L’unica pilota donna che abbia preso punti nel Mondiale di Formula Uno è stata un’italiana, Lella Lombardi. Questa e altre chicche sfatano il mito del detto donna al volante, pericolo costante, in una mostra che si intitola “Donne di corsa, l’automobilismo al femminile” pone l’accento sulle donne pilota e le navigatrici sarde.

Allestita presso la sede dell’ACI di Sassari, in viale Adua (primo piano, ingresso libero), è organizzata dal fotografo sportivo Giuseppe Depalmas e da Alberto M. Pintus, appassionato della materia e autore dei libri “Storia della Scala di Giocca – Osilo”, “50 anni di Scala Piccada” e “Il Circuito di Sassari”.

Gli scatti ritraggono sia le sportive che sono state protagoniste nei rally, slalom e corse in salita, sia quelle tuttora in attività.

Del resto, l’automobilismo ha avuto molte protagoniste in Italia. Che era decisamente più avanti di altre nazioni nella considerazione delle donne al volante: basti ricordare che Maria De Filippis, l’altra fuoriclasse capace di schierarsi in un Gran Premio, venne esclusa da un Gran Premio di Francia perché donna e quindi secondo gli organizzatori poteva costituire un pericolo.

La mostra sarà visitabile sino al 23 marzo.



Continua a leggere