«Sto per scrivere un film sullo scandalo Weinstein. Ne sto discutendo con un produttore francese». A rivelarlo è il regista Brian De Palma al quotidiano francese Le Parisien, pronto a raccontare lo scandalo che ha sconvolto Hollywood sul grande schermo, in una storia dalle tinte horror. «Il protagonista non si chiamerà Harvey Weinstein. Sarà un film dell’orrore, con un aggressore sessuale in azione nel mondo del cinema» ha precisato De Palma su quella che sembra essere il tema caldo del momento.

Anche Brad Pitt, infatti, si è fatto avanti mesi fa per l’acquisto dei diritti sulla vicenda al fine di farne un film.

«Ho seguito il caso da vicino perché conosco molte persone coinvolte. Come regista devi ricevere le confidenze degli attori e il loro affetto per poterli usare al meglio nel film. E violare questo a ogni livello è la cosa peggiore che puoi fare», confida De Palma all’agenzia AFP in occasione del lancio del suo primo romanzo in Francia, Les serpents sont-ils nécessaires? «Ho sentito storie di abusi negli anni e ho sempre reagito in modo duro contro chiunque ne fosse responsabile. E naturalmente si tratta di storie che coinvolgono le persone più note».

Sfoglia gallery

Quanto ai movimenti nati sull’onda del terrore provocato da individui come Weinstein, #MeToo e Time’s Up su tutti, il regista americano vede una possibilità: quella che siano le donne a regalare, finalmente, il proprio punto di vista nelle storie raccontate. «Sarà interessante vedere cosa succede quando le donne inizieranno a essere numerose dietro la macchina da presa. Sarà interessante vedere se il loro sguardo sarà così diverso dal nostro. Perché molti film riguardano quello che gli uomini vedono». E chissà che la speranza di vedere più registe donne non diventi presto una realtà.

LEGGI ANCHE

Weinstein è stato incriminato per stupro e molestie sessuali

LEGGI ANCHE

Roman Polanski contro #MeToo: «Un’isteria collettiva»





Continua a leggere