Ha saputo toccare i tasti giusti Paolo Ventura. Con i suoi cromatismi inusuali e con quella sua insolita prospettiva, l’artista osservatore ha saputo parlare alla sensibilità di Giorgio Armani, che ha deciso di ospitare le sue opere presso gli spazi di Armani/Silos per una mostra che rimarrà aperta fino al 29 luglio

LEGGI ANCHE

Un look alla Grinch: cinicamente verde

«Ho osservato i lavori di Ventura con grande curiosità e sono rimasto affascinato dalla potenza narrativa delle sue opere e dalla sua capacità di trasformare queste suggestioni nello scatto di una fotografia» ha dichiarato lo stilista.

Racconti Immaginari, questo il titolo dell’esposizione, è un percorso che si snoda tra 100 capolavori – fotografie, scenografie, ma anche oggetti – che danno vita ad un vero e proprio capovolgimento della linea spazio-temporale dove l’immaginario si fonde col reale. Parla di mondi lontani Ventura, di universi enigmatici che trascendono la realtà lasciando all’immaginazione il compito di trasmettere le emozioni più contrastanti. 

LEGGI ANCHE

Che cosa hanno in comune Kate Middleton e Meghan Markle?

Dopo numerose mostre collettive ed esposizioni singole, Racconti Immaginari riflette l’intenso percorso dell’artista e la maturità raggiunta. «Sono davvero contento di esporre il mio lavoro all’Armani/Silos. I colori, le forme, la struttura mi sono familiari, come se li avessi già sognati. Dall’alto mi guardano le collezioni storiche di Giorgio Armani» ha detto Paolo Ventura.



Continua a leggere