Nell’epoca della sharing economy diventato di moda anche condividere il proprio guardaroba. Lo ha fatto, con un’asta-evento, anche la fashion editor, direttrice creativa e influencer Anna dello Russo che sabato sera, durante la fashion week milanese e con il supporto di Camera Moda, ha raccolto 147mila euro che verranno donati a supporto della Swarovski Foundation Scholarship Program.

Quello di Adr – l’acronimo, nome del blog di Anna dello Russo, la identifica tra gli insider della moda – non un semplice guardaroba ma un vero e proprio archivio che parte dalla met degli anni Ottanta per arrivare ai giorni nostri. Prima di batterlo all’asta, Adr ha voluto documentarlo con una serie di immagini confluite poi nel volume “Beyond Fashion” che uscir per Phaidon il prossimo giugno.

La serata, svoltasi in uno storico palazzo milanese, si aperta con l’asta, gestita da Christie’s e ospitata da Place Vendme Qatar. Trenta outfit dell’archivio di Anna dello Russo – tra cui un cappello di Gareth Pugh personalizzato con cristalli Swarovski per l’occasione – hanno sfilato indossati da modelle del calibro di Jasmine Sanders, Izabel Goulart, Maria Borges, Cindy Bruna, Caroline Vreeland eHailey Baldwin (solo per citarne alcune) e sono stati venduti . A seguire, gli ospiti – un parterre di stilisti, imprenditori della moda e celebs – hanno partecipato a una cena organizzata da Nadja Swarovski e a un party.

Adr stata protagonista di una seconda fase di “sharing” del suo guardaroba: circa 150 pezzi sono stati messi in vendita ieri sui social (in particolare: Instagram) di Net-a-porter e i proventi andranno al Britsih Fashion Council che li utilizzer per sostenere gli studenti di moda.

© Riproduzione riservata



Continua a leggere