Sport, musica e tradizione per festeggiare il nuovo anno a C

[widget id=”text-16″]

Mentre il centro storico si prepara a passare dallo shopping natalizio alla notte di San Silvestro, Città di Castello è impegnata in due manifestazioni sportive di grande richiamo: la 38° edizione del torneo nazionale di pallavolo femminile Francesca Fabbri, promossa dal Csi, e la 24Ore di nuoto riproposta dopo 32 anni con il patrocinio del Comune, dai Nuotatori Tifernati e il Centro Nuoto Alto Tevere Cnat’99, Sogepu e Polisport.

Città di Castello aspetta il nuovo anno con iniziative variegate, che allo sport coniugano la solidarietà e il classico brindisi in piazza nel giorno di San Silvestro.

Piazza Matteotti è infatti già occupata dalla struttura del palco su cui alle 22,00 di domenica 31 dicembre il complesso Andrea e i Fuori Giri daranno il via alla notte più lunga dell’anno con intrattenimento musicale fino alle ore 3,00 del 1 Gennaio 2018. “Anche quest’anno i tifernati avranno un luogo comune, aperto a tutti, per stare in allegria e trascorrere insieme il Capodanno” queste le parole dell’assessore Carletti, che ha sottolineato quanto sia importante che una festa possa svolgersi in modo sereno e divertente per tutti. Da qui la scelta quindi di imporre il divieto a tutti  gli esercizi, situati nel centro storico, di somministrare alimenti e bevande dalle ore 22 del 31 dicembre e fino alle 6 del 1 Gennaio 2018 e di distribuire, a qualsiasi titolo, per asporto, bevande in contenitori di vetro e/o lattine. Sarà vietato in questa fascia oraria anche il consumo in pubblico delle bevande contenute in tali contenitori. L’operazione Capodanno sicuro si affianca ad alcune misure ulteriori assunte nell’ambito del piano di sicurezza, redatto per l’occasione e relativo alla recente normativa.

Ma gli appuntamenti tifernati delle festività natalizie non finiscono qui, come da tradizione anche nel 2018 torna la Befana aerea di Piazza Gabriotti, rimane uno spettacolo di grande effetto dove protagonisti sono i Vigili del fuoco del distaccamento di Città di Castello, quest’anno promossi di categoria, la cui dedizione alla città, sia per eventi a sfondo sociale, sia per le emergenze proprie del loro corpo, è da sempre una garanzia.

 

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *