Con meno di 5 grammi al giorno si abbasserebbe il rischio di ictus del 40% e quello di infarto e di altre patologie coronariche del 20-25%

Per migliorare lo stato di salute di molte persone basterebbe ridurre il loro consumo di sale giornaliero. Fondamentale per il funzionamento dell’organismo (a partire dalla tiroide), un eccesso di sodio può dare origine a diversi problemi di salute. La quantità raccomandata è di 5 grammi al giorno, ovvero un cucchiaino da caffè, come ricorda l’Organizzazione mondiale della sanità. Oltre a provocare disfunzioni come ritenzione idrica e cellulite, è ampiamente dimostrato che consumare più di 9 grammi di sale a possa portare a ipertensione, insufficienza cardiaca e diabete.

In Italia si consuma troppo sale

Gli italiani superano in modo significativo il tetto di 5 grammi di sale quotidiani consigliato dagli esperti. Il consumo medio è di 10,9 grammi negli uomini e di 8,6 grammi nelle donne. Allora come ridurre l’assunzione giornaliera di sodio? Prima di tutto evitando di aggiungere sale a ciò che mangiamo. Gli alimenti – soprattutto quelli già pronti o i panificati – contengono già abbastanza sodio da soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero.

L’impatto sulla salute

Basterebbe limitare il sale da cucina a meno di 5 grammi al giorno per ridurre il rischio di ictus del 40%. Quello dell’infarto e di altre malattie coronariche del 20-25 per cento. Patologie che causano, complessivamente, il 38,8% dei decessi ogni anno. Recenti evidenze scientifiche sostengono anche una correlazione tra consumo di sale e rischio di sviluppare osteoporosi e tumori gastrici.

Le fonti principali di sodio

«La fonte principale di sodio nella nostra alimentazione abituale è costituita dal pane e dai prodotti da forno, anche dolci, come biscotti e corn flakes», avverte Diana Scatozza, medico specialista in Scienza dell’Alimentazione e Farmacologia Clinica. «Li consumiamo tutti i giorni e in quantità maggiori rispetto a insaccati, formaggi, pesce in scatola o patatine fritte, che contengono più sale, ma vengono assunti in dosi e con frequenza minori», conclude la specialista.

Prodotti senza sale

Oggi nei supermercati possiamo trovare dei prodotti a ridotto contenuto di sale in grado di conciliare alimentazione sana e gusto. Una buona opzione per chi desidera mantenere uno stile di vita sano e per chi, a causa di problemi di salute, deve seguire una dieta povera di sale, ma senza rinunciare al sapore.

a cura di Ok Promotion

Chiedi un consulto



Continua a leggere