Inquinamento ed infertilità maschile – Trentino

[widget id=”text-16″]

L’ infertilità maschile è un argomento di cui si parla poco. Il motivo forse è che l’ uomo è visto sempre come un essere virile, forte e magari l’ idea che a volte non possa essere cosi mette paura e quindi si preferisce non parlarne.

In realtà l’ infertilità maschile non deve essere visto come un tabù o una cosa sbagliata. È una condizione che può capitare e di cui non ci si deve assolutamente vergognare.

Si fanno moltissime ricerche e studi su questo argomento in quanto sono sempre di più le persone che hanno difficoltà a concepire un figlio.

La vita stressante, l’ alimentazione e i prodotti che non sono più quelli di un tempo e molti altri fattori hanno fatto si l’ infertilità maschile, ma anche quella femminile, siano in costante aumento.

Da poco tempo è stata pubblicata una ricerca che ha cercato di capire se ci sia una correlazione tra lo smog e l’ infertilità.

È già stato assodato che l’ inquinamento atmosferico porta a dei danni a livello respiratorio e cardiovascolare ma ci si chiede se possa portare anche a dei problemi degli spermatozoi.

Lo studio è stato fatto in Taiwan ed è durato parecchi anni. In questi anni sono stati esaminati 6500 uomini.

È stato scoperto che gli uomini che sono stati più esposti a polveri sottili presenti anche nello smog hanno degli spermatozoi meno forti e con dimensioni molto diverse rispetto agli uomini meno esposti a queste polveri.

In realtà però questo studio non è ancora del tutto terminato in quanto è ancora in corso la ricerca per avere una prova scientifica che queste differenze siano proprio date dalle polveri sottili. Restiamo quindi in attesa e vi aggiorneremo quanto prima.

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *