In ospedale il tempo sembra non passare mai. Soprattutto quando sei in attesa di un esito importante o di qualche risposta che metta a tacere le ansie e le paure accumulate. Le giornate sembrano più lunghe del solito e arrivare alla sera, specie quando ad essere ricoverati sono i figli, magari piccoli, è dura e spesso estenuante.

I genitori costretti a vivere la vita dell’ospedale insieme ai propri bimbi lo sanno. Lo sanno quanto un giocattolo in più possa cambiare la giornata del proprio figlio e quanto, la presenza di volontari in reparto che dedicano qualche ora del proprio tempo a stare con i piccoli pazienti possa cambiare la loro.

LEGGI ANCHE

Intervista a Alessandro Costacurta, volontario ABIO

Ecco perché ABIO (Associazione per il Bambino in Ospedale), dal 1978 a fianco dei bambini e dei loro genitori in oltre 200 reparti in tutta Italia, ha sviluppato molti progetti per rendere meno traumatico l’ingresso dei bimbi in ospedale e sostenere mamme e papà in questo percorso.

Negli anni, il numero di volontari è salito a 5.000 in tutta Italia e in molti ospedali l’associazione ha contribuito a rinnovare gli spazi esistenti – dai reparti alle sale di attesa – o realizzato nuovi ambienti come le sale giochi per renderli accoglienti e colorati, in grado di rispondere alle esigenze di gioco e di espressione dei piccoli.

Adesso, grazie alla nuova iniziativa di solidarietà firmata Duracell, sostenere ABIO diventa un gioco! In occasione della decima edizione di G! come Giocare, il Salone internazionale del giocattolo, che si terrà a Milano dal 17 al 19 novembre, Duracell sarà protagonista insieme ad ABIO di un progetto charity speciale: Duracell ridà vita ai tuoi giocattoli.

LEGGI ANCHE

10 lezioni da insegnare a tua figlia

Durante i tre giorni di fiera Duracell inviterà i bambini e le loro famiglie a portare un giocattolo non più utilizzato al suo stand dove saranno accolti dai volontari ABIO. Inoltre, per ciascun giocattolo donato, Duracell farà ad ABIO un’extra donazione di 5 Euro* per contribuire a riaccendere il sorriso dei bambini in ospedale.

Ma non è finita qui. Durante la fiera, Duracell allestirà infatti nel proprio stand un’area dedicata al gioco in cui i bambini potranno provare anche le ultime novità dei giocattoli a batteria, messi a disposizione per loro da note case produttrici quali Giochi Preziosi, Hasbro, Mattel e Simba Toys.

*fino ad un massimo di 5000 euro



Continua a leggere