Sono sedici, e sono tutte incinte: le infermiere che lavorano nell’unità di terapia intensiva del centro medico Banner Desert di Mesa, in Arizona, stanno per diventare mamme contemporaneamente. Un caso straordinario: «So che un paio di noi hanno fatto dei trattamenti per la fertilità», ha spiegato una di loro, Paige Packard, in una conferenza stampa venerdì. «È così che ho finito per scoprire che tutte erano incinte. Ci siamo dette qualcosa del tipo: “Oh, beh, non l’avevo previsto: avevamo un accordo di cui non sapevo nulla?”».

No, non c’era nessun patto: il «baby boom» è stata solo una sorprendente, e felice, coincidenza. Adesso c’è anche una pagina Facebook dedicata alle infermiere del reparto che aspettano un bambino.

Alle colleghe piace andare insieme a pranzo, adesso, per soddisfare le «voglie» della gravidanza: alle addette alla mensa piace «viziarle». Una delle future mamme aveva chiesto di rendere più stuzzicante l’insalata e il giorno dopo ha scoperto che, al solito piatto, erano stati aggiunti sottaceti e olive. L’esperienza della gravidanza sta consolidando i rapporti tra loro: «Il nostro non è un lavoro facile da fare quando si è incinta e spesso non ci sente bene: è bello condividere il percorso e avere sostegno. In occasioni come questa si scopre quanto possano essere di supporto i colleghi di lavoro: è stata una bella esperienza», ha spiegato l’infermiera Ashley Atkins.

Anche i pazienti hanno iniziato a notare le pance in crescita, e i funzionari, un po’ preoccupati, stanno cominciando a pianificare l’incombente carenza di infermiere. Diventeranno tutte mamme tra settembre e febbraio, e andranno in maternità per 12 settimane.

Intanto, l’ospedale ha regalato a ogni infermiera incinta una tutina speciale per celebrare l’occasione. Sopra c’è scritto: «Rilassati… mia madre è un’infermiera del Banner!».

LEGGI ANCHE

Una notte con chi non dorme, raccontateci le vostre notti bianche

LEGGI ANCHE

10 consigli per gestire l’arrivo di un neonato in casa

LEGGI ANCHE

7 situazioni in cui avremo sempre bisogno di nostra madre



Continua a leggere