Al Tff Kiss & Cry su adolescenza e sport

[widget id=”text-16″]

TORINO, 27 NOV – Racconta i tormenti
dell’adolescenza al femminile, le cadute e le risurrezioni, i
sacrifici e le paure per il futuro attraverso lo sport, il
pattinaggio agonistico, che qui si fa metafora del percorso di
crescita, il film francese in concorso al 35/o Torino Film
Festival ‘Kiss an cry’ di Chloè Mahieu e Lila Pinell.
Un film tra la fiction e il documentario che indaga
nell’animo adolescenziale attraverso la storia di Sarah, 15
anni, residente in un piccolo paese, Colmar, che per allenarsi e
partecipare ai campionati nazionali deve trasferirsi, con tutta
la famiglia, in una grande città.
Ai tremendi e duri allenamenti condotti da un allenatore che
non perdona, che vessa le ragazze accusandole di essere grasse,
brutte, imprecise, si alternano i primi baci, i primi approcci
con il sesso, l’alcol, la droga, la rabbia, le delusioni.
Un percorso di formazione verso la consapevolezza, la
padronanza di sé, curato da due giovani registe da sempre
interessate al sociale e al mondo dei giovani.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *