Cambio ora legale, i rituali di bellezza da fare se c’è più buio

[widget id=”text-16″]







Contrordine. Se di solito il cambio d’ora legale scandisce la fine definitiva della stagione estiva e le scarse ore di luce addormentano metabolismo, cellule e corpo, quest’anno diamo una connotazione positiva all’arrivo dell’orario invernale. Sabato notte si spostano le lancette dell’orologio un’ora indietro, alla sera il sole tramonterà prima, ma si dorme un’ora di più. E il riposo fa bene alle pelle, ma non solo.

LEGGI ANCHE

Riorganizziamo il beauty-case in modo intelligente

Approfittiamo allora di questo cambiamento non per entrare in letargo, ma per giocare d’anticipo, per prenderci cura di noi stesse e arrivare alla prossima estate in perfetta forma.

Se più buio vuol dire meno uscite, allora facciamo dei più frequenti momenti domestici dell’autunno la nuova primavera, mettiamoci già nel mood positivo e body active pre-estate, giocando d’anticipo nellacura di sé così da evitare la classica corsa per la remise en forme tre mesi prima di andare al mare. Non lasciamo che il buio intacchi la nostra autostima. Sarà banale dirlo, ma la costanza è la chiave di volta per essere e vedersi belle tutto l’anno. Secondo il dott. Ted Grossbart, professore della Harvard Medical School e autore del libro Skin Deep, l’immagine del corpo rappresenta circa un terzo della propria autostima, che ha una grande influenza sulla salute psicologica generale.

Ecco perché con il cambio ora legale iniziano i mesi migliori per fare psicodermatologia e agire, soprattutto con azioni anti-aging che danno nuova vita all’età anagrafica. «L’inverno è il momento d’oro per i trattamenti curativi ed estetici – afferma Magda Belmontesi, dermatologa – la minore esposizione ai raggi solari e la poca vasodilatazione consentono una maggiore possibilità di intervenire con peeling ed esfoliazioni anti-macchia, laser non ablativi, luci pulsate, filler e biostimolazione».

LEGGI ANCHE

Pelle e capelli, è l’ora del detox

1. VIA LE MACCHIE: GLI INGREDIENTI CHE NON SI POSSONO USARE D’ESTATE
«Un’ora sola non cambia la capacità rigenerativa della pelle, ma la notte in ogni caso, rimane il momento più importante per applicare la crema, perché tra mezzanotte e le cinque del mattino la pelle è più ricettiva all’assorbimento dei principi attivi. Bisogna, però, usare proodtti con sostanze diverse in questo periodo dell’anno», spiega Belmontesi rifacendosi ai principi della chrono-bellezza, ovvero sincronizzare la propria ruotine ai cicli circadiani del corpo, per ottenere il massimo dall’utilizzo dei cosmetici.  Con meno luce, l’esperta consiglia di usare sostanze depigmentanti e schiarenti a base di acido cogico, fitico, azeaico e vitamina C. «È importante bilanciare queste azioni con idratazione durante la notte attraverso creme che contengono polidrossiadici e polidrossiadici bionici di ultima generazione che hanno azione ricompattante, idratante e anti-ossidante, e al mattino continuare con un siero ricco di antiossidanti da usare prima della crema e con filtro solare incorporato o sovrapposto. I principi attivi da applicare sono la vitamina C, la vitamina E, l’acido ferulico, gli Omega 3-6, la floretina».

2. IL LASER
Per le macchie cutanee causate dal sole, lentigo solari, il dottor Gioacchino Listro, Direttore Sanitario del Centro Dermatologico Listro di Palermo, consiglia il laser Discovery Pico, che genera una distruzione del pigmento attraverso una microesfoliazione della pelle. Questo sistema laser produce, tramite la propria tecnologia, un effetto fotoacustico e fototermico, che ha praticamente azzerato gli effetti collaterali di questo tipo di trattamento.

3. FAI LA DEPILAZIONE DEFINITIVA
È questo il momento per fare la luce pulsata, sconsigliata in estate perché può causare iper-pigmentazione. Agendo ora, che non bisogna mettere le gambe in mostra, si arriva a giugno pronte e senza più l’incubo di ceretta, rasoio & Co.

4. FAI DELL’INVERNO IL TUO ANTI-AGE
Per i trattamenti mini-invasivi dal medico estetico, questa è la stagione. La pelle, rivitalizzata e più forte, arriverà all’estate con la capacità di difendersi meglio dai radicali liberi. LA NOVITÀ: l’acido ialuronico Vycross, presentato al XIX Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà. Ha una durata che può arrivare a 9-10 mesi, decisamente più lunga rispetto agli altri biostimolanti, inducendo una maggiore produzione di collagene ed elastina, e ha un RHA dinamico, ovvero una struttura che si integra meglio con la pelle sottile di mano, contorno occhi e labbra, per un risultato estetico ottimale e di durata maggiore rispetto al passato (in media un anno). Questo acido ialuronico non ha solo un effetto riempitivo, ma consente un miglioramento drastico della qualità della cute, per cui si ha una pelle più elastica, idratata e  giovane.

5. METTITI A NUOVO IN SPA
Non si può ancora andare a sciare e al mare ormai fa freddo. La spa diventa l’hobby del weekend, l’oasi di benessere dove dedicarsi al proprio corpo. Con trattamenti anti-cellulite, maschere, fanghi che detossinano, purificano e illuminano. Da fare anche a casa.

6. CELLULITE INIZIA ORA
Non si può pensare di ottenere il miracolo un mese prima di scoprire gambe e lato b. È adesso che cambia l’alimentazione, che si beve di meno, che l’organismo trattiene più liquidi. Più che del trattamento d’urto, la pelle a buccia d’arancia, per non riformarsi, ha bisogno del mantenimento, tutto l’anno. LA NOVITÀ: Durante il XIX Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà, è stato presentato uno studio che dimostra l’efficacia del trattamento di criolipolisi abbinato alla carbossiterapia. La criolipolisi è una tecnica a freddo che mediante un device concavo trattiene il grasso tra due pannelli raffreddanti per circa un’ora, senza alcun dolore. E associandola alle iniezioni di anidride carbonica (carbossiterapia), prima e dopo il trattamento, si aumenta il riassorbimento del grasso.

7. CAPELLI: LO SCRUB DELLA CUTE
Meno uscite è più tempo trascorso a casa per via del buio che arriva prima? Capitallizate sulle ore casalinghe e fate quei trattamenti che di solito saltate nella routine quotidiana perché siete sempre di corsa.  Prima di cambiare colore e tonalizzare il biondo con riflessi più autunnali, il gommage al cuioio capelluto rigenera i capelli stressati, sfibrati e sollecita la rigenerazione del follicolo. Dopo l’estate, infatti, molti capelli arrivano alla loro fase finale  e cadono. Con lo scrub si stimola la cute e si riformano più velocemente.

Nella gallery i gesti beauty per giocare d’anticipo e approfittare del cambio dell’ora.

 

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *