Volley: A2 Femminile, ultima di andata, si gioca per primato e Coppa Italia

[widget id=”text-16″]

ROMA– Si lotta per due traguardi nell’ultima giornata dell’anno solare. Sabato 30 dicembre, tra il pomeriggio e la serata, si disputerà il 17° turno della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A2 Femminile, che chiude il girone di andata: in palio il titolo di Campione d’inverno, cui possono ambire ancora cinque squadre – a dimostrazione dei complessi equilibri nelle prime posizioni della classifica -, e l’ottavo posto, che dà accesso ai quarti di finale di Coppa Italia e che è conteso da Conad Olimpia Teodora Ravenna e Barricalla Collegno.

La formazione romagnola è attesa da un impegno probante, visto che ospita la Savallese Millenium Brescia, la squadra più calda dell’intero torneo, che il posto in Coppa se l’è già garantito con un ruolino impressionante di vittorie consecutive. Le ragazze di Simone Angelini dovranno conquistare almeno un punto per essere certi della qualificazione:

« Brescia è settima ma con solo cinque punti di ritardo dalla prima in classifica. Ciò non sorprende perché con un roster del genere è giusto che stia nelle posizioni che contano. Come in ogni partita, a prescindere dalla classifica, partiremo da zero a zero e cercheremo di portare a casa i tre punti giocando nel miglior modo che ci sarà possibile. La partita che ci aspetta sabato sarà più importante di altre perché è l’ultima chance per restare con le nostre forze nelle prime otto e giocare il primo turno di Coppa Italia. L’impresa è alla nostra portata. Veniamo da una prova vibrante in trasferta a San Giovanni in Marignano, dove, come quasi sempre ci è accaduto con le prime della classe, abbiamo fatto bella figura, nonostante che il risultato finale non ci abbia premiato ».

Il Barricalla Collegno avrà la necessità di vincere con un risultato rotondo nel match interno con la Sigel Marsala, la quale giungerà in Piemonte per cercare punti salvezza. 

« È una squadra la cui classifica è bugiarda – le impressioni di Michele Marchiaro, coach delle torinesi -. La formazione che incontreremo sta attraversando un ottimo momento, ricordiamo che ha quasi raggiunto il tie-break con Cuneo. È una squadra molto pericolosa perché arriva spalle al muro e quindi psicologicamente non avrà nulla da perdere. Sarà per loro l’ultima chance in vista del girone di ritorno e di un eventuale mercato di riparazione; quindi le giocatrici saranno sicuramente molto stimolate e dimostreranno tutta la loro individualità. Noi ancora una volta dovremo rispondere come squadra e avvalorare la forza del nostro gruppo. Sarà un incontro difficile, come lo è stato Olbia dopo Cuneo, lo sarà anche Marsala dopo Chieri ».

Restare tra le prime quattro della classifica al giro di boa assicurerebbe la disputa in casa del quarto di finale ‘secco’. Lo sanno benissimo Volley Soverato e Fenera Chieri, rispettivamente quarta e quinta forza del Campionato e dunque impegnate in una sorta di spareggio. Tre ex in campo, tutti da parte biancoblù. Sara De Lellis e Costanza Manfredini hanno difeso i colori di Soverato, rispettivamente, nel 2013-2014 e nel 2016-2017. Luca Secchi ha allenato il club calabrese nel 2015-2016, lottando fino all’ultima giornata per la vittoria del campionato e arrivando secondo in Coppa Italia.

« Il discorso della Coppa in casa o in trasferta in questo momento è importante per la gestione del dispendio di energie, e per tutto ciò che comporterebbe per squadra e società l’organizzazione di un’altra trasferta infrasettimanale – spiega proprio coach Secchi -. L’obiettivo è andare a Soverato per conquistare la certezza di essere fra le prime quattro: significherebbe anche aver chiuso un girone d’andata di gran qualità e prestigio, visto l’altissimo livello di questo campionato. Ma per tornare da Soverato con qualcosa di positivo in mano, servirà una prestazione importante da parte di qualunque giocatore verrà chiamato in causa. Nel complesso Soverato ha assemblato una squadra che un po’ in rapporto all’età, un po’ per esperienza, è di primissima fascia, fra le candidate per la vittoria finale ».

La Ubi Banca S.Bernardo Cuneo, prima della classe nonostante il ko di Santo Stefano nel derby con Mondovì, viaggerà verso la Sardegna per difendere la leadership, ospite di una Golem Olbiache ha assolutamente bisogno di punti per staccare la penultima posizione. 

« Partiamo per questa trasferta – dichiara Gino Primasso, direttore sportivo di Cuneo – con negli occhi le grandi emozioni vissute nel derby di Santo Stefano: al di là del risultato, di certo non gradito, abbiamo vissuto una grande giornata di sport in cui il cosiddetto ‘terzo tempo’ è salito in cattedra esaltando le grandi doti di fair play presenti nel mondo della pallavolo. Detto ciò, dobbiamo sfruttare il calore del pubblico cuneese come trampolino per le nuove sfide. Andiamo ad Olbia per riprendere il virtuoso cammino che ci consente oggi di guardare la classifica dall’alto, sempre più consapevoli delle nostre qualità e della forza di questo gruppo. È un campionato molto difficile, Cuneo è pronta per la sfida ».

« La situazione non è molto diversa rispetto a due settimane fa – spiega PasqualinoGiangrossi, coach dell’Hermaea -: Soos non è ancora a posto e non siamo certi che sia in grado di darci un contributo. Pur con i soliti problemi in termini di infortuni stiamo lavorando al massimo delle nostre possibilità. Spesso contro le squadre di valore ci esaltiamo, e speriamo che la sfida contro Cuneo possa portare, se non dei punti, almeno una bella prestazione che ci dia morale per il futuro ».

La LPM Bam Mondovì, seconda a una sola distanza dalla vetta, attende una Zambelli Orvieto che in poche settimane si è risollevata e grazie a una rimarchevole striscia positiva si è assestata a metà classifica. 

« Nonostante la formazione di Orvieto abbia avuto alcune defezioni di organico, causa infortuni, sta giocando una buona pallavolo – conferma Silvia Agostino, libero della LPM Bam -. I tre punti conquistati martedì nel derby danno morale e serenità per lavorare bene. Non c’è stato molto tempo per riposare e godere di quello che abbiamo fatto. Dobbiamo tenere alta la concentrazione e la tensione. Sabato sarà un’altra battaglia e dobbiamo cercare di concludere l’anno nel migliore dei modi, anche in vista degli accoppiamenti della Coppa Italia: dobbiamo fare punti, come sempre. Finora in casa siamo sempre riuscite a fare delle belle partite, anche grazie al nostro pubblico che ci sostiene sempre, anche dei momenti di difficoltà: sono il nostro settimo uomo in campo! ».

« Sappiamo che non sarà facile, essendo l’ultima partita del girone di andata vorremmo archiviarla nei migliori dei modi, dato che ci stiamo togliendo diverse soddisfazioni – replica la ‘collega’ delle rupestri, Maila Venturi -. Quella piemontese è una squadra molto attrezzata ed ha dimostrato la sua forza durante questa prima parte di campionato. In palestra stiamo continuando a lavorare con determinazione e stiamo trovando il nostro equilibrio. Quello che disputiamo è un torneo intenso ed impegnativo, i tempi di recupero sono molto corti ma sicuramente arriveremo a questa partita con la grinta e la voglia di dire la nostra con una squadra di prima fascia. Mentalmente siamo molto forti perché usciamo da quattro vittorie consecutive ».

In grande forma anche la Battistelli San Giovanni in Marignano, che ha collezionato quattro vittorie nelle ultime quattro uscite e intravede la vetta – che peraltro ha già occupato a inizio stagione – a sole tre lunghezze di distanza. Per le riminesi una fine d’anno a Caserta, a casa dellaGolden Tulip Volalto, fanalino di coda della classifica ma innegabilmente in rialzo. 

« La Battistelli non è un avversario semplice – spiega Karyna Denysova, talentuosa schiacciatrice ucraina della Volalto, autrice di 31 punti nella sfida contro Baronissi -. Una rivale che sta facendo molto bene e che certamente potrebbe anche ambire al primato del girone. Senza dubbio un roster di esperienza: noi metteremo in campo la nostra fame di punti, la nostra sana incoscienza giovanile, ma facendo ben attenzione a non avere cali di rendimento. Non per spavalderia e rimanendo sempre con i piedi ben piantati per terra, noi affrontiamo tutte le sfide con la determinazione massima ed in nessuna ci sentiamo battute in partenza. Sappiamo che per uscire bene da match del genere occorre essere quasi perfetti. Noi ci proveremo ».

Quasi appaiate in classifica Club Italia Crai e Sorelle Ramonda Ipag Montecchio: le azzurrine di Massimo Bellano hanno 18 punti, mentre le vicentine di Marcello Bertolini 16. La sfida assume notevole importanza, considerate le distanze minime rispetto alla zona salvezza. Per la gara di sabato le giovani azzurre potranno contare di nuovo su Katarina Bulovic, Sara Cortella e Loveth Omoruyi, che in questi giorni si sono allenate con il gruppo della Nazionale Under 17 in vista delle qualificazioni ai Campionati Europei di categoria, in programma dal 4 al 6 gennaio a Bassano del Grappa.

« Dobbiamo cercare di dare continuità alle buone cose che si sono viste nel primo set sul campo di Brescia e migliorarci ancora – il pensiero di Bellano -. Il nostro progetto prosegue, pensando non tanto alla singola partita, ma a quello che dobbiamo fare nell’arco della stagione ».

« Il Club Italia è un avversario molto pericoloso e con un potenziale spaventoso, ma come spesso succede nelle squadre molto giovani soffre di discontinuità, quindi può alternare grandi prestazioni ad altre più confuse, basti pensare al loro exploit contro Chieri – spiega coach Bertolini -. Noi continuiamo a vivere questo momento di difficoltà, per quanto riguarda alcuni infortuni, anche se siamo molto positivi e contiamo di recuperare presto anche Pericati, mentre per Gomiero già c’è stato il ritorno in campo e sabato sarà sicuramente della partita. Se devo fare un bilancio di metà anno sono soddisfatto della nostra posizione in classifica con un discreto numero di punti e diverse squadre dietro noi. Ovviamente conto di poter riprendere gli allenamenti con tutto il gruppo al più presto ».

L’ultima gara in programma vedrà protagoniste la Bartoccini Gioiellerie Perugia e la P2P Givova Baronissi. Entrambi i sestetti sono fuori dalle sabbie mobili della classifica, ma entrambi convinti che occorra vincere per evitare di essere pericolosamente risucchiati. 

« Il tempo ci dirà se con Caserta abbiamo guadagnato due punti o ne abbiamo perso uno. Premio la rimonta, boccio l’approccio, che deve essere migliore e decisamente più convinto – Luca Castagna, vice presidente della P2P Givova torna sul match di Santo Stefano -. Abbiamo capito, nel caso in cui ce ne fosse stato ancora bisogno, che in serie A2 nulla è scontato e che non esistono squadre cuscinetto. Non lo è a maggior ragione Perugia, nostra prossima avversaria. Ci aspetta una sfida importante e delicata, perché è un altro incrocio salvezza. Le nostre prossime avversarie sono reduci da una sconfitta ad Orvieto ma hanno valori tecnici importanti. La P2P dovrà giocarsela con le sue qualità, che sono venute fuori dal terzo set in poi contro Caserta. Ora è tempo di continuità e non di frenate: dobbiamo allungare ulteriormente la classifica e mettere in cascina altri punti importanti per la salvezza ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 17a GIORNATA-

Sabato 30 dicembre, ore 16.00 

Barricalla Collegno – Sigel Marsala (Serafin-Santoro)

Sabato 30 dicembre, ore 17.00

Club Italia Crai – Sorelle Ramonda Ipag Montecchio (Mesiano-Bassan)

Golden Tulip Volalto Caserta – Battistelli S.G. Marignano (Scarfò-Nicolazzo)

Sabato 30 dicembre, ore 18.00

LPM Bam Mondovì – Zambelli Orvieto (Marotta-Rossi)

Sabato 30 dicembre, ore 20.30

Volley Soverato – Fenera Chieri (Noce-Grassia)

Golem Olbia – Ubi Banca S.Bernardo Cuneo (Brancati-Armandola)

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Savallese Millenium Brescia (Toni-Selmi)

Bartoccini Gioiellerie Perugia – P2P Givova Baronissi (Caretti-Rossetti)

LA CLASSIFICA

Ubi Banca San Bernardo Cuneo 35; Lpm Bam Mondovi’ 34; Delta Informatica Trentino* 34; Fenera Chieri 33; Volley Soverato 32; Battistelli S.G. Marignano 32; Savallese Millenium Brescia 30; Conad Olimpia Teodora Ravenna 25; Barricalla Collegno 23; Zambelli Orvieto 21; Club Italia Crai 18; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 16; P2p Givova Baronissi 16; Bartoccini Gioiellerie Perugia 13; Golem Olbia 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta 6.
*una partita in più

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *