C’è stato il tempo della bambola parrucchiera, masestra, veterinaria ma forse non abbiamo mai pensato che la nostra bambola del cuore potesse essere… un’astronauta, colpa di un retaggio culturale spesso duro a morire.

Almeno fino ad oggi che nel mondo dei giocattoli Made in Usa fa la sua grande comparsa Luciana Vega, nuova doll lanciata da American Girl (www.americangirl.com), noto brand che ormai da anni si propone di creare bambole stimolanti, capaci di promuovere contenuti ed esperienze positive per il carattere delle bambine.

Il personaggio di Luciana Vega è infatti quello di una bambina di 11 anni il cui grande desiderio è quello  di mettere piede, per prima, su Marte: non si tratta però di un sogno nel cassetto come tanti ma di un’aspirazione forte e reale che la porterà a frequentare, grazie a una borsa di studio, un vero Space Camp.

E visto che giocare è una cosa seria, anzi serissima, la bambola spaziale è stata ideata con il supporto di un team scientifico d’eccezione, proveniente – niente meno – che dalla Nasa e di cui fa parte anche l’ex capo scienziato (ovviamente donna) Ellen Stofan.

LEGGI ANCHE

L’alta tecnologia a misura di mamma

Così se per le bambole vecchia maniera il corredo era fatto di bigodini, spazzole e gessetti colorati, gli accessori che accompagnano oggi l’avveniristica doll che sogna di approdare su Marte sono una tuta da astronauta, un telescopio, un grafico per studiare le costellazioni e naturalmente un play set per prepararsi alla vita nello spazio.

Non solo, per rendere ancora più realistica e coinvolgente l’esperienza di gioco, Luciana è corredata, oltre che dal libro che racconta la sua storia, anche da un’app che permette alle bambine di sperimentare tante attività educative, tra video e realtà aumentata.

L’intraprendente Luciana fa parte della collezione “Girl of the Year”, bambole pensate per bambine dagli 8 anni in su, lanciate ogni anno in edizione limitata dal brand e tutte accompagnate da un libro che racconta la loro storia e che favorisce l’immedesimazione da parte delle piccole lettrici.

Sull’onda dei giocattoli ispirati al “girl power”, dunque, l’idea di base anche per la creazione di Luciana è stata quella di voler incentivare le bambine moderne a credere nel loro, infinito potenziale, insegnando che scienza, tecnologia, informatica e ingegneria sono anche – e contro ogni pregiudizio – materie femminili.

Sfoglia la gallery e scopri il mondo di Luciana, bambola astronauta che sogna di approdare su Marte.

Photo credits: americangirl.com

LEGGI ANCHE

Voi regalereste una bambola a vostro figlio?



Continua a leggere