Finora ve l’hanno data a bere, letteralmente. Stiamo parlando della bevanda al chinotto, ma non soltanto. Anche la storia di questo simpatico agrume sconosciuta a molti di voi, ma ci sono tanti motivi, invece, per conoscerla: cominciamo col dire che un’eccellenza tutta italiana, per la precisione della zona di Savona.

Si tratta di una pianta molto fragile e delicata, ma i suoi frutti hanno grandi propriet benefiche: dai navigatori infatti considerato un prezioso amuleto, che tiene lontane le malattie, dona forza e vigore.

Per, proprio per la sua fragilit, a causa di alcune gelate e dell’urbanizzazione selvaggia, le vaste coltivazioni presenti sul territorio Savonese fin dal 1500 si erano quasi estinte, ma grazie alla passione di alcuni estimatori, la coltivazione dell’Originale Chinotto di Savona stata recentemente riavviata e oggi c’, proprio a Savona, il Presidio Slow Food a tutela del chinotto.

Se vero che il chinotto troppo amaro per essere consumato al naturale, altrettanto vero che, una volta trasformato, d vita a indimenticabili delizie conosciute in tutto il mondo: dalla bibita inconfondibile ai canditi, dalle confetture ai dolci, fino al piacere inebriante dei suoi profumi.

Le fragranze al chinotto sono infatti uno spin-off della tendenza agrumata che sta ultimamente (lentamente, ma inesorabilmente) prendendo il posto dell’oud, che ha olfattivamente spopolato, ma ha con grande probabilit esaurito i suoi argomenti ed pronto a cedere il trono a note decisamente pi luminose, frizzanti e spensierate.

Troviamo infatti la nuovissima interpretazione di Acqua di Parma, che arricchisce la collezione Blu Mediterraneo proprio con la fragranza Chinotto di Liguria, che costruisce attorno all’agrume una gioiosa cornice floreale e aromatica.

Ancora pi frizzante, vivace e ludico il Chinotto di Tuttotondo, che ha un tocco speziato di cannella, la dolcezza dello zucchero di canna e la trasparenza del gelsomino.

Gelsomino che troviamo nel racconto Fior di Chinotto, appena nato in Casa Abaton. Una storia di cui conosciamo i primi capitoli, dedicati al frutto, e che ha ora come protagonista il fiore, accompagnato di nuovo dal gelsomino, come in Tuttotondo, assieme a un tripudio di fiori bianchi, con giusto una goccia di miele e un accento muschiato.

Per valorizzare le qualit eudermiche del chinotto, non mancano per ogni fragranza anche le formule per la cura quotidiana, nonch un goloso balsamo labbra firmato Acqua di Parma.

© Riproduzione riservata



Continua a leggere