Visionario, gotico, dall’occhio talmente sensibile da suscitare tenerezza. Guillermo Del Toro inizia la sua carriera quasi in sordina. Comincia con piccoli film indipendenti che sembrano avere come fil rouge il crepuscolarismo, il misticismo e la voglia di combattere contro sistemi oscuri e corrotti. Poi il successo improvviso, la nomination all’Oscar nel 2006 per Il Labirinto del Fauno, la seconda quest’anno per La forma dell’acqua e, naturalmente, il Leone d’Oro al Festival di Venezia per il miglior film.

Guillermo sorride, le guance piene e gli occhiali tondi, bacia il premio e lo mostra orgoglioso ai fotografi. Ignaro che il Festival l’avrebbe scelto come presidente di giuria dell’edizione 2018.

La notizia viene comunicata direttamente dalla Biennale, spiegando come Del Toro presidierà la giuria della 75 Mostra del Cinema di Venezia, dal 29 agosto all’8 settembre al Lido. «Essere presidente a Venezia è un onore immenso, e una responsabilità che accetto con rispetto e gratitudine. Venezia è una finestra sul cinema mondiale, e un’opportunità per celebrare la sua forza e rilevanza culturale», le prime dichiarazioni a caldo del regista, intanto nominato all’Oscar per l’acclamato La Forma dell’acqua, che vanta il maggior numero di candidature (ben 13) di questa edizione.

Sfoglia gallery

Orgoglioso ed emozionato anche il direttore della Mostra Alberto Barbera: «Guillermo Del Toro è la generosità fatta persona, la cinefilia che non guarda solo al passato, la passione per il cinema capace di emozionare, commuovere e allo stesso tempo far riflettere. Possiede un’immaginazione fervida e una sensibilità rara, che gli consentono di dar vita a un universo fantastico dove rispetto per la diversità, amore e paura coesistono, alimentando un immaginario che si nutre della fiducia nella forza delle immagini». Venezia incorona e conquista.

LEGGI ANCHE

Venezia 74: vince Guillermo Del Toro. Coppa Volpi a Charlotte Rampling e Kamel El Basha

LEGGI ANCHE

Oscar 2018, quattro nomination per Guadagnino. L’Italia torna a sperare





Continua a leggere