10 dicembre Soroptimist day

[widget id=”text-16″]

Il 10 dicembre di ogni anno ricorre l’anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, promossa dalle Nazioni Unite e firmata a Parigi il 10 dicembre 1948.
Nella stessa data si celebra anche il Soroptimist day, giorno scelto dal Soroptimist International, organizzazione senza fine di lucro, per sollecitare l’attenzione e le azioni delle aderenti a favore di un tema particolare, che rientri nell’ambito dell’avanzamento della condizione femminile, della promozione dei diritti umani, dell’accettazione delle diversità, dello sviluppo e della pace, del contrasto alla violenza.
Il Soroptimist day 2017 chiude i 16 giorni di attivismo promossi dalla presidente della Federazione Europea, Renata Trottmann, e realizzati con l’intento di stimolare un’azione globale per porre fine alla violenza contro donne e ragazze.
Il Soroptimist Club di San Marino ha risposto con entusiasmo al suggerimento della presidente Trottmann e dal 25 novembre al 10 dicembre ha organizzato alcuni importanti eventi, quali la conferenza We stand up for women-Il nostro impegno per le donne e la mostra fotografica Sheroes-Donne eroiche. Dopo l’attacco con l’acido, adottando come elemento di riconoscimento il colore arancione che, suggerito dall’agenzia delle Nazioni Unite per l’Uguaglianza di genere (UN Women), è stato esteso anche all’illuminazione delle nostre Torri.
Per l’odierno Soroptimist day, 10 dicembre 2017, il Club di San Marino vuole porre all’attenzione delle sue socie e di tutta la cittadinanza, il tema della cura delle fasce deboli della popolazione che, già appartenente alla sua tradizione di solidarietà, sarà sotteso ad un progetto di nuova definizione ed a lungo termine, denominato Avrò cura di te.

Si tratta di un progetto di sensibilizzazione nei confronti di situazioni di difficoltà sociali che si propone di affiancare il coordinamento e lo sviluppo di attività di promozione sociale a favore degli anziani, finalizzate al benessere, alla qualità della vita socialmente e fisicamente attiva, all’inclusione sociale e alla partecipazione. Il progetto è realizzato con l’apporto organizzativo e con la collaborazione della Direzione del Servizio Anziani.

Si concretizzerà nella ricerca e fornitura di servizi innovativi e nuovi approcci terapeutici non farmacologici all’interno della Casa di Riposo di San Marino, inseribili nella quotidianità, con lo scopo di sostenere ed attivare funzioni mentali non completamente deteriorate, intervenendo sulle potenzialità residue.

Il progetto consisterà nella fornitura, a cadenza annuale, in occasione appunto del Soroptimist Day, di strumenti e ausili all’avanguardia. Come primo atto è prevista la consegna di un tavolo per la garden therapy, cui farà seguito nei prossimi anni la donazione di altri ausili, che dovrebbe avvenire in occasione del Soroptimist day.
Il tavolo che verrà donato quest’anno permette di effettuare lavori di semina, trapianto, raccolta e di varie attività legate all’orto-giardino. Prendersi cura di organismi vivi, possibilmente in gruppo, determina benefici contemporaneamente in più ambiti diversi: cognitivo, fisico, psicologico e sociale, fa cambiare il rapporto con il tempo perché insegna ad accettare i propri ritmi a chi è diventato lento o ripete più volte la stessa cosa: nella cura del giardino o dell’orto la rapidità si impara nella lentezza e nel rallentamento adeguandosi ai ritmi naturali.
Osservando le piante e i loro cambiamenti si possono trovare parallelismi con la propria vita, si può controllare in quella del giardino/orto ciò che non si riesce a fare nella propria.
La piena condivisione dei Diritti Umani presuppone la condivisione equa dei progressi della ricerca scientifica e l’accesso di tutti ad una vita di qualità, ovunque, perché sono i più vulnerabili che soffrono maggiormente.
“Noi dobbiamo godere dei Diritti per la sola ragione di essere al mondo”

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *