GROSSETO – Pallone e pallavolo femminile a braccetto come primo tassello di una collaborazione tutta in biancorosso. E’ l’ultima idea del presidente dell’Us Grosseto Simone Ceri, che ha trovato come primo partner la vicina di casa Volley Grosseto, militante nel campionato regionale di serie C femminile e attualmente in sesta posizione.

“Il Grosseto calcio come arcinoto era partito da zero – ha detto Ceri – con un intento di unificare e di conseguenza promuovere lo sport grossetano in modo diverso, non a compartimenti stagni ma sinergico. La vittoria della Coppa anziché portare complimenti da parte della provincia, essendo anche la prima volta, non ne ha portati che molti pochi rispetto alle realtà che ci sono in provincia, ma questo è un fatto in cui cercheremo di lavorare facendo capire che noi vogliamo essere da volano e aiuto a tutte le altre società. Le nostre sinergie non si limitano al calcio ma puntano a convogliare forze e interesse su una varietà di sport un po’ come succede in altre parti d’Europa, in Spagna, in Germania ma anche alla Lazio, dove sotto la stessa bandiera si raggruppano diverse discipline”.

Cosa non facile da realizzare, ma che di fatto ha visto crearsi dei contatti da parte di altri gruppi sportivi. “Siamo stati contattati – ha continuato Ceri – e siamo ben felici di metterci a disposizione e condividere i nostri intenti con altri gruppi. Il Volley Grosseto ha adottato uno stemma molto simile al nostro ed è la prima società cittadina con la quale viene stretta questa partnership, che speriamo di allargare ad altre discipline. Cosa ci incastrano calcio e pallavolo femminile? Per noi molto, e poi sarà il baseball, il nuoto, l’atletica, il basket, il calcio a 5 che sono tutte espressioni sportive di questa città. Per noi è ovvio e logico che in rappresentanza della stessa città le società vadano a braccetto e magari condividendo gestioni degli impianti, idee anche al fine di incrementare il turismo sportivo. Abbiamo visto i risultati importantissimi a livello di indotto degli Europei di atletica leggera. E sviluppare questo tipo di turismo troverebbe terreno fertile. Lavoreremo in sinergia. Sull’immediato avrà scarso interesse, ma è un progetto che darà buoni frutti. Ci chiamiamo Unione Sportiva”.

Già pronte delle tesserine che verranno fornite alle società partner, che consentiranno l’ingresso allo Zecchini a prezzo agevolato e gratis per i bambini anzichè a un euro, a testimonianza di questo gemellaggio.

“Potremmo provare a sviluppare un’attività complementare allo sport che porterebbero vantaggi economici che ricadrebbero in parte sulle stesse società. Se aspettiamo il super industriale che da una mano a baseball, pallavolo, pallacanestro e calcio difficilmente qualcosa di buono arriverà. E’ già successo in passato per vent’anni e siamo stati fortunati”

“Siamo orgogliosi di essere qui a questo tavolo – ha commentato il gm del Volley Grosseto Alfredo Veltroni – ho visto lavorare Simone e Mario con l’orgoglio di servire Grosseto. Abbiamo modificato un po’ i nostri programmi, mutato il nostro stemma mettendo il Grifone alato, ripristinato i colori bianco e rosso. Ad oggi loro nel calcio e noi nella pallavolo siamo le società leader della città. parlando con Simone, condividiamo la crescita e la visione speriamo sempre più grande di far grande la nostra città. Se rimaniamo chiusi nel nostro orticello non andiamo molto avanti. Abbiamo bisogno di aiutarci a vicenda”.

Domani domenica, nell’intervallo della partita di campionato fra Grosseto e Fucecchio, ci sarà la presentazione proprio delle ragazze del Volley Grosseto, che poi giocheranno alle 17,30 al palazzetto adiacente allo Zecchini contro la cenerentola del girone Pallavolo Versilia.



Continua a leggere