Sarà un weekend da dedicare all’arte: il 19 e il 20 maggio si festeggiano le Giornate Internazionali dei Musei e per l’occasione, oltre a vedere le normali esposizioni, sarà possibile partecipare a incontri, proiezioni, speciali visite guidate. Nuove occasioni di incontro e condivisione, che potremo provare anche facendo le ore piccole, perché sabato 19 maggio torna anche la Notte Europea dei Museimigliaia di strutture museali in Europa saranno aperte straordinariamente fino a tardi, e nelle ore serali si potrà entrare al costo simbolico di un euro.

Istituita dall’Icom (International Council of Museums) nel 1977, la Giornata Internazionale dei Musei cade per la precisione il 18 maggio, ma è tendenzialmente festeggiata nel weekend successivo (quindi il 19 e il 20 maggio) per fare in modo che ne possano approfittare più persone possibile. Quest’anno il tema è Iperconnessi: nuovi approcci, nuovi pubblici, e sarà intorno a questo che ruoteranno le iniziative delle giornate.

LEGGI ANCHE

Le grandi mostre di primavera da non perdere

COSA SI FA
Sarà un’ottima opportunità per scoprire anche piccoli e meravigliosi luoghi d’arte: per esempio a Roma nella casa dell’artista Hendrik Christian Andersen ci saranno visite guidate in LIS. Intanto, per restare in zona, a Tivoli Villa Adriana e Villa d’Este (sempre di giorno) proporranno percorsi didattici multisensoriali nel palazzo e nel giardino (con apertura straordinaria della camera delle rose di Listz) e nel Parco Archeologico di Ostia Antica saranno aperte straordinariamente la Casa di Diana, ll’Insula di Giove e Ganimede e l’Insula delle Pareti Gialle.

DI NOTTE
Tra le aperture notturne più spettacolari c’è quella del Castello Estense di Ferrara, dove si potrà partecipare a una visita guidata alla mostra della collezione Cavallini Sgarbi e fare un aperitivo nel Giardino degli Aranci, prima di un incontro con Elisabetta Sgarbi e una gita in in barca nel fossato. Sarà aperta fino a tardi anche la Reggia di Colorno, per visitare il giardino e il piano Nobile. A Torino, tra gli altri, sarà aperto di sera il Museo della Sindone mentre intanto a Milano, tra le tantissime aperture serali (che coincidono anche con le giornate di Piano City) ci sono quelle delle Gallerie d’Italia e la Pinacoteca di Brera, che sta preparando un kit di disegno da dare a ogni partecipante per mettersi alla prova sul campo durante la visita. A Napoli, al Mann, si potrà anche entrare nei laboratori di restauro, dove gli esperti mostreranno come riportano a nuova vita dipinti, mosaici, ceramiche, mentre al Museo Archeologico di Cagliari si potranno  visitare virtualmente alcuni tra i siti archeologici più importanti di tutta la Sardegna perché con dei visori si arriverà fino a Su Nuraxi di Barumini, Su Mulinu di Villanovafranca, Sa Sedda ‘e sos Carros di Oliena, la Nora romana (tutti gli appuntamenti sono su www.beniculturali.it).

CHI CI VA
Si prevede sin da ora il pienone, come sta succedendo da diversi anni nei musei italiani in occasioni di queste iniziative speciali (e non solo): da luglio 2015, con il decreto Art Bonus dell’ex ministro Dario Franceschini, grazie alle domeniche gratuite (la prima del mese) si sono registrati 12milioni di ingressi nei musei statali italiani. E in generale, non sono mai andati così bene: nel 2017 c’è stata un’affluenza di 50milioni di persone, la più alta della storia della Repubblica.

CHI DOVREBBE ANDARCI
Ok, uno zoccolo duro di pigri resta: stando agli ultimi dati Istat sul tema delle produzioni culturali, c‘è un 67% di italiani (che arriva al 77% al sud) che continuare a snobbare mostre e musei. Occasioni come questa sono un modo per migliorare ancora, e anche il marketing ci mette lo zampino per fare meglio. Per esempio FlixBus, con#SostaAlMuseo, regalerà un voucher omaggio da spendere su tutta la sua rete europea a chi visiterà un museo il 18 maggio e invierà sostalmuseo@flixbus.it una foto del biglietto del museo visitato venerdì 18 maggio (insieme ai seguenti dati: nome, cognome, numero di prenotazione e indirizzo mail utilizzato per effettuare la prenotazione del viaggio FlixBus).

LEGGI ANCHE

7 case-museo da conoscere in Italia

L’EVENTO IN RETE
Per seguire le iniziative dei musei italiani, seguite anche i profili Facebook www.facebook.com/MIBACT/ e Instagram @museitaliani del Mibact, e rendete virali le visite con questi hashtag ufficiali #FestaDeiMusei2018 #FDM18 #NotteDeiMusei2018 #NDM18 #museitaliani #hyperconnectedmuseums #MuseiIperconnessi #EuropeForCulture #EYCH2018:

Nella gallery sopra un viaggio nella bellezza dell’arte italiana, tra i suoi luoghi e opere più romantiche



Continua a leggere