I nostri cervelli sono tutti in rete, come se avessimo il Wi-Fi

[widget id=”text-16″]

Si spiegherebbe così il sesto senso che ci porta a capire le persone anche senza che ci parlino. Coinvolto anche l’olfatto

I cervelli umani sono interconnessi tra loro attraverso una sorta di Wi Fi che permette di raccogliere informazioni sulle persone che ci circondano.

I limiti della comunicazione verbale 

La scoperta arriva dall’équipe del professor Digby Tantam dell’Università di Sheffield, che è convinto che il linguaggio verbali giochi solo una parte nella comunicazione umana e che in realtà il cervello lavori duramente per raccogliere i microsegnali che comunicano cosa una persona stia pensando.

Il sesto senso 

Questo spiega come le persone spesso abbiamo l’istinto o l’intuizione su come sia un’altra persona anche se non ci sono segni evidenti. Il famoso sesto senso. Spiegherebbe anche perché quando ci sono molte persone che ci guardano, come ad esempio in metropolitana o su un treno, non ci guardiamo negli occhi: troppe persone invierebbero altrettante informazioni subliminali al nostro cervello. Ciò spiegherebbe anche perché la risata sia contagiosa.

Coinvolto l’olfatto 

L’area coinvolta è quella della corteccia prefrontale e sarebbe coinvolto anche l’olfatto, come succede anche agli animali.

Il concetto di Interbrain 

Il professor Tantam parla di Interbrain. «Possiamo sapere direttamente quali siano le emozioni che vivono gli altri e a cosa prestano attenzione – spiega. – L’interbrain è basata sulla connessione che avviene tra i nostri cervelli. Piccoli cambiamenti chimici in una persona possono emettere molecole che danno il segnale della paura, oppure di malattia o ancora di interesse sessuale anche se non lo dicono o non fanno niente che ci faccia pensare a queste cose».

Secondo la ricerca questo spiegherebbe anche perché le persone sentano la necessità di riunirsi per pregare o per vedere concerti o partite.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Cervello non ha bisogno della nostra consapevolezza per agire

Scoperto l’interruttore che spegne i brutti pensieri

Sognare a occhi aperti è segno di intelligenza e creatività

Ecco perché la noia ci fa addormentare

  • vendita farmaci online
    vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Psichiatria

    [widget id=”text-17″]

    Continua a leggere

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *