Doveva essere un progetto per «svagarsi» e prendersi un progetto dalle rispettive carriere soliste, giusto il tempo di un paio di mesi, invece è durata quasi tre anni, la collaborazione tra Fedez e J-Ax. È stata lunga e proficua, scandita dai tormentoni delle ultime estati (Vorrei ma non posto e Senza pagare solo per citarne due) e da un susseguirsi di dischi d’oro e di platino.  Poi i due si sono detti «addio» o meglio «arrivederci» («Di nuovo insieme? Quando finiranno i soldi») con un ultimo singolo (Italiana) e un concerto-spettacolo da 75 mila spettatori a San Siro.

LEGGI ANCHE

«La Finale» a San Siro: tutta l’emozione di Fedez e J-Ax

Da adesso in poi, e almeno per un po’, l’ex Articolo 31 e il rapper proseguiranno da soli. Perché era tempo di evolversi, hanno detto ufficialmente. Ma secondo Chi alla base della «separazione» ci sarebbe anche un altro motivo: i due, amici per la pelle, avrebbero divergenze insanabili per ciò che riguarda la cannabis. Pochi mesi fa, infatti, J-Ax è diventato testimonial della cannabis legale, aprendo un negozio specializzato nella vendita di Maria Salvador, come dal titolo di un suo celebre brano, nel centro di Milano.

LEGGI ANCHE

«La Finale» di Fedez e J-Ax: «Di nuovo insieme? Quando finiranno i soldi»

Una scelta che avrebbe reso felice l’uno («È arrivato il giorno che attendevo da 20 anni», ha fatto sapere durante l’inaugurazione), e del tutto «perplesso» l’altro. Un’indiscrezione che, al momento, i diretti interessati non hanno ancora né smentito, né confermato. E che si aggiunge alle voci che vorrebbero Fabio Rovazzi e Fedez ormai definitivamente lontani. I due, che per un periodo sono stati inseparabili, non condividono più nemmeno uno scatto social.

LEGGI ANCHE

Chiara Ferragni: «Dopo il parto, datevi tregua»



Continua a leggere