Brescia, 24 marzo 2018 – Il Brescia non sbaglia e continua a ruggire nonostante qualche mancanza di troppo e la voglia di fare di un determinato Chievo Valpolicella, costretto a cedere 4-2 davanti agli artigli delle Leonesse.

Mister Piovani fa fronte alle assenze di Bergamaschi, Di Criscio e Daleszczyk, schierando il Brescia con il 3-5-2, con la giovane Pettenuzzo titolare dal 1′ e Hendrix schierata a centrocampo. La voglia di far bene delle bresciane non tarda a portare i suoi frutti e dopo soli 4′ scocca già l’ora del vantaggio per la compagine biancazzurra. Dalla destra Mendes pennella un invitante cross che Heroum, di testa, trasforma nel rapido 1-0 che carica ancora di più le giocatrici del presidente Giuseppe Cesari. In effetti, dopo un tiro terminato di poco a lato di Sabatino, al 13′ Sikora recupera caparbiamente il pallone e porge uno splendido assist a Giacinti per il raddoppio biancazzurro. Col passare dei minuti il Chievo cerca di organizzare una reazione e al 32′ arriva la prima minaccia per la rete difesa da Marchitelli con Solow che calci sul fondo, imitata 2′ più tardi da Sardu che manda alta la sfera. Il Brescia cerca di riprendere le redini del gioco, ma le gialloblù insistono nella loro rincorsa e al 41′ Faccioli, con un felice spunto, insacca la rete che riapre le sorti della gara.

Le due contendenti tornano dunque in campo sul 2-1 per le Leonesse e danno vita ad uno spettacolo sicuramente avvincente. Il Chievo Valpolicella cerca di raddrizzare la situazione, ma le locali controllano con determinazione la situazione. La sfida rimane co sì aperta fino al 23′, quando le Leonesse innestano una veloce ripartenza che trafigge la difesa veneta e permette a Giacinti di firmare il 3-1. Al 28′ l’ex Fuselli potrebbe riaprire nuovamente la contesa, ma giunta davanti a Marchitelli calcia debolmente. Un’occasione sciupata che le ospiti pagano a caro prezzo al 32′. E’ brava Heroum a pescare Sikora che non sbaglia e firma il poker che pone in cassaforte la preziosa vittoria che non viene messa in discussione dal gol nel finale della Coppola e permette al Brescia di giungere alla pausa con la certezza, indipendentemente dal risultato della Juventus di domani, di vivere il super big-match con le bianconere del prossimo 14 aprile con le carte in regola per dire la loro nel duello-scudetto.

 



Continua a leggere