Brtescia, 30 novembre 2017 – Sabato alle 12.30 sulle tribune del “Club Azzurri” siederà anche Milena Bertolini, attuale ct della Nazionale (che si avvicinando alla qualificazione ai Mondiali mancata dai maschi) ed ex tecnico delle Leonesse per assistere a quella che può essere definita la “grande festa” stagionale del calcio femminile. In effetti per la settima giornata di andata si ritroveranno di fronte Brescia e Juventus, le due contendenti che viaggiano a punteggio pieno in testa alla serie A e stanno facendo il vuoto alle loro spalle. Un confronto che potrebbe scrivere una pagina molto importante nella corsa verso lo scudetto e che, nello stesso tempo, viene “impreziosito” da una lunga serie di avvincenti motivazioni.

Il direttore sportivo biancazzurro, Cristian Peri, ha ribadito che si tratta “di una partita importante, ma certo non decisiva, anche perché il cammino è ancora molto lungo”, ma, nonostante questo la “madre di tutte le partite” propone molteplici spunti che meritano il pubblico delle grandi occasioni. In questo senso è la prima apparizione al “Club Azzurri” da avversarie per le sei Leonesse (l’ex capitano di lungo corso Cernoia, Bonansea, Gama, Salvai, Rosucci e Lenzini), che in estate, dopo tutti i successi raccolti nelle ultime stagioni, hanno salutato il biancazzurro per indossare il bianconero. Queste sei giocatrici, inoltre, hanno fatto parte insieme a sei calciatrici del Brescia dell’Italia che ha vinto in Portogallo grazie ad un gol della biancazzurra Sabatino. Nei giorni scorsi, quindi, si sono allenate ed hanno giocato insieme , mentre sabato si ritroveranno su sponde opposte del campo. Altro spunto da sottolineare (non certo ultimo in ordine di importanza) il fatto che il Brescia si presenta a questa sfida con un gruppo quasi del tutto nuovo dopo le partenze eccellenti dell’estate.

La società del presidente Cesari ha messo a disposizione di Mister Piovani (che solo da oggi può cominciare a preparare la super-sfida a ranghi completi per il ritorno delle nazionali) un gruppo di ricco di giovani talenti per aprire un nuovo ciclo vincente e la sfida con le “stelle del passato” rappresenta l’occasione ideale per dimostrare che il nuovo progetto è stato spinto nella giusta direzione. Motivazioni e stimoli che si concentreranno sabato alle 12.30, con l’auspicio che il maltempo preannunciato non decida di giocare qualche scherzo sgradito, sul terreno del “Club Azzurri” sotto lo sguardo attento del pubblico delle grandi occasioni, chiamato a scoprire sul posto le innumerevoli altre ragioni per seguire la “partita dell’anno”.



Continua a leggere