Mathieu van der Poel torna a ruggire: nella classica tappa di Coppa del Mondo del 26 dicembre a Heusden-Zolder, il fenomeno olandese si è ripreso il ciclocross in mano con una prestazione superlativa pur su un percorso non eccessivamente selettivo.

Mathieu ha patito all’inizio il tentativo di attacco di Wout Van Aert, il suo avversario più temibile: la coppia è riuscita sin da subito a fare la differenza sugli altri e proprio da questa situazione è partito l’attacco di van der Poel, che ha preso circa 15” di vantaggio aumentati fino a trasformarsi in una vera e propria voragine. Probabilmente Van Aert ha pagato uno sforzo eccessivo ed è stato anche riassorbito da Laurens Sweeck, che nel finale lo ha sconfitto nella lotta per il secondo posto dopo un ultimo giro molto intenso e spettacolare per il pubblico. Lars van der Haar ha occupato la quarta piazza, mentre Daan Soete ha chiuso in quinta posizione. Può ritenersi soddisfatto Gioele Bertolini, che ha chiuso in 20esima posizione conquistando il secondo miglior risultato della stagione in Coppa del Mondo. 

In campo femminile, l’Italia festeggia il secondo podio consecutivo di Eva Lechner, che in una gara molto tirata ha chiuso al terzo posto, confermando quanto di buono aveva fatto vedere nelle ultime uscite, con una condizione sempre migliore in vista dei prossimi Mondiali. Il successo è andato alla belga Sanne Cant che ha preceduto la statunitense Katie Compton e, per l’appunto, Lechner. Alice Maria Arzuffi, invece, ha chiuso in 13esima piazza.

Tra gli Under 23, buona prova di Jakob Dorigoni, che nella gara vinta da Tom Pidcock su Eli Iserbyt ha chiuso settimo a meno di un minuto di distanza dalla coppia di testa, destinata a regalare spettacolo nei prossimi anni. Prova positiva per Filippo Fontana, sesto. Il successo è andato al ceco Tomas Kopecky.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Facebook UCI





Continua a leggere