Per la formazione lagunare gara senza storia: ben sette gli elementi che vanno in doppia cifra

UMANA REYER VENEZIA 79

TREOFAN MINIBASKET PB 63 BATTIPAGLIA 46

(22-11, 44-27; 60-39)

VENEZIA: Bestagno 11, Carangelo 11, Kacerik 2, De Pretto 12, Goree 11; Anderson 11, Gorini 11, Crudo, Ciabattoni 10, Stangherlin. Ne: Meldere e Gregori. All.: Liberalotto.

BATTIPAGLIA: Mataloni, Del Pero 5, Trimboli, Handy 18, Simon 19; Mazza, El Habbab 4, Scarpato. Ne: De Feo, Mattera e De Rosa. All.: Matassini.

ARBITRI: Guarino (Campobasso) e Di Martino (Napoli).

NOTE: presenti in tribuna il presidente della Lega Basket Femminile Massimo Protani ed il presidente del Coni Molise Guido Cavaliere. Progressione punteggio: 10-8 (5’), 29-21 (15’), 57-30 (25’), 69-42 (35’). Massimo vantaggio: Venezia 35 (79-44); Battipaglia 3 (0-3).

Un copione già ammirato in semifinale, anche se – nella circostanza – con maggior pathos, almeno sino all’intervallo lungo. Come da pronostico, l’Umana Reyer Venezia si aggiudica la seconda edizione del quadrangolare ‘Campobasso per lo sport’, avendo la meglio, nel suo percorso campobassano, delle due campane Napoli (in semifinale) e Battipaglia (nella finalissima).

SOLO IL PRIMO CANESTRO Le battipagliesi sono avanti solo con la tripla che apre il referto. Poi, Venezia, una volta messa la testa avanti riesce ad avere vita facile nel primo quarto in cui, tra l’altro, arriva a conclusione con undici lunghezze di margine, doppiando le proprie avversarie sul 22-11.

ANDAMENTO DI CONSERVA Nel secondo periodo coach Liberalotto continua a spronare con forza le sue per cercare di poter dare spazio ad un po’ tutte le rotazioni in corso d’opera. Di fatto, il 44-37 con 17 punti di margine per le lagunari (tra le campane ad andare a segno sono solo le due americane) è più di una serie ipoteca su una prosecuzione di contesa all’insegna di un garbage time senza soluzione di continuità.

VENEZIA SENZA LIMITI Anche perché il margine delle veneziane si fa sempre più ampio superando i venti punti e costringendo il coach ospite Matassini a chiamare time out. Venezia ha vita facile arrivando quasi al trentello in proprio favore, sinonimo di una contesa senza più molto da dire, tant’è che Liberalotto si accomoda in panca.

CHIUSURA IN GLORIA Così c’è attesa solo per il momento delle premiazioni in cui le veneziane alzano al cielo la coppa della seconda edizione del quadrangolare ‘Campobasso per lo sport’. Per il resto, infatti, il quarto periodo è solo regno di cifre e statistiche, semplice orpello, tanto più in fase, come quella attuale, di precampionato.

QUADRANGOLARE CAMPOBASSO PER LO SPORT, SECONDA EDIZIONE – LE FINALI: Venezia-Battipaglia 79-46 (I-II posto); La Molisana Magnolia Campobasso-Napoli 59-60 (III-IV posto)

I RISULTATI DELLE SEMIFINALI: La Molisana Magnolia Campobasso-Battipaglia 46-64, Venezia-Napoli 80-31.

LA CLASSIFICA FINALE: 1) Venezia, 2) Battipaglia, 3) Napoli, IV) La Molisana Magnolia Campobasso.

AREA COMUNICAZIONE MAGNOLIA CAMPOBASSO



Continua a leggere