Andare in bicicletta non solo ci mette a stretto contatto con la natura liberandoci dai pensieri negativi, ma ci aiuta a perdere peso. Per ottenere risultati visibili è importante praticare questa attività in modo costante, almeno un paio di volte alla settimana per un’ora, senza eccedere nello sforzo perché in questo caso, se la frequenza cardiaca dovesse aumentare il nostro corpo non brucerà più grassi, ma zuccheri. E addio dimagrimento.

Stabilire con precisione quante calorie si bruciano pedalando non è facile perché è necessario prendere in considerazione diversi fattori quali peso, frequenza cardiaca, tipologia di percorso e intensità di pedalata.

Mediamente, però, possiamo affermare che su un percorso pianeggiante il consumo calorico si aggira tra le 300 e le 500 kcal all’ora.

Gli effetti positivi di questo sport sul nostro corpo non si limitano solo al dimagrimento. «Andare in bicicletta – afferma Andrea Vivian, autore del libro Allenarsi con 1 euro – aiuta a tonificare e a rafforzare i muscoli di gambe e glutei. Senza contare che il movimento della pedalata è perfetto per riattivare la microcircolazione e contrastare l’insorgere della cellulite». Ma i benefici di questo sport aerobico non finiscono qui. «La produzione di endorfine – prosegue Vivian – favorisce il miglioramento dell’umore e della sensazione di benessere, riducendo stress e ansia. Da non sottovalutare, poi, il miglioramento delle prestazioni cardiovascolari, l’innalzamento del colesterolo buono (HDL), l’aumento della densità ossea e la riduzione delle pressione arteriosa. Pedalare, infine, regola positivamente il metabolismo lipidico e il bilancio energetico con un effetto preventivo nei riguardi dell’obesità».

Come in tutte le attività sportive l’alimentazione gioca un ruolo importante anche in questo caso. Gli esperti consigliano di non intraprendere lo sport a digiuno, ma di assumere carboidrati. «In questa attività – suggerisce Andrea Vivian – lo scopo dell’alimentazione è di compensare, attraverso un adeguato apporto di nutrienti, il progressivo consumo di energia. Prima di iniziare, almeno 3 ore prima della seduta, è bene consumere carboidrati complessi (pasta, patate dolci, riso), una dose di proteine limitando l’assunzione di grassi e zuccheri semplici. Durante l’allenamento è utile sorseggiare costantemente acqua e bevande idrosaline oppure assumere barrette o alimenti che possano reintegrare le scorte di glicogeno. Al termine della pedalata consiglio una porzione di frutta fresca o secca, oppure pane con marmellata o una fetta di crostata. Come integrazione o sostitutivo del pasto è possibile consumare anche barrette, sali minerali o bevande a base di carboidrati, aminoacidi».



Continua a leggere