Pasta: sai come si abbassa l’indice glicemico?

[widget id=”text-16″]

Carico il video…

La pasta resta il grande amore degli italiani. Non serve rinunciarci, basta seguire queste piccole regole

Abbassare l’indice glicemico

Quando si fa la spesa e si cucina è bene adottare alcuni semplici accorgimenti che garantiscano una riduzione dell’indice glicemico dei singoli alimenti o del pasto nel suo complesso, così da non dover rinunciare ad esempio a pane e pasta. 

Cos’è l’indice glicemico

L’indice glicemico misura la velocità con cui aumenta la glicemia – ovvero la concentrazione di zuccheri nel sangue – in seguito all’assunzione di un cibo. Dipende dalla velocità di digestione e da quella del suo assorbimento.

Come si calcola l’indice glicemico

È espresso in percentuale rispetto alla velocità con cui la glicemia aumenta dopo l’assunzione di glucosio o pane bianco, che hanno per convenzione indice uguale a 100. Se il valore è inferiore a 55 l’alimento è a basso indice glicemico. Fra i 56 e i 69 si collocano invece i cibi a medio indice glicemico, mentre numeri superiori a 70 sono relativi agli alimenti con elevato indice glicemico.

Seguire una dieta con alimenti a basso indice glicemico è utile per chi soffre di diabete, ma è anche una misura di prevenzione per tutti coloro che sono a rischio di svilupparlo, come chi è sedentario e sovrappeso.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Ami la pasta? Guarda tutti i suoi segreti

La pasta fa bene ai bambini. La «riscoperta» made in USA

Enrico Papi: «Dalle abbuffate di pasta alle piroette in pista»

Dieta: la pasta fa ingrassare?

  • vendita farmaci online
  • Chiedi un consulto di Nutrizione

    [widget id=”text-17″]

    Continua a leggere

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *