ANSAcom

MILANO – Il mercato della cosmetica italiana chiude il 2017 in crescita con un fatturato di 11 miliardi di euro (+4,4% rispetto all’anno precedente) e un’ulteriore crescita stimata per il 2018 (+5%). A trainare sono le vendite all’estero che segnano un +9%, raggiungendo i 4,7 miliardi (+9,2% previsto quest’anno). Il mercato interno mostra un incremento dei ricavi dell’1,3% a 6,3 miliardi, con previsione di ulteriore espansione (+1,9%). È quanto emerge dall’indagine congiunturale su dati preconsuntivi di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche, rappresentative del 95% del fatturato di settore.

“La cosmesi made in Italy è sempre più apprezzata nel mondo e continua a conquistare nuovi mercati. Nel 2017 infatti le destinazioni extra Ue sono salite al 60%, mentre nel 2016 erano ferme al 48%”, commenta il presidente di Cosmetica Italia,  Fabio Rossello, sottolineando che i punti di forza dell’Italia sono “qualità, creatività e innovazione”.

Sul fronte dei consumi interni, il valore dei cosmetici acquistati in Italia raggiunge i 10 miliardi di euro, anche grazie alla ripresa nei saloni professionali di estetica e acconciatura. Tra i diversi canali, sono in leggero calo le vendite in profumeria (-0,5%), mentre, si registra una  lenta ma costante crescita per l’erboristeria (+0,9%) e la farmacia (+1,2%).

Incremento importante per le vendite dirette (+7%) spinte dall’e-commerce, che continua a crescere a doppia cifra (+25%). Rimangono ancora marginali i volumi di vendita: 820 milioni di euro per le vendite dirette e circa 300 milioni per il commercio elettronico.

In collaborazione con:

Cosmetica Italia


Archiviato in









Continua a leggere