È successo di nuovo: Instagram ha cancellato per la seconda volta dal profilo di Claudio Santamaria la foto del nudo artistico che ritrae lui e la sua neosposa Francesca Barra nudi in doccia coperti da un vetro opaco. Lo ha annunciato l’attore pubblicando il messaggio con cui il social gli ha comunicato di aver rimosso nuovamente l’immagine che lui, rilanciando, aveva ripostato immediatamente dopo la prima censura. La ragione è la stessa: non rispetta le linee guida su nudo e pornografia.

«Di nuovo qualcuno senza nulla da fare ha segnalato questa foto in cui non c’era nulla che andasse contro le linee guida di Instagram, ma non ci arrendiamo», ha scritto Santamaria nel suo post, annunciando che la foto sarà comunque condivisa e stavolta non virtualmente, ma dal vivo; «La foto – ha proseguito – sarà esposta a novembre a Milano per una mostra, al più presto i dettagli».

Ora, a voler essere maliziosi, si potrebbe pensare che la censura sia stata sfruttata a scopi promozionali, per creare interesse intorno all’evento: così ha inteso qualche follower che ha commentato l’annuncio rimproverando a Santamaria che così «ha trovato il modo di farsi un po’ di pubblicit໫Non ne ho bisogno», ha però risposto poco dopo l’attore. «Io – ha proseguito – sono un fotografo e ho aperto questo profilo molto tempo fa per condividere fotografie».

COSA SI CENSURA?
Al caso va il merito di aver riacceso la discussione su cosa si possa pubblicare e cosa no in rete: la foto di Santamaria – che non mostra né rapporti sessuali, né fondoschiena né genitali  – non ha nulla di ciò che è palesemente vietato dalle linee guida di Instagram. Contemporaneamente, però, non si contano le immagini ignorate dalla censura: foto palesemente oscene e tanti altri nudi artistici talvolta più espliciti del suo, pubblicati spesso anche da suoi colleghi attori e protagonisti dello showbusiness. Nella gallery sopra ne vedete alcuni:

LEGGI ANCHE

Instagram: quando la censura è discriminatoria



Continua a leggere