Torniamo al film Gola Profonda. Era la storia surreale (o, meglio, iperreale) di una donna che aveva il clitoride in gola, e che quindi esperiva intensi orgasmi proprio praticando il sesso orale. Le conseguenze furono due. La prima fu la diffusione della richiesta maschile di fellatio profondissime. Paradossalmente, però,  viene sdoganato anche il tema del piacere femminile.
E questo mi suggerisce che sia arrivato il momento di parlare del «cunnilingus». Anche in questo caso la sua diffusione è cosa recente e in qualche modo figlia della rivoluzione sessuale, cioè dell’istanza di piacere femminile e di parità sessuale.

La base scientifica

Qualche anno fa uscì sul Journal of Adolescentology un interessante report scientifico sulle motivazioni che spingono un giovane maschio a iniziare la pratica del cunnilingus. I ricercatori riconobbero nei giovani che praticano il sesso orale alle loro partner una istanza di piacere personale, attraverso quello femminile e soprattutto nella speranza di reciprocità, e caratteristiche cosiddette assertive della personalità, nonché l’obiettivo di dimostrarsi sessualmente esperti.
I vantaggi del sesso orale

Sintetizzando, i principali vantaggi del sesso orale sono tre:

  • può essere straordinariamente efficace ad aiutare le donne a raggiungere un orgasmo;
  • può aiutare gli uomini che hanno qualche difficoltà ad avere un’erezione;
  • non mette a rischio di gravidanza.



Continua a leggere