il quartetto azzurro dell’inseguimento femminile punta a confermarsi – OA Sport


La nazionale italiana femminile dell’inseguimento a squadre si presenta ai prossimi Campionati Europei di ciclismo su pista tra le favorite dopo il successo e la medaglia d’oro dello scorso anno. Quest’anno ancor di più, il commissario tecnico Dino Salvoldi potrà contare su una rosa profonda per schierare il quartetto. 

L’ossatura, sulla carta, dovrebbe rimanere la stessa dello scorso anno. Tatiana Guderzo, Simona Frapporti, Silvia Valsecchi ed Elisa Balsamo sono state convocate e per quanto espresso in passato dovrebbero essere le titolari. Alle loro spalle, però, spinge anche la giovane Letizia Paternoster, che nelle categorie giovanili ha fatto incetta di medaglie assieme alle compagne, arrivando a tempi vicini a quelli delle grandi. La stagione, per lei è stata senza dubbio impegnativa, ma la rassegna continentale potrebbe essere un’ottima occasione per andare ad inserirsi nei meccanismi collaudati di questo quartetto anche in ottica futura, quando potrebbe diventare uno dei punti di riferimento fissi nelle competizioni internazionali di alto livello.

Rispetto a 12 mesi fa, quando la competizione si svolse solo pochi mesi dopo le Olimpiadi, il livello medio delle squadre avversarie potrebbe essere più alto, in particolare la Gran Bretagna che potrebbe tornare a dettare legge in questo genere di prove a livello continentale. La speranza, in ogni caso, è che le azzurre possano confermare i continui progressi messi in luce negli ultimi anni, arrivando nelle primissime posizioni delle gerarchie mondiali.

CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI CICLISMO

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Federciclismo







Continua a leggere