Finalmente Katarzyna Niewiadoma! La 23enne polacca, passata quest’anno alla Canyon SRAM, trionfa in solitaria nella 20ma edizione del Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio, conquistando così, dopo tanti piazzamenti, la prima vittoria in una grande classica. Completano il podio le olandesi Chantal Blaak e Marianne Vos, con la campionessa del mondo che vince la volata per il secondo posto.

Una giornata molto dura a causa della forte pioggia, con il gruppo che è andato a tutta fin dai primi chilometri ed ha annullato tutti gli attacchi nella prima parte di gara. Il tentativo più importante è quello della bielorussa Alena Amialiusik (Canyon SRAM) e della spagnola Ane Santesteban (Alé Cipollini) che se ne vanno via ai -40 km. Dopo una ventina di chilometri vengono raggiunte da altre due atlete: la statunitense Megan Guarnier (Boels – Dolmans) e la polacca Małgorzata Jasinska (Movistar). Questo quartetto riesce a guadagnare quasi un minuto di vantaggio sul gruppo, ma viene poi ripreso ai -13 km. L’azione decisiva arriva sull’ultimo passaggio sulla salita di Orino, quando Katarzyna Niewiadoma sferra un poderoso attacco e scollina da sola al comando. Nella successiva discesa provano a riprenderla prima l’australiana Lucy Kennedy (Mitchelton-Scott) e poi la campionessa italiana Elisa Longo Borghini (Wiggle High5), ma entrambe vengono riprese poco dopo dal gruppetto inseguitore.

Niewiadoma continua invece ad aumentare il proprio vantaggio e va a conquistare così la vittoria in solitaria con 22” di vantaggio sul gruppo delle migliori. La volata per il secondo posto viene vinta da Chantal Blaak (Boels – Dolmans), che batte Marianne Vos (WaowDeals) e l’australiana Amanda Spratt (Mitchelton-Scott). La migliore italiana è Longo Borghini, che chiude in decima posizione.

 

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUL CICLISMO

 

 

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter UCI_WWT