“Buone prassi lombarde”, anche Fratelli Cozzi spa tra i premiati

[widget id=”text-16″]

Un’iniziativa importante, giunta ormai alla settimane edizione, che documenta come «la responsabilità sociale d’impresa è sempre più avvertita come un fattore strategico di competitività al pari dell’innovazione, dell’efficienza della pubblica amministrazione o dei costi energetici».

Sono queste le parole con cui l’assessore regionale allo sviluppo economico Mauro Parolini ha definito il premio “Buone prassi lombarde per la responsabilità” promosso dal Pirellone e da Unioncamere Lombardia, che oggi, mercoledì 29 novembre, è stato consegnato a 105 imprese.

Dall’ambiente (con progetti, iniziative, marchi, sistemi di gestione con impatti positivi sull’ambiente) al lavoro e relativa conciliazione con la famiglia (qualità del lavoro e relazioni con il personale, pari opportunità, conciliazione lavoro-famiglia, valorizzazione delle diversità, reinserimento categorie protette), dalla società (iniziative a favore della società civile e/o comunità del proprio territorio come scuole, associazioni sportive e culturali e terzo settore, per il radicamento nella propria comunità) al mercato (qualità delle relazioni con clienti e consumatori, fornitori e partner commerciali, corretto comportamento con i concorrenti), dal governo e gestione dell’azienda (impegno di proprietà e/o direzione a policy e strategie responsabili, come lotta alla corruzione, patti d’integrità, e rating di legalità) fino alle imprese femminili, tra le realtà premiate ce n’è per tutti i gusti.

E c’è spazio, tra i riconoscimenti assegnati dal Pirellone, anche per Legnano: tra i 105 premiati, infatti, c’è anche Fratelli Cozzi Spa.

«Lo sviluppo economico è tale solo se è sostenibile e duraturo: il nostro obiettivo – ha sottolineato Parolini durante la cerimonia di premiazione – è quello di contribuire con questa iniziativa a diffondere e riconoscere modi esemplari di fare impresa che creano realmente benessere sociale, consapevolezza, pari opportunità, corresponsabilità, efficienza nella produzione, miglioramento della sostenibilità ambientale e della reputazione aziendale. Le imprese premiate – ha concluso l’assessore – documentano la capacità dei nostri imprenditori di concepire il proprio benessere come parte di una comunità che può crescere solo se cresce insieme».

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *