Piana : altopascio


giovedì, 28 dicembre 2017, 14:52

Un milione di euro per il nuovo palazzetto di Altopascio. È l’importo che il comune aveva chiesto al Cipe, al quale l’amministrazione comunale  aveva inviato il masterplan dell’opera e il progetto definitivo, per la realizzazione della struttura attesa da molto tempo sul territorio: importo che il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha riconosciuto per intero alla cittadina del Tau e all’amministrazione guidata dal Sindaco, Sara D’Ambrosio.

Il palazzetto, che sorgerà in località Borgioli, vicino alla nuova viabilità denominata via San Francesco D’Assisi (zona rotonda del Valico), sarà moderno, efficiente dal punto di vista energetico, al passo con i tempi e all’altezza di uno sport di qualità. Così, infatti, è disegnato e descritto nel progetto definitivo, nel quale da più parti si sottolinea come l’opera debba prevedere spazi adeguati e pensati per il futuro e per la crescita della comunità sportiva altopascese.

«Il finanziamento del Cipe per il palazzetto è la buona notizia che aspettavamo con ansia – commenta il Sindaco, D’Ambrosio – Sarà la casa dello sport, dove tutto è pensato e realizzato per soddisfare le esigenze sportive. Niente, nel progetto definitivo che abbiamo presentato, è lasciato al caso, perché crediamo che una struttura adeguata e curata nei minimi dettagli possa rappresentare un’occasione importante di crescita per il nostro territorio. Sarà infatti la casa dello sport praticato a vari livelli, un ulteriore stimolo per le attività sportive esistenti e l’occasione per fare in modo che altre ne nascano: vogliamo che la struttura diventi un luogo aperto e vissuto dalle scuole, dagli atleti e dai giovani, come polo ricreativo e di aggregazione. Non solo: l’obiettivo a lungo termine, infatti, è rendere Altopascio una terra attrattiva anche per l’organizzazione di eventi sportivi di richiamo, che vedano la partecipazione di squadre e società provenienti da altre parti della Toscana o anche da fuori regione, sviluppando così anche il turismo legato allo sport. Ecco dunque che il finanziamento del Cipe rappresenta il primo mattone per la costruzione di quello che oltre ad essere un edificio è un vero e proprio sogno per Altopascio: per questo motivo mi preme ringraziare gli uffici, i progettisti, tutta la squadra, i parlamentari Edoardo Fanucchi e Caterina Bini e il ministro Luca Lotti, che sono vicini al territorio di Altopascio così come i parlamentari lucchesi, al nostro fianco su altre partite importanti. Ad anno nuovo presenteremo il progetto ai cittadini e alle società sportive, con uno o più incontri pubblici, per illustrare nel dettaglio il disegno, le tavole e le scelte progettuali».

IL NUOVO PALAZZETTO. Il nuovo palazzetto sarà di tipo polifunzionale, adatto per basket (serie C maschile e B femminile), pallavolo (serie B maschile e femminile), calcio a cinque (serie B maschile e A femminile), pattinaggio e dovrà soddisfare anche l’utilizzo e le esigenze delle strutture scolastiche. Soprattutto, poi, sarà adatto per ospitare e organizzare attività agonistiche da parte delle tante realtà sportive operanti e attive ad Altopascio e potrà accogliere fino a 450 spettatori: in questo modo, obiettivo principale dell’amministrazione comunale, le società del territorio non dovranno spostarsi per allenarsi e gareggiare, ma, al contrario, saranno in grado di ospitare eventi e manifestazioni anche con realtà provenienti da fuori comune.

Un progetto complesso e all’avanguardia, per un importo complessivo di 3 milioni di euro, per raggiugnere il quale l’amministrazione comunale, oltre a richiedere il finanziamento al Cipe, ha partecipato anche al bando del piano “Sport e Periferie”.

La struttura sarà composta da: spazio dedicato all’attività fisica scolastica e all’attività sportiva; spogliatoi (per atleti, giudici, istruttori), servizi igienici, sala medica e di primo soccorso, magazzino; spazi per il pubblico comprendenti ingresso, tribune, servizi igienici, locali di servizio dell’impianto; spazi aggiuntivi per bar e sala polivalente, utile per riunioni, incontri o spazio giochi per bambini; area esterna con parcheggio per gli spettatori, parcheggio per gli atleti e gli arbitri, area tecnica per dislocazione impianti.


Questo articolo è stato letto volte.




Continua a leggere