«Questa la mia vittoria più speciale»








«Vai a casa e stai con tuo figlio, chi se ne frega se perdiamo». Così Pep Guardiola aveva congedato a gennaio il suo fantasista, lo spagnolo David Silva, «spedendolo» a casa per stare vicino al piccolo Mateo, nato prematuro. Ebbene, a tre mesi mesi e mezzo da quella affermazione, il Manchester City può festeggiare il titolo nazionale, vinto col supporto anche del ritrovato Silva che adesso può esultare insieme al suo bambino: ««La mia terza vittoria in campionato, ma questa è la più speciale», scrive a margine di una tenera foto. «Grazie a tutti per avermi supportato in questo anno difficile».

LEGGI ANCHE

Guardiola a Silva: «Stai con tuo figlio»

Pensare che lo scorso 27 dicembre, quando Silva non si presentò in campo nel match contro il Newcastle, sul web iniziò a circolare un fastidioso gossip che parlava di un presunto tradimento della moglie con un suo compagno di squadra, Raheem Sterling. Una versione assurda che la settimana dopo è stata smentita dal diretto interessato che ha fatto luce sulla questione: «Condivido con voi l’arrivo di mio figlio Mateo, che è nato estremamente prematuro e sta quindi lottando giorno dopo giorno con l’aiuto dei medici. Volevo ringraziare i compagni per l’affetto e il mister per la comprensione».

D’altronde Guardiola aveva speso parole molto belle per Silva, assicurandogli che avrebbe trovato la porta aperta in qualunque momento avrebbe deciso di tornare. «Starà fuori a tempo indeterminato, la vita è più importante di qualsiasi altra cosa», aveva detto l’allenatore spagnolo. «Rientrerà quando sarà pronto». E David è tornato, indossando al rientro la fascia di capitano: le sue magie hanno trascinato il City alla conquista del titolo, ora può godersi il successo. «Vedere mio figlio che sta bene è la vittoria più bella», aveva detto Bonucci lo scorso anno dopo il grande spavento.

Una frase che anche Silva spera di poter pronunciare quanto prima.

LEGGI ANCHE

Bonucci, papà insuperabile: lacrime in diretta Tv



Continua a leggere