Bocca infiammata: prova con la malva


Carico il video…

Prima di prendere farmaci o fare risciacqui con collutori provata un decotto o una tisana di questa pianta

I fiori e in particolare le foglie della malva sono ricchi di mucillagini, che conferiscono alla pianta proprietà emollienti e antinfiammatorie per tutti i tessuti molli del corpo, gengive e palato compresi. Questi principi attivi agiscono rivestendo le mucose con uno strato vischioso che le proteggono da agenti irritanti esercitando un effetto lenitivo e decongestionante.

L’uso terapeutico della malva ha secoli di storia 

Già Plinio il Vecchio ne decantava le doti e affermava che bere un bicchiere di succo di malva al mattino, a stomaco vuoto, regalava un benessere che durava per tutta la giornata.

Decotto   

Il decotto è semplice da preparare. Basta far bollire una manciata di foglie e fiori di malva in un pentolino con mezzo litro di acqua e lasciarle riposare per 10-15 minuti. Se ne bevono 2 tazze al giorno. n paio di applicazioni mattina e sera, per qualche giorno, spegnerete l’infiammazione.

Infiammazioni alle gengive

Prima di ricorrere ai collutori che hanno diversi effetti collaterali, provate a fare dei risciacqui con il decotto di malva tiepido.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Intestino pigro? Bevi una tisana di malva

Hai dormito poco e hai gli occhi gonfi? Fai un impacco di malva

“Sblocca” l’intestino con tisane alla malva e semi di lino

Semi di lino: quali sono i veri benefici? Come si assumono?

Chiedi un consulto di Odontoiatria



Continua a leggere