Juventus, debutto col botto: tris all’Atalanta

[widget id=”text-16″]

Sono bastate undici maglie bianconere per riempire uno stadio, il piccolo impianto comunale di Mozzanica (in provincia di Bergamo), che forse tutta questa gente non l’aveva mai vista. Tribuna piena, file di persone in piedi sotto, per lo storico esordio della Juventus nella Serie A I Dolci Sapori. Esordio storico, e vincente, per la squadra di Rita Guarino, che ha battuto 3-0 l’Atalanta, entrata anch’essa nel calcio femminile dopo l’accordo firmato una settimana fa proprio con il Mozzanica, che invece una delle societ storiche della nostra Serie A in rosa.

UNO-DUE
Fa un certo effetto, a maggior ragione perch domani Atalanta e Juventus si affronteranno ancora, nel maschile, vedere il nerazzurro e il bianconero legato alle ragazze. La Juventus, nel femminile, non ci entrata per fare la comparsa, si capisce subito: destro di Bonansea dopo sette minuti e gol del vantaggio realizzato dal una delle tante ex Brescia, su cui si regge l’asse portante delle bianconere. Il raddoppio lo ha invece segnato una delle giovani promesse del calcio femminile italiano, Benedetta Glionna, classe 1999, con un destro che non ha lasciato scampo al portiere svizzero Thalmann.

Lo stadio di Mozzanica, pieno per il match fra Atalanta e Juventus

Lo stadio di Mozzanica, pieno per il match fra Atalanta e Juventus

RIGORE SBAGLIATO
Poca storia anche nella ripresa, con la Juventus che ha controllato il risultato: poco lavoro per Laura Giuliani, portiere tornata in Italia dopo cinque stagioni in Germania, e la Juventus che si anche concessa il lusso di sbagliare un rigore con Boattin (gran parata di Thalmann). Ma nei minuti finali arrivato anche il tris, ancora di Bonansea, partita palla al piede da met campo. Sabato prossimo l’esordio a Vinovo, contro la Res Roma, che non “parente” della Roma di Pallotta. Ma Juve-Roma Juve-Roma, anche con le donne in campo.

 

© riproduzione riservata

[widget id=”text-17″]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *