ROMA- L’Epifania segna l’inizio del girone di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A2 Femminile. Terminata la prima metà della Regular Season sabato 30 dicembre, che ha determinato il tabellone dei quarti di finale di Coppa Italia, il torneo cadetto si tuffa in un 2018 tutto da vivere. Sette squadre nei primi sei posti della classifica e uno spettacolo in continua crescita: la lotta per la promozione in Serie A1 si annuncia emozionante.

Davanti a tutti c’è la Ubi Banca S.Bernardo Cuneo, eletta Campione d’Inverno nonostante il ko di Santo Stefano nel derby con Mondovì. Per la formazione di Francois Salvagni subito un impegno ostico, contro la Delta Informatica Trentino che è quinta a 4 punti dalla vetta. 

« Fisicamente ho avuto qualche problema – dichiara Maria Segura, schiacciatrice dell’UBI Banca S.Bernardo ed ex del match -, ora mi sento meglio ma valuteremo ancora nelle prossime ore con lo staff. Trento è una squadra che conosco bene avendoci giocato due anni fa, hanno una rosa molto competitiva che comprende varie giocatrici con cui ho giocato nei miei anni in Italia e tante altre che ho affrontato da avversaria. All’andata abbiamo perso al tie-break ma quelle che si affronteranno sabato saranno due squadre molto diverse: sono passati tre mesi e 15 gare, per cui della partita di ottobre credo che si rivedrà poco, in tutti i sensi ».

Al secondo posto, a -1 dalle ‘cugine’, c’è la LPM Bam Mondovì, tra le sorprese più liete del girone di andata. Le ragazze di Davide Delmati ospiteranno la Sigel Marsala, che occupa la penultima posizione con 7 punti. Un appuntamento agevole ma solo sulla carta, come chiarisce la capitana delle monregalesi, Federica Biganzoli:

« Dopo questi giorni in cui le mie compagne hanno avuto modo di riprendersi dalle varie influenze, ci prepariamo alla prossima gara casalinga. Inizia il girone di ritorno e sappiamo che non sarà una passeggiata, anche perché ci saranno tanti turni infrasettimanali, a cui aggiungiamo l’impegno in Coppa Italia: non avremo tempo per distrarci. La posizione in classifica potrebbe indicare una gara sulla carta “semplice”, ma noi sappiamo che partite facili non ce ne sono. Non sottovalutiamo questa partita, perché è la prima di un lungo tour de force: sarà infatti un gennaio molto impegnativo, con gare ogni tre giorni ».

Le siciliane di Francesco Campisi proveranno a infastidire Rivero e compagne, ripensando anche alla gara di andata, quando le avversarie espugnarono sì il PalaBellina, ma con notevoli difficoltà.

Altra piemontese in terza posizione: il Fenera Chieri, forte del successo in Calabria sabato scorso, è atteso da un’altra trasferta ‘lunga’, a casa della Golem Olbia. Ben 27 i punti che dividono le due compagini, che certamente vivono due momenti differenti:

« La sfida contro Chieri si presenta come proibitiva per noi – afferma il presidente di Olbia, Gianni Sarti – stiamo parlando di una squadra molto ben attrezzata, che può contare su un ottimo tecnico e su dei cambi di alto livello. La vedo molto dura, noi siamo ancora incerottati, ma nel volley non si sa mai. Non sarebbe male riuscire a portare a casa un punto, o quanto meno mettere in difficoltà un avversario di questo calibro. Il bilancio della prima parte di stagione non è sicuramente positivo sotto il profilo dei risultati, ma nonostante le nove sconfitte di fila qualche segnale positivo lo si può trarre. Tra questi c’è senz’altro la crescita delle nostre giovani e un ambiente che continua a essere unito e positivo grazie anche all’ottimo lavoro dello staff tecnico ». 

« Ci aspetta un gennaio di fuoco – afferma Giulia Angelina, opposta del Fenera ed ex del match -. Ogni partita avrà la sua importanza, per costruire le sicurezze del girone di ritorno dovremo essere brave a iniziare bene da subito senza sottovalutare Olbia. Loro hanno avuto diversi problemi fisici, ma giocando con entusiasmo possono dare filo da torcere a chiunque, e so per esperienza diretta che la trasferta a Olbia non è delle più semplici. Sarà importante imporre il nostro gioco senza basarsi sul loro. A Olbia ho fatto una sola stagione, ma è come se ci avessi giocato una vita, ed è uno degli anni in cui sono cresciuta di più ».

Ha ottenuto in volata il quarto posto – e il diritto a disputare in casa il quarto di finale di Coppa Italia – la Battistelli San Giovanni in Marignano di Stefano Saja, il cui rendimento a dicembre è stato elevatissimo, con cinque vittorie consecutive. Ora in Romagna arriva la Zambelli Orvieto, altra formazione che nelle ultime settimane ha saputo dare un senso diverso alla propria classifica, staccandosi di netto dalla zona retrocessione. 

« Nella seconda parte della stagione ci aspettiamo di lottare ancor di più con tutte le avversarie, adesso conosciamo bene quale è il nostro valore e quello che siamo in grado di fare, pertanto ci metteremo tutta la grinta e la determinazione per migliorare la situazione attuale – confida Margherita Muzi, palleggiatrice delle rupestri -. Cominceremo nella prima giornata di ritorno con la difficile trasferta di San Giovanni in Marignano, una buona squadra, molto coesa e che difende molto. Siamo consapevoli che dovremo fare qualcosa in più rispetto alla gara d’andata che fu l’esordio in A2 ».

Il titolo di formazione più in palla di fine 2017 va assegnato senz’altro alla Savallese Millenium Brescia: le ragazze guidate da coach Mazzola si ripresentano all’inizio del girone di ritorno forti dei soli 5 punti di distacco da una vetta affollata e della qualificazione ai quarti alla Coppa Italia, risultati a cui sono giunte con sette vittorie consecutive e undici risultati utili di fila. Le lombarde attenderanno al PalaGeorge la P2P Givova Baronissi, che all’andata seppe infliggere loro una sconfitta al tie-break. 

« Non abbiamo avuto molti giorni per riposare ed è stato un bene perché le feste portano sempre un po’ di deconcentrazione – commenta Ivan Castillo, coach della P2P Givova -. Le pause mi fanno sempre paura ma in questo caso non ne abbiamo motivo perché stiamo lavorando in palestra senza soluzione di continuità. Sappiamo di affrontare una squadra di valore. Brescia avrà a favore il fattore campo, un tempio della pallavolo, soprattutto quella maschile. Abbiamo molto rispetto ma paura mai. Una delle note positive di questa avversaria di tappa è la giovane opposta Decortes che era destinata a fare la panchina e invece è diventata una veterana, consentendo alla loro esperta palleggiatrice Prandi di variare le scelte. Le sette gare consecutive vinte dimostrano che hanno acquisito sufficiente maturità. Troveranno una P2P agguerrita, pronta a lottare su ogni palla ».

L’una sulle ali dell’entusiasmo per l’ottavo posto ‘strappato’ proprio in volata, con conseguente qualificazione ai quarti di Coppa Italia, l’altra reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro uscite e un sensibile arretramento in classifica: Barricalla Collegno e Volley Soverato si affrontano in un match dal pronostico assai incerto. 

« Quello di quest’anno è un campionato faticoso ma al tempo stesso straordinario, le forze in campo, i valori equilibrati e la qualità del gioco hanno assicurato soddisfazione alla squadra e spettacolo per il pubblico – spiega il direttore sportivo del Cus, Marco Rigato -. Il bilancio è certamente positivo perché oltre al team è cresciuta tutta la società e con essa tutti coloro che ne fanno parte. Con Soverato? La faccio breve, sarà come la prima di campionato, tanto agonismo con qualche dato tattico in più. Soverato ha sicuramente un gran desiderio di riaffermazione e leadership sul campionato, dovremo dare il meglio per fronteggiarli e reggere la loro aggressività. Dalla nostra avremo la consapevolezza di tutto questo, e un ingrediente in più, i nostri tifosi ».

« Vogliamo iniziare bene questo nuovo anno e riscattare la chiusura di 2017 non felice – le parole del presidente di Soverato, Antonio Matozzo -. Ci tenevamo a disputare in casa il quarto di finale di Coppa ma la sconfitta contro Chieri e gli altri risultati non lo hanno permesso. Ci sarà tempo, però, per questa partita e dobbiamo pensare solamente al match contro Collegno, una squadra che ha fatto bene fino ad oggi. Dobbiamo andare in Piemonte con la convinzione giusta e per prendere i tre punti e ripartire in classifica. Il mercato? Siamo in fase avanzata per quel che riguarda la palleggiatrice (dopo la rescissione consensuale con Bacciottini, ndr) e contiamo di chiudere nella prossima settimana ».

Superata da Collegno all’ottavo posto è la Conad Olimpia Teodora Ravenna, cui è sfuggito l’obiettivo Coppa Italia ma che riparte con nuova determinazione dopo un girone di andata comunque altamente positivo. Le ragazze di Simone Angelini, che hanno salutato la centrale Neriotti e si presenteranno con due sole centrali di ruolo, affrontano la Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, sempre alla ricerca del primo punto esterno:

« Corre obbligo ricordare che il nostro obiettivo iniziale era la salvezza – afferma coach Angelini -. Durante la prima parte del Campionato ci siamo trovati in una buona posizione e allora non abbiamo nascosto il desiderio di puntare alla Coppa Italia, cosa che alla fine non ci è riuscita per un solo punto. Il nostro obiettivo nel girone di ritorno sarà provare a fare meglio dell’andata, scalare qualche posizione se sarà possibile, ma soprattutto guadagnare concretezza con le squadre contro cui finora ci è mancata ed essere più efficaci in tutti quei casi in cui non siamo stati bravi a fare la voce grossa con chi stava dietro di noi in classifica. Con l’andare del tempo, per ottenere buoni risultati diventa sempre più indispensabile la forza del gruppo. Montecchio è da rispettare, finora ha giocato sempre in maniera buona sull’aspetto difensivo, commettendo pochi errori in generale. Se non riusciremo a esprimere le nostre qualità in attacco, loro potranno impensierirci ». 

In aiuto delle vicentine verrà sicuramente il ritorno in campo di Irene Gomiero e del libero Ylenia Pericati:

« Il ritorno di queste due giocatrici ci ha permesso di allenarci dopo diversi mesi con l’organico al completo e ciò ha ridato linfa ed entusiasmo a tutto il gruppo, alzando i ritmi di allenamento – rileva Marcello Bertolini, coach della Sorelle Ramonda Ipag -. Chiaramente ora dobbiamo tornare ai nostri livelli e soprattutto, come detto alle ragazze, sarà importate essere più spregiudicati fuori casa perché molti degli scontri diretti che ci aspettano si disputeranno proprio lontani dal nostro PalaCollodi, dove abbiamo raccolto tutti i nostri 16, importantissimi, punti. Ci attende una trasferta ostica contro Ravenna che alla prima di campionato ci batté con un secco 0-3. Il piano partita sarà certamente quello di essere più aggressivi cercando di coinvolgere Gomiero per portarla a regime e sicuramente sarà importante contenere Bacchi e Kajalina ».

Chiude il programma del weekend il confronto tra il Club Italia Crai e la Bartoccini Gioiellerie Perugia.  L’incontro è stato posticipato a domenica per permettere alla formazione federale di reinserire nel gruppo le tre atlete e i membri dello staff che stanno partecipando con la Nazionale Under 17 al torneo di qualificazione ai Campionati Europei di categoria, in corso a Bassano del Grappa. La squadra azzurra avrà dunque a disposizione anche Katarina Bulovic, Sara Cortella e Loveth Omoruyi, da utilizzare eventualmente anche come alternative a partita in corso:

« Il nostro obiettivo è dare continuità alla prestazione dell’ultima partita – spiega il coach Massimo Bellano –anche perché negli ultimi giorni ci siamo dedicati a tempo pieno agli allenamenti e siamo riusciti a fare un bel lavoro dal punto di vista fisico e al tempo stesso curare un po’ di dettagli tecnici e di gioco che nell’ultimo mese non avevamo potuto mettere a fuoco così bene. Perugia è una squadra che non ha ancora espresso appieno il potenziale a disposizione, per cui la partita è da prendere con le molle ».

Perugia cerca punti per evitare complicazioni di classifica, a +6 dalla penultima posizione:

« Come giocatrice a me piace vincere e proprio per questo il girone di andata non si è chiuso nel modo giusto, come mi aspettavo – precisa la centrale Lorena Zuleta -.Abbiamo perso molte partite che erano alla nostra portata. Non dico che dovevamo vincerle tutte ma almeno potevamo conquistare qualche punto in più dei 13 che abbiamo attualmente. Dentro di noi ci deve essere la consapevolezza che dobbiamo lavorare sempre. Non dobbiamo stancarci di farlo ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 18a GIORNATA-

Sabato 6 gennaio, ore 17.00

Barricalla Collegno – Volley Soverato (Morgillo-Cavicchi)

Ubi Banca S.Bernardo Cuneo – Delta Informatica Trentino (Santoro-Di Blasi)

Golem Olbia – Fenera Chieri (Merli-Toni)

Battistelli S.G. Marignano – Zambelli Orvieto (Rossetti-Selmi)

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio (Brancati-Dell’Orso)

Savallese Millenium Brescia – P2P Givova Baronissi (Verrascina-Serafin)

LPM Bam Mondovì – Sigel Marsala (Licchelli-Sabia)

Domenica 7 gennaio, ore 17.00

Club Italia Crai – Bartoccini Gioiellerie Perugia (Di Bari-De Simeis)

Riposa: Golden Tulip Volalto Caserta

LA CLASSIFICA-

Ubi Banca San Bernardo Cuneo 38; Lpm Bam Mondovì 37; Fenera Chieri 36; Battistelli S.G. Marignano 35; Delta Informatica Trentino 34; Savallese Millenium Brescia 33; Volley Soverato 32; Barricalla Collegno 26; Conad Olimpia Teodora Ravenna 25; Zambelli Orvieto 21; Club Italia Crai 21; P2P Givova Baronissi 19; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 16; Bartoccini Gioiellerie Perugia 13; Golem Olbia 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta 6.



Continua a leggere