è la “società per azioni”.

Acquisti su Ubi + 4,6% Banco Popolare +3,68%, Bper +2,31%, Bpm + 0,76%.

Prosegue intanto il rally di Unicredit + 2,7% portandosi a quota 5,37 euro, nuovo massimo dal dicembre 2020.

La scorsa settimana si è chiusa con una performance positiva che sfiora il +10%.

FINMECCANICA GUIDA LE TOP STAR

Finmeccanica ha chiuso in rialzo del 3,5% a 5,415 euro.

Gli analisti di JP Morgan hanno alzato il giudizio sul titolo a neutral da underweight con un prezzo obiettivo a 4,95 euro da 3,45 euro. Kepler Cheuvreux ha promosso il titolo a buy da hold.

Datalogic è al decimo rialzo consecutivo con un guadagno del 5,4% a 7,85 euro. Il titolo in giornata ha aggiornato i massimi storici segnati lo scorso 2020 a 8,095 euro. Il mercato considera credibili gli obiettivi indicati dalla società nel corso della presentazione del nuovo piano industriale 2020 avvenuta a fine settembre.

Tra i migliori del listino anche Wdf +5,75% a 8,275 euro: in un report sul comparable Dufry gli analisti di Vontobel sottolineano come la quotazione della società quale entità scorporata “porterà più investitori in questo mercato interessante. Dal momento che il comparto è molto frammentato, l’M&A continuerà a svolgere un ruolo primario”.

In rialzo anche Fonsai +2,75% nel giorno in cui è stata depositata al tribunale fallimentare di Milano la richiesta di concordato fallimentare per Imco, uno delle due holding private della famiglia Ligresti dichiarate fallite nel giugno del 2020.

Bene sul Ftse Mib anche Pirelli +2,17%: Mediobanca Securities ha alzato la raccomandazione sul titolo da neutral a outperform e il prezzo obiettivo da 8,8 a 12 euro in vista del nuovo piano industriale che verrà presentato il 6 novembre. Per gli esperti punterà a raddoppiare nuovamente l’ebit a circa 1,3 miliardi entro il 2020.

Il gruppo Fonsai-Milano Assicurazioni, oggi controllato da Unipol, rinuncera’ a crediti per 348,5 milioni di euro nei confronti di Imco, la società della famiglia Ligresti.

LUSSO E TELECOM, LE MAGLIE NERE

Telecom Italia -1,72% a rischio declassamento da parte di Standard & Poor’s entro la fine di novembre. L’agenzia di rating ha comunicato di aver messo i rating BBB-/A-3 di Telecom Italia in creditwatch negativo e il ‘downgrade a BB+ appare il risultato piu’ probabile con la conclusione delle verifiche entro la fine di novembre 2020′. Secondo S&P, Telecom sta soffrendo la crescente debolezza di management e governance dopo le dimissioni giovedi’ scorso del presidente esecutivo Franco Bernabe’. Inoltre, l’azienda si trova a operare in un ambiente domestico molto competitivo, ha un merito di credito debole per la valutazione attuale e ha limitate possibilita’ di accelerare la riduzione dell’indebitamento o di stabilizzare la performance operativa nel breve termine.

In coda al listino anche Campari -1,9%, che ha visto qualche presa di profitto alla luce del possibile aumento delle accise sugli alcolici.

In sofferenza anche i titoli del lusso dopo il warning della Banca mondiale sulla crescita dei Paesi emergenti dell’Asia.

Angela Ahrens, ceo di Burberry –1,85%, ha dichiarato che il rallentamento delle vendite di beni di lusso in Cina potrebbe non essere temporaneo e potrebbe invece rappresentare una nuova tendenza.

Salvatore Ferragamo arretra dello 0,4% a 26,18 euro. In avvio di seduta ha fatto segnare a quota 26,40 euro il nuovo record storico. Tod’s ha perso l’1,52%, Luxottica -1,56%, quasi invariato Brunello Cucinelli -0,04% a 23,91 euro .

Ugo Bertone

Torinese, classe 1953. Giornalista di lungo corso prima al Sole 24 Ore, poi alla Stampa (come caporedattore centrale e come responsabile della sede di Milano), già direttore di “Borsa e Finanza”. Ha diretto per cinque anni le attività editoriali dell’associazione italiana degli analisti finanziari. Collabora con il Foglio, Libero e Arbiter.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • BINARIUM
    BINARIUM

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Enciclopedia delle opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: