La cura del capello passa attraverso un corretto lavaggio, la giusta asciugatura, un utilizzo limitato della piastra, ma anche una sana alimentazione e molte altre precauzioni. Scopri subito assieme a noi come curare i capelli in 7 semplici mosse

La cura dei capelli è importantissima per ogni donna: chi di noi non desidera una chioma bella, setosa, luminosa e soprattutto sana? Qui di seguito troverai 7 mosse (semplici, ma fondamentali) per ottenere una capigliatura davvero sfavillante.

A volta basta davvero solo un po’ di attenzione in più nei gesti che compiamo ogni giorno, dallo shampoo all’uso della piastra. E chi impara come prendersi cura dei capelli poi non smette più! Sei pronta a cominciare?

1. La cura dei capelli parte dal lavaggio

La prima regola per prendersi cura dei capelli è compiere un lavaggio corretto, da effettuarsi con delicatezza. Per prima cosa, lavati i capelli ogni tre giorni. Un lavaggio più frequente può provocare un eccesso di sebo, che rende grassi i capelli.

Lo shampoo è un gesto di bellezza fondamentale per la cura dei capelli. Scegli sempre un prodotto adatto al tuo tipo di capelli (secchi, grassi, colorati ecc.) e una formula delicata che rispetti il pH del cuoio capelluto, idrati e ammorbidisca la fibra capillare.

Per avere dei capelli in piena forma comincia col bagnarli bene, lasciandoli a lungo sotto il getto d’acqua. Metti poi un po’ di shampoo nel palmo della mano e applicalo sui capelli. Massaggia delicatamente il cuoio capelluto e poi lascia riposare per qualche istante.

Evita di fare due shampoo, cosi’ sensibilizzi inutilmente il cuoio capelluto! Per sciacquare i capelli, puoi mescolare l’acqua fredda con aceto bianco o limone, per ottenere una capigliatura luminosa dai riflessi brillanti.

Per rinnovare lo strato protettivo del capello, rigenerarlo e renderlo più bello, applica un balsamo. Lascia in posa il prodotto per il tempo indicato e poi sciacqua abbondantemente. Se sei coraggiosa puoi concludere con un getto d’acqua fredda per restringere le scaglie dei capelli e farli brillare.

2. Curare i capelli durante l’asciugatura

Anche l’asciugatura è fondamentale per la cura dei capelli. La soluzione migliore sarebbe quella di lasciarli asciugare in maniera naturale: approfitta della bella stagione per dimenticarti del phon! Se invece sei costretta ad usarlo, comincia con l’assorbire l’eccesso d’acqua dei tuoi capelli con un asciugamano e poi regola il termostato dell’apparecchio su una temperatura moderata. Il calore eccessivo nuoce alla cuticola dei capelli e alla vista la tua chioma apparirà più opaca e ruvida al tatto.

I phon coi diffusori sono da preferire per prendersi cura dei capelli: permettono infatti al calore di non concentrarsi troppo su di un’area specifica, facendo circolare il calore e nuocendo meno alla cute.

Quando scegli le spazzole da usare, privilegia i modelli in materiale naturale, che rispettino la fibra capillare. No a pettini e spazzole in plastica e di cattiva qualità: si tratta di strumenti su cui vale la pena investire! Evita di districare i capelli quando sono ancora bagnati, perché potrebbero spezzarsi più facilmente. Spazzolali in maniera non eccessiva, in modo da non creare danni a lunghezze e punte.

3. Maschera per capelli: il modo migliore per prendersene cura

Se desideri avere cura dei tuoi capelli, non dimenticare di fare una maschera almeno una volta alla settimana. Le maschere per capelli regalano alla tua chioma lucentezza e volume, rafforzandoli e migliorandone la pettinabilità. Ne esistono moltissime e specifiche per le più diverse esigenze.

Le maschere non si sostituiscono al balsamo nella cura per capelli: richiedono un maggiore tempo di posa e la loro azione nutriente e idratante è più intensa, raggiunge in profondità la struttura del capello rendendolo più forte. Nel periodo estivo si rendono particolarmente necessarie, perché la nostra chioma è sottoposta a un maggiore stress (dall’acqua di mare e piscina alla semplice esposizione al sole).

Perché una maschera possa reputarsi valida nella cura dei capelli, deve essere in grado di non appesantirli occludendone i pori, non danneggiare il cuoio capelluto, proteggere il colore, donare corpo e consistenza combattendo opacità ed elettricità, proteggere e ristrutturare, eliminare l’untuosità e restituire lucentezza.

Le maschere in commercio, come dicevamo, sono tantissime, ma puoi anche provare a prepararne una naturale fatta in casa. Prova ad esempio quella che ti consigliamo nel video qui sotto. Ti serviranno soltanto olio di semi di lino, argilla bianca, aceto di mele e olio essenziale di cannella. Dopo aver mescolato un cucchiaio di argilla con aceto di mele, aggiungi qualche goccia di olio di semi di lino (ricco di nutrienti essenziali per la fibra del capello) e qualche goccia di olio di cannella (regalerà un’ottima profumazione ai tuoi capelli). Dopo aver miscelato il tutto, applica la maschera sui capelli bagnati a partire dalla cute e per tutta la lunghezza.

4. Come prendersi cura dei capelli? Tagliandoli!

Può sembrare una contraddizione, ma non è così: per prendersi cura dei capelli, è necessario tagliarli con regolarità. Un taglio frequente li aiuterà a crescere più rigogliosi e più velocemente di prima.

Secondo una media che conta ovviamente molte eccezioni (il risultato infatti dipende molto dall’età o dall’etnia), i capelli crescono di circa 1,2 centimetri al mese. Più si invecchia, più la crescita subirà un rallentamento.

I capelli andrebbero allora tagliati minimo ogni due mesi: nessuno ti chiede di fare un taglio radicale! Basta una spuntatina di qualche millimetro per rafforzarli ed eliminare le doppie punte che finiscono con il rovinare le lunghezze. Il capello, infatti, è sottoposto a così tanti fattori di stress (dall’umidità al phon) che gli basta davvero poco per sfibrarsi.

5. Cambia stile di vita per curare i tuoi capelli!

Come prendersi cura dei propri capelli? Assumendo uno stile di vita sano. Bastano infatti delle buone abitudini per migliorare la nostra salute e, di conseguenza, anche quella dei nostri capelli, che risentono tantissimo di ogni forma di stress psico-fisico che subiamo!

Per dei capelli forti e brillanti, quindi, devi prenderti cura di te stessa dall’interno…basta stress! Lo stress favorisce l’eccesso di sebo, la formazione della forfora e la caduta dei capelli. Per diminuire le tensioni, puoi fare una cura al magnesio, ottimo anti-stress, o praticare discipline come lo Yoga.

Punto numero 2: fai ginnastica. L’attività fisica aiuta l’organismo a eliminare le tossine sotto forma di sudore e sebo. Dopo aver fatto sport, lavati bene i capelli per eliminare le tracce di sudore.

Punto tre: un’alimentazione equilibrata rinforza i capelli! La cura dei capelli passa anche per la dieta. Il cibo che assumiamo offre ai capelli i nutrienti di cui ha bisogno per rafforzarsi dall’interno, nutrendosi attraverso i follicoli. Con un’alimentazione sana, eviteremo prima di tutto la loro caduta e li renderemo, di conseguenza, più morbidi e resistenti. Gli alimenti da prediligere sono prima di tutto quelli ricchi di antiossidanti, frutta e verdura in primis. La vitamina C è indispensabile per la produzione del collagene, componente essenziale dei capelli e dei tessuti: sì quindi agli agrumi, ai kiwi, ma anche ai broccoli e agli spinaci!

Un altro alimento indispensabile per la cura dei capelli è la fibra insolubile: puoi trovarla nei cereali integrali come riso, frumento o avena. Contengono anche la vitamina B6, utilissima per l’ossigenazione dei follicoli. Ancora: assumi molto ferro e zinco: il primo lo trovi nelle bietole e – in generale – nella verdura a foglia verde, il secondo in alimenti quali carne, asparagi, patate e melanzane.

Non dimenticare poi di assumere molta vitamina A: ha la capacità, infatti, di evitare che le ghiandole sebacee si secchino, e il loro funzionamento è fondamentale per lubrificare i follicoli ed evitare la caduta dei capelli. La trovate in abbondanza nelle uova, ma anche nell’olio extravergine di oliva.

Infine: bevete molta acqua! L’idratazione è importantissima per prendersi cura dei capelli e rafforzarli: 2 litri al giorno non te li toglie nessuno!

6. Scegli la cura ideale in base al tipo di capelli

Ogni tipologia di capello richiede una cura diversa e appropriata e sarebbe un errore generalizzare. Segui quindi sempre un trattamento specifico in base al tuo tipo di capello.

Se hai i capelli grassi, ad esempio, sappi che la causa risiede in un eccesso di sebo, che rende grassi capelli e cuoio capelluto. Per curarli bisogna normalizzare la produzione di sebo e curare la pelle. Per questo motivo, si deve agire dolcemente ma in profondità sulla cute, massaggiandola delicatamente con una lozione purificante adeguata.

Hai i capelli secchi? Quando la secrezione di sebo è insufficiente, il capello si squama e si secca. La soluzione è una sola: bisogna idratarlo! L’associazione di uno shampoo idratante e di una maschera nutriente è l’accoppiata vincente per curare un capello secco. Spazzolarlo spesso con una spazzola morbida in pelo di cinghiale aiuta a distribuire bene il sebo.

Se invece hai i capelli opachi e spenti, significa che le scaglie del fusto capillare riflettono male la luce. Ecco come trattarli: sciacqua regolarmente i capelli con un prodotto da risciacquo che restituirà brillantezza e luminosità ai tuoi capelli.

7. Limita l’uso della piastra per capelli!

I danni della piastra per capelli sono ben noti e, nonostante quelle di ultima generazione siano decisamente meno nocive della vecchia scuola, resta comunque fortemente sconsigliato un suo utilizzo quotidiano.

La piastra per capelli, infatti, danneggia gravemente le cuticole del capello, che non andrebbero mai esposte a temperature superiori ai 180°C. Inoltre, il movimento usato per stirare i capelli ne provoca la lacerazione. Anche il cuoio capelluto può subire dei danneggiamenti a causa del calore elevato.

Detto questo, se della piastra non puoi fare a meno, stai molto attenta a utilizzarla nel modo adeguato. Prima di tutto, utilizzala sui capelli sempre ben asciutti, per evitare lo sbalzo termico eccessivo e la disidratazione del fusto che li renderebbe secchi e opachi.

Suddividi sempre i capelli in ciocche non più larghe di 2 centimetri e, prima di passarle con la piastra una ad una, spruzza su di ognuna un apposito spray protettivo che permetta di limitare i danni alle cuticole.

Non arrivare mai alla radice del capello e, soprattutto, non superare mai la temperatura di 220° al massimo, senza ripassare troppe volte su di una determinata sezione: 2-3 passaggi basteranno.

Come già detto, le piastre di ultima generazione sono le migliori: scegli con cura una piastra per capelli realizzata in materiali quali la ceramica, meglio ancora se con gli ioni, che renderanno i tuoi capelli meno elettrici. Ricorda, infine, che la piastra va pulita e necessita la dovuta manutenzione.

E per prenderti cura dei tuoi capelli, dai subito un’occhiata ai tagli di tendenza di quest’estate sfogliando il nostro album:



{{> diapoPicture }}



Continua a leggere