Se stiamo a galla ci sarà un perché. Filippo Magnini, fino a un attimo fa il re delle piscine italiane. Giorgia Palmas, l’ex naufraga, nell’albo d’oro dell’Isola dei Famosi, annata 2011. Fanno coppia fissa, senza salvagente. Belli e impassibili, 36 anni appena compiuti (lui a febbraio, lei a marzo), paparazzati a loro insaputa – prima a Milano, poi in Svizzera – nel post-cenetta romantica, momento in cui – a leggere le cronache – i tavoli sono sempre appartati e gli atteggiamenti sono inevitabilmente intimi.

Sono due reduci, alle loro spalle fidanzamenti lunghi, mediatici, complicati da gestire. Filippo Magnini – soprannomi: Filo, Re Magno – sarà per l’eternità il fidanzato della Divina, Federica Pellegrini, la più grande campionessa italiana di sempre. A febbraio si è confessato in tivù, spiegando dati, cause e pretesto di una storia lunga sei anni, vissuta tra alti-altri e bassi, crisi e crisette, vicinanze e lontananze chiuse con la stessa identica scena-madre: dopo un po’ li si vedeva a casa della Pellegrini, seduti al tavolo del salotto, sorridenti, a cena da mamma e papà (di lei). Poi si lasciavano, poi tornavano insieme. Dopo ventisei anni in piscina (e un mese all’Isola nel 2008), il due volte campione del mondo nei 100 stile libero sta riprendendo fiato solo da poche settimane.

Giorgia Palmas debutta in tivù nel 2001 con «125 milioni di caz..te», show targato Adriano Celentano. Velina a Striscia, Paperissima, «Carabinieri» e «Camera Cafè» in tivù, un Vacanze da qualche parte in un cinepanettone dei Vanzina, persino un film con il re dell’horror made in Italy, Dario Argento. Due taglie in più di seno, vincitrice dell’Isola dei Famosi nel 2011, madrina del Giro d’Italia, conduttrice post-Biscardi al Processo.

Giorgia ha avuto una lunga relazione con il calciatore Davide Bombardini, terzino mancino razza piaciona – grande amicone di Bobo Vieri – detto «Bomba», ex Palermo, Roma, Bologna. I due hanno una figlia che a luglio farà dieci anni, Sofia. Negli ultimi cinque anni è stata fidanzata con il campione di bike trial Vittorio Brumotti. Bici, baci, sempre fidanzati sportivi per Giorgia: il calciatore, il biker, il nuotatore.

Più o meno stessa solfa anche per Filippo, che è stato fidanzato con la nuotatrice Francesca Segat, ma anche con la parrucchiera di Pesaro Cristiana Nardini: con quest’ultima – prima della Pellegrini – aveva progettato di andare a vivere insieme, in una casa restaurata dalle sue parti, a Trebbiantico, su per Urbino. Filippo da bimbo voleva fare il calciatore, i suoi genitori lo hanno mandato in piscina perché «doveva irrobustirsi», a sedici voleva smettere perché vinceva poco e a rana era una schiappa, a diciotto ha preso il diploma di geometra.

L’ex compagno di nuotate Rosolino di lui ha detto: «Quando ci allenavamo insieme si lamentava sempre di tutto, una volta la spalla, l’altra il muscolo della gamba, quell’altra ancora la schiena. E poi parla sempre…». L’anello che gli ha regalato Federica per i trent’anni – un teschio tempestato di diamanti – riposa in un comodino della sua casa di Milano.

Giorgia nel 2011 trionfò all’Isola battendo – tra gli altri – il memorabile figlio d’arte Laerte Pappalardo e la salumiera Roberta Allegretti. Quell’eidzione verrà ricordata dai posteri perché Eleonora Brigliadori si era portata di nascosto sull’isola dei semi commestibili. Li aveva occultati in un cuscino per lo shiatsu, glieli sequestrarono.

Tre anni prima – sempre all’Isola – tra noci di cocco e diarree varie, il copresentatore Filippo Magnini mise a dura prova la vita gestendo una compagnia di giro composta da Belen (ferita alla caviglia, sette punti di sutura, drammone nazionale), Vladimir Luxuria – primo transgender a vincere un reality – e Giucas Casella, che si esibì in non rilevanti trucchi da incantatore di serpenti. Filippo ha un Calimero tatuato sulla spalla, una corona da re sull’avambraccio sinistro, una grande passione per i motori e per gli orologi vintage. C’è spazio anche per un tatuaggio slogan sulla schiena: «Salve». E Giorgia sul piede ha la scritta «Ti amo e ti adoro». Salve, ti amo e ti adoro: è un bel modo di cominciare una love-story.

LEGGI ANCHE

Pellegrini-Magnini, amore sul materassino

 

LEGGI ANCHE

L’addio al nuoto di Filippo Magnini: «Lascio perché sono felice»

 



Continua a leggere